Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Esce giovedi 5 marzo 2020, “Volevo nascondermi”, il nuovo film sulla vita di Antonio Ligabue

Pubblicato

-

Ligabue non può non scuoterci, non convincerci, esce giovedi 5 marzo 2020, dopo il successo al recente Festival di Berlino, il nuovo film di Giorgio Diritti “Volevo nascondermi”.

Il protagonista Elio Germana, il nuovo Ligabue cinematografico, era chiamato ad un’interpretazione piena di incognite, impegnativa come complessa è stato l’uomo Ligabue nella sua travagliata esistenza. E’ la sfida per il talentuoso attore italiano è riuscita, infatti c’è stato il premio dell’Orso d’Argento, come miglior attore.

La vita di Antonio Ligabue è quella di un bambino italiano che vive in Svizzera a Zurigo, nell’ultima parte del XIX° secolo. E’ figlio di emigranti, ed è allevato da una famiglia svizzera.

Pubblicità
Pubblicità

La sua condizione è precaria, infatti è affetto da rachitismo e gozzo. Questo determina in lui un trauma che si porterà avanti per tutta l’esistenza. All’età di ventanni arriva in Italia, a Gualtieri in Emilia Romagna, che per lui rappresenta un paese straniero, una terra nuova, di cui non conosce nemmeno la lingua.

Qui cerca di adattarsi alla nuova realtà, trovando sfogo alla sua solitudine scoprendo la pittura.

Decisivo è per Ligabue l’incontro con Marino Mazzacurati, che lo seguirà nel suo genio pittorico, curando le sue mostre e dando una prospettiva concreta al genio di Antonio Ligabue.

Nella narrazione cinematografica, emerge, attraverso la magistrale interpretazione di Elio Germana, il tratto di un uomo in perenne conflitto con sé stesso e con il mondo che stenta ad accettarlo, in particolare per il suo aspetto poco invitante e i suoi modi non convenzionali.

I passaggi che testimoniano la sua malattia mentale, sono dei momenti toccanti che ci danno l’idea di come sia stato problematico gestire una personalità di questo tipo. E quindi una riflessione sul sistema che fu dei manicomi.

Durante l’espressione del suo talento artistico, emergono come lampi improvvisi i ricordi dell’infanzia, di come aveva vissuto l’essere abbandonato, deriso, maltrattato. E di come questi episodi vissuti in estrema solitudine, non sono stati risolti, e vivono continuamente nella mente di Ligabue. Una lettura psicoanalitica della vita che non può non far pensare, portando lo spettatore a riflettere anche sulla propria storia di vita. Il fatto di vivere in solitudine, nella natura cruda e vitale, considerato “matto”, danno un’evidente manifestazione del suo malessere esistenziale. La solitudine di Ligabue, che lo accompagnerà sempre durante tutta l’esistenza, rappresenta un messaggio rivolto all’umanità.

Soffrire e vivere la sofferenza in solitudine rappresenta un destino segnato, a cui ben poca speranza c’è di sfuggire. Si può riconoscere un barlume di speranza vivendo la propria passione, e attraverso questa mostrare al mondo il proprio dolore e il proprio stupore di fronte al dolore. Una sorta di catarsi inconscia, che è più forte del pensiero distruttivo.

E’ la pittura cosi vitale e sofferta, odiata e amata, scoperta e rifiutata, vissuta come un momento di sfogo emotivo e di scoperta di una propria dimensione, che suggerisce allo spettatore il messaggio di quanto possa essere un’ancora di salvezza al dolore umano, non meritato, il rifugiarsi nelle proprie passioni. La capacità di coltivarle non è patrimonio solo di pochi eletti, ma deve essere compreso come una possibilità per tutti a vari livelli e con diverse inclinazioni.

La recente scomparsa di Flavio Bucci, che interpretò Antonio Ligabue nello sceneggiato televisivo della RAI nel 1977, dà a questo film un valore particolare. Infatti c’è la possibilità di confrontare i due interpreti, che nel cimentarsi con una figura cosi unica nel suo genere come quella del pittore Antonio Ligabue, hanno dovuto far emergere tutto il loro talento e le doti attoriali. Non è facile essere Ligabue, anche se solo in una finzione cinematografica.

Certamente per vedere questo film si deve avere un interesse per la figura dell’ uomo e artista Antonio Ligabue, visto che siamo davanti ad una narrazione impegnativa, fatta di momenti in cui il dolore e la’incomprensione del mondo sono evidenti e mostrati nella loro autenticità.

Vedere il film è in questo caso un’esperienza di vita, un momento di riflessione su un uomo che nella sua solitudine e nel suo dolore, non aiutato dal destino, è riuscito in qualche modo a dare un segno della sua vita attraverso il linguaggio pittorico.

L’emozione che trasmette un’opera d’arte va oltre la semplice capacità tecnica di esecuzione. Lo comprendiamo quando siamo davanti ad opere dell’epressionismo di fine 800 e primo 900, di cui l’’Urlo di Munch, rappresenta la manifestazione piu conosciuta e inquietante.

Tra gli interpreti del film, da sottolineare il valido Gianni Fantoni, che da vita al personaggio dell’industriale Antonini.

Pietro Tradi interpreta Renato Mazzacurati. Altri attori sono Oliver Ewy, Leonardo Carrozzo, Dagny Giulami, Orietta Notari, Andrea Gherpelli.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]

Categorie

di tendenza