Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Berlinale 2020, tutti i vincitori della 70esima edizione

Pubblicato

-

Quest’anno una Berlinale sotto il segno dell’Italia.

Infatti alla 70esima edizione del Festival tedesco, la prima diretta da Carlo Chatrian, ha vinto l’Orso d’argento come miglior attore Elio Germano per il film “Volevo Nascondermi” di Giorgio Diritti, dedicato al pittore Antonio Ligabue.

“Volevo ringraziare tutte le persone che hanno contribuito a questo film che è stato molto faticoso, e quindi tutte le persone coinvolte in questo lavoro, da Giorgio Diritti ai produttori e ai volontari, che ci hanno aiutato molto“, ha detto Elio Germano sul palco del gala della Berlinale quando ha ritirato l’Orso d’argento.

Pubblicità
Pubblicità

“Questo premio lo voglio dedicare a tutti gli storti, tutti gli sbagliati, tutti gli emarginati, tutti i fuori casa – ha aggiunto – e ad Antonio Ligabue e alla grande lezione che ci ha dato, che è ancora con noi, che quello che facciamo in vita rimane. Lui diceva sempre “Un giorno faranno un film su di me”, ed eccoci qui”.

Ha trionfato l’Italia anche per l’Orso d’argento per la sceneggiatura, assegnato a “Favolacce” dei fratelli gemelli Damiano e Fabio D’Innocenzo, che vede Germano protagonista anche di questo film.

Mentre l’Orso d’oro è andato al film “There Is No Evil” del regista iraniano Mohammad Rasoulof, al quale è stato impedito di essere presente alla serata di premiazione della Berlinale che si è svolta sabato 29 Febbraio.

Pubblicità
Pubblicità

Molte le lacrime fra i componenti del cast: “Mohammad tu non sei solo” gli è stato gridato dal palco durante la cerimonia di premiazione.

Il premio di Rasoulof è stato ritirato dalla figlia Baran e dal cast del film.

Premiato con un altro Orso d’argento il regista sudcoerano Hong Sangsoo, che ha portato al Festival “The woman who ran“.

Miglior attrice Paula Beer, interprete del film tedesco “Undine” di Christian Petzold, mentre il premio come Miglior documentario è andato a “Irradiated”, produzione francese-cambogiana del regista Rithy Panh.

La giuria della Berlinale, presieduta da Jeremy Irons e composta da Luca Marinelli, Bérénice Bejo e Kenneth Lonergan, ha assegnato anche il gran premio della giuria a Eliza Hittman per “Never rarely sometimes always” e il premio per il contributo artistico a Jurgens Jurges per la fotografia di Dau.

Natasha, film provocatorio di Ilya Khrzhanovskiy e Jekaterina Oertel. Inoltre è stato assegnato il premio speciale della 70esima edizione del Festival di Berlino a “Delete History” di Benoit Delépine e Gustave Kervern, mentre l’Orso d’oro per il miglior cortometraggio è stato vinto da T di Keisha Rae Witherspoon, regista giamaicano-americana.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza