Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Dolomiti Energia Trentino, la quarta avventura in EuroCup si chiude alla Stark Arena di Belgrado

Pubblicato

-

I bianconeri salutano la 7DAYS EuroCup con una prestazione di carattere a 24 giorni dall’ultima partita ufficiale: nel Round 6 di Top 16 vince però la corazzata Partizan 91-75. 20 punti e 7 rimbalzi di Knox, 14 con 10assist di Craft

La Dolomiti Energia Trentino saluta la 7DAYS EuroCup 2019-20 con una sconfitta 91-75 sul campo del Partizan NIS Belgrade: il Round 6 manda i titoli di coda sulla quarta avventura in campo continentale del club bianconero, che chiude al quarto posto il gruppo E di Top 16.

Dopo 24 giorni senza partite ufficiali, buone indicazioni per coach Nicola Brienza dai suoi ragazzi, capaci di rimanere per tutti e 40’ in scia alla corazzata serba lottando a testa alta nonostante un po’ di ruggine: fra i singoli, prestazioni importanti di Justin Knox (20 punti e sette rimbalzi tirando 8 su 11 dal campo in 23’ di gioco), James Blackmon (19 punti e 5 su 7 da tre) e Aaron Craft (doppia-doppia da 14 punti e 10 assist con quattro rimbalzi e cinque recuperi) .

Pubblicità
Pubblicità

I padroni di casa cominciano mandando a bersaglio i primi cinque tentativi dal campo, così il tabellone recita presto +10 in favore dei serbi trascinati dalle giocate di Jaramaz (14-4): i bianconeri però reagiscono e trovano ritmo offensivo con l’ingresso sul parquet di Blackmon e Knox. JB segna 10 punti nel solo primo periodo, Justin trova un paio di tiri dei suoi per firmare il primo vantaggio trentino nella serata (21-22 dopo 10’).

Un canestro del rientrante Mian apre il secondo quarto: i padroni di casa ruggiscono con Walden e McAdoo, ma l’Aquila tiene il passo con i punti del “solito” Knox e con un buon impatto difensivo. Sono le triple di Jaramaz e Velickovic a ridare slancio al tentativo di fuga del Partizan, che sfrutta anche la sua fisicità in area per raggiungere il nuovo massimo vantaggio sul +13. La risposta di Trento è sempre firmata Knox, che arriva a quota 13 all’intervallo lungo (45-39).

La Dolomiti Energia forza tante palle perse all’attacco dei padroni di casa, ma non riesce a concretizzare al meglio i propri sforzi: Jaramaz e Jankovic ringraziano, Craft e Blackmon tengono lì i trentini nonostante le continue accelerazioni dei padroni di casa (63-53). Negli ultimi 10’ il Partizan controlla con il talento di Walden e l’energia del giovane Trifunovic, ma la Dolomiti Energia continua a giocare con convinzione e presenza fino alla sirena finale.

Pubblicità
Pubblicità

«Prima di tutto voglio congratularmi con il Partizan e augurare a coach Trinchieri e alla squadra serba buona fortuna per il resto della competizione», haesordito nella conferenza stampa post partita il coach della Dolomiti Energia Trentino Nicola Brienza. «Sono una grande squadra e giocano ad un altissimo livello. Noi siamo entrati in campo ad un mese di distanza dall’ultima volta, quindi non sapevamo bene cosa aspettarci: alla fine però sono contento per il tipo di prestazione che siamo stati capaci di esprimere, perché abbiamo provato a combattere e a competere contro il Partizan per tutti i 40’. Sapevamo che questa era una partita importante non tanto per il risultato ma per riprendere confidenza con il ritmo partita e rimetterci in moto, e da questo punto di vista abbiamo giocato la nostra pallacanestro con buona continuità: abbiamo fatto un po’ fatica a rimbalzo, ma sono contento del numero di assist di squadra».

I bianconeri nel fine settimana saranno di “riposo” in campionato, poi torneranno in azione in Serie A mercoledì 11 contro la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro alla BLM Group Arena.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza