Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Villa Lagarina: l’addio alla politica di Marco Vender

Pubblicato

-

A distanza di trent’anni dalla prima candidatura a consigliere comunale e dopo essere stato sempre presente a ogni successiva tornata elettorale, cinque volte a Rovereto e due a Villa Lagarina, è giunto il tempo di passare la mano.

«A maggio non sarò più candidato. È un passo che faccio con grande serenità e con la gratitudine di chi ha certamente ricevuto dall’esperienza politica, amministrativa e civica più di quanto, forse, ha avuto occasione di dare».

«Al contempo sono altrettanto consapevole si aver “contaminato” in tutti questi anni con i valori che mi sono più cari – la pace, la nonviolenza, la giustizia e l’equità sociale, la salvaguardia dell’ambiente, l’accoglienza, la solidarietà – i tavoli a cui mi sono via via seduto, i programmi che ho collaborato a scrivere, le decisioni che con il concerto di tanti compagni e compagne di viaggio si sono determinate».

Pubblicità
Pubblicità

Risale infatti al lontano 1990 – aveva 25 anni – la sua prima partecipazione alle elezioni del Comune di Rovereto, nella lista di Solidarietà del Trentino.

Sono poi seguite quelle nelle fila di Rovereto Insieme del 1995, 1996 (si era dimesso il sindaco Chiocchetti), 2000 e 2005. Infine nel 2010 e 2014 a Villa Lagarina, dove nel frattempo si era trasferito. Con le elezioni del 1996 arriva anche il primo incarico amministrativo, quale consigliere comprensoriale in quota alla coalizione del sindaco Bruno Ballardini.

Nel 2000 l’ingresso nel consiglio comunale di Rovereto, lato maggioranza, con una delega alla solidarietà internazionale. Sono gli anni in cui, grazie al lavoro in sinergia con la consigliera delegata alla pace Erica Mondini, tra l’altro Rovereto si dota di un ufficio pace, aderisce alla cooperativa Mandacarù, contribuisce alla nascita dell’associazione multiculturale Città Aperta e delle associazioni di cooperazione internazionale Pace per Gerusalemme e Trentino con i Balcani.

Pubblicità
Pubblicità

Nel 2010 arriva l’elezione a consigliere del Comune di Villa Lagarina, sindaco Alessio Manica, con l’incarico di capogruppo della maggioranza, delegato alla comunicazione e presidente della commissione statuto e regolamenti. Infine, nel 2014, l’attuale incarico di consigliere comunale sempre a Villa Lagarina, con le deleghe di vicesindaco e assessore all’ambiente, cultura e comunicazione ricevute dalla sindaca Romina Baroni.

«È difficile fare un bilancio di un arco temporale così lungo – spiega Vender – di certo il collante comune che non è mai venuto meno è stato la passione per la politica e la convinzione che ciascuno possa e debba fare la propria parte. E che il modo più efficace di dare gambe alla politica, intesa come mezzo per offrire risposte ai bisogni di una comunità e di un territorio, sia dare l’esempio con coerenza, portando valori, idee, punti di vista, buone pratiche. Sono sempre stato convinto che politica si fa ogni giorno, scegliendo un alimento o un vestito piuttosto che il posto dove lo si acquista. Non vi sfugge nessuno, semmai non tutti ne sono consapevoli, molti non si pongono domande».

E ancora: «Ringrazio di aver avuto l’opportunità di formarmi alla complessità, dapprima dentro vari collettivi e movimenti politici, cosa oggi alquanto in disuso (sia la formazione che la collegialità), e poi di aver potuto fare il passo dentro le istituzioni, anche con incarichi di responsabilità diretta. Un’esperienza, questa, tanto arricchente quanto complicata, tanto entusiasmante quanto sfiancante. Specie nei piccoli comuni dove le strutture amministrative sono sovente deboli e impreparate al mondo che corre, e dove comunque l’amministratore deve continuare a svolgere contestualmente la propria professione principale».

«Non ho rimpianti – conclude – certo ci sono cose che si sarebbero volute attuare ma per vari motivi non si è riusciti, per contro molte altre, la maggior parte, che invece si sono portate a compimento. Resta la convinzione di aver fatto tutto il possibile, con il massimo impegno, nel solo e primario interesse della collettività. Ringrazio tutte e tutti quelli che in questi anni hanno condiviso pezzi di strada, ragionamenti, progetti, battaglie, gioie, delusioni. Per ultimo un ringraziamento agli affetti familiari che infine sono stati quelli che hanno subito più di altri l’onere di questo straordinario impegno».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]

Categorie

di tendenza