Connect with us
Pubblicità

Politica

«Franco Ianeselli rifiuti i voti dei centri sociali e degli anarchici trentini»

Pubblicato

-

Dr. Jekyll e Mr. Hyde. Nel romanzo di Stevenson, ambientato nella Londra vittoriana di fine OttocentoEdward Hyde durante i suoi studi sulla psiche umana riesce, miscelando particolari ingredienti chimici, a mettere a punto una pozione che può separare le due nature dell’animo umano, quella buona e quella malvagia.

L’esempio potrebbe calzare perfettamente per la campagna elettorale di Franco Ianeselli, candidato della sinistra trentina per la poltrona di Sindaco di Trento.

L’ex sindacalista infatti ha non perso l’occasione per confermarsi di parte dimostrando la propria dipendenza assoluta dalla sinistra più estrema.

Pubblicità
Pubblicità

Poteva fare bella figura ma dentro di lui ecco uscire il tanto temuto Dr Jekyll legato alle frange estremiste della sinistra, ai centri sociali e agli ambienti anarchici tanto temuti da tutti i trentini. 

Ma veniamo ai fatti: un quotidiano locale pubblica un servizio sugli orientamenti elettorali nell’ambito del centro destra ipotizzando dove potrebbero andare i voti di Casapound che in questa tornata elettorale è assente.

Nel caso specifico Filippo Castaldini non fa nessuna dichiarazione di voto nel merito a supporto di nessuna lista, ma conferma solo che CasaPound non parteciperà alle elezioni.

Pubblicità
Pubblicità

La cosa potrebbe finire lì quindi. Ma non per Franco Ianeselli che dopo aver bevuto la “pozione” comincia a sparare una serie di dichiarazioni allucinanti. 

Il “democratico” Ianeselli comincia a «sbavare» affermazioni a nastro dove dice di rifiutare i voti di CasaPound (e quando li avrebbe visti comunque?) invitando pubblicamente tutti i partiti di centro destra a rifiutarli.

Un’affermazione che rispecchia il democratico esercizio di voto tanto caro alla sinistra, ma anche la “disponibilità” al dialogo.

Peccato che Ianeselli parli bene ma razzoli male. Alla pari infatti dei voti di CasaPound, dovrebbe rifiutare anche quelli della sinistra antagonista e del Centri Sociali.

Allora la sua riflessione sarebbe stata completa e almeno equidistante dalle ali radicalizzate della politica.

Nulla, Ianeselli se ne dimentica, ma quello che è peggio è che omette una seconda cosa, ancora più grave.

Filippo Castaldini viene minacciato di morte con scritte sui muri della città (“Castaldini nelle foibe c’è ancora posto”) che copiano pari pari la stessa minaccia rivolta dagli anarchici bolzanini a Andrea Bonazza referente di CasaPound a Bolzano e consigliere comunale.

In questo caso Ianeselli se ne guarda bene dal commentare o da esprimere una qualsiasi forma di solidarietà a Castaldini. Non condanna il gesto e torna nel suo ipocrita silenzio.

Del resto Ianeselli è molto più vicino a condividere il concetto che “Uccidere un fascista non è reato” piuttosto che a dissociarsene.

Ianeselli è legato a doppia mandata all’Anpi negazionista delle foibe e non può certo andare contro ai quei gruppi di cui fa parte la vigliacca mano anonima che ha tracciato la scritta.

In fin dei conti Ianeselli è un democratico a senso unico e non ci pensa nemmeno ad avere quell’apertura di pensiero che dovrebbe far parte delle qualità di un sindaco.

Ianeselli è quello che è: un compagno sindacalista prestato alla politica che gestisce senza obiettività di giudizio e indipendenza ideologica tutto quello che affronta.

E se Dr. Jekyll e Mr. Hyde lo dimostra a più di due mesi dalle votazioni, attendiamoci dei veri fuochi artificiali.

Il candidato della sinistra cosa risponderà a chi non vuole che Trento venga trasformata nel più grande campo profughi dell’Italia? A chi vuole far tornare il centro storico sicuro e meno degradato? A chi non vuole che le cooperative sociali continuino il business alle spalle della comunità trentina? Oppure ai commercianti del centro storico completamente abbandonati dalla coalizione che lo sostiene?

E c’è persino chi comincia ad avere nostalgia di Alessandro Andreatta. Il punto è: «Trento può permettersi 5 anni di Franco Ianeselli come sindaco alla luce di quanto fatto dall’ultima amministrazione di centro sinistra?»

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]

Categorie

di tendenza