Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Ospedale di Borgo Valsugana: a fine aprile al via i lavori di ampliamento e ristrutturazione. La provincia finanzia con 16 milioni di euro

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

I lavori di ampliamento e ristrutturazione che partiranno a fine aprile, la gestione e la reperibilità di medici in sostituzione degli ultimi pensionamenti.

Questi i temi al centro di un incontro sull’Ospedale di Borgo Valsugana che si è tenuto ieri sera presso la sede della Comunità di Valle fra i sindaci della Valsugana e del Tesino con il presidente della Comunità di Valle e l’assessore provinciale alla salute e politiche sociali, accompagnata dal dirigente generale, Giancarlo Ruscitti, dal direttore dell’Azienda sanitaria provinciale, Paolo Bordon e dal direttore sanitario Paolo Benetollo e dalla direttrice amministrativa Rosa Magnoni.

I lavori di ampliamento e di ristrutturazione del San Lorenzo – è stato annunciato – inizieranno a fine aprile.

Prevedono in una prima fase la realizzazione di un nuova palazzina di oltre 4000 metri quadri e successivamente la ristrutturazione del corpo centrale, con il rifacimento del blocco operatorio e del pronto soccorso, per una spesa complessiva, finanziata dalla Provincia, di oltre 16 milioni di euro.

“L’investimento che abbiamo fatto sull’Ospedale – hanno evidenziato l’assessore e il direttore Bordon – dimostra la considerazione e l’importanza che questo nosocomio di valle occupa nell’ambito della sanità provinciale”. Bordon ha inoltre assicurato che i lavori verranno eseguiti continuando a garantire l’operatività dell’Ospedale e si concorderanno con l’amministrazione comunale tutte le iniziative volte a mitigare gli effetti del cantiere sulla viabilità e sull’accesso al centro storico di Borgo Valsugana.

Sul fronte della copertura degli organici, che riguarda soprattutto il pronto soccorso e la medicina interna, l’assessore ha evidenziato come si stia cercando di affrontare il problema della carenza di medici, diffuso a livello nazionale, agendo su diversi fronti, ben consapevoli che l’utilizzo di medici cosiddetti “gettonisti” sia una soluzione tampone e con l’obiettivo di mantenere alta la qualità dei servizi offerti sul territorio.

Pubblicità
Pubblicità

 Bordon ha spiegato che l’intento è quello di specializzare sempre più gli ospedali di valle al fine di poter distribuire al meglio, con un’attività programmata, pazienti e medici dalla sede centrale a quelle sul territorio.

Il direttore dell’Azienda sanitaria ha poi annunciato la disponibilità a lavorare al San Lorenzo di due giovani professionisti che completeranno la specializzazione a settembre, con la possibilità poi che vengano assunti in pianta stabile.

Continua inoltre la collaborazione con l’Azienda sanitaria di Feltre-Belluno, alla quale sono stati chiesti alcuni professionisti, soprattutto per il pronto soccorso. Bordon ha inoltre ricordato che il 28 gennaio è stato aperto al San Lorenzo un ambulatorio gestito dall’unità operativa multizonale di gastroenterologia dell’Azienda sanitaria.

“Stiamo lavorando ai concorsi – ha detto infine l’assessore – che sono evidentemente la strada maestra per la copertura degli organici, con l’auspicio che la nascita della Scuola di medicina possa rendere il Trentino più attrattivo a livello professionale”.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento25 minuti fa

Rischiano di rimanere senza casa: Il comune stanzia 60 mila euro per nove famiglie di rifugiati con minori

Le Vignette di Fabuffa36 minuti fa

Reddito di cittadinanza, un tema da trattare con cura

Alto Garda e Ledro3 ore fa

«Sport di cittadinanza», seconda serata a Riva del Garda

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

A Flavon una “Cena al buio” in favore dell’UIC (Unione Italiana Ciechi) di Trento

Trento3 ore fa

Trasporto pubblico locale: sciopero venerdì 2 dicembre, prevista un’adesione non superiore al 10%

Le ultime dal Web5 ore fa

Provocazione di Elon Musk su Apple e Android: “potrei creare il mio smartphone”

Benessere e Salute5 ore fa

Come smettere di fumare grazie alla sigaretta elettronica

Trento6 ore fa

In arrivo i nuovi mezzi di Dolomiti Ambiente

Trento6 ore fa

Domani in aula l’esame finale del ddl sulle concessioni delle grandi centrali idroelettriche

Alto Garda e Ledro7 ore fa

Pnrr: confermato il finanziamento del Polo 0-6 anni al rione Due Giugno di Riva del Garda

Piana Rotaliana7 ore fa

“La forza del rispetto”: fotografie, danza e musica a San Michele all’Adige

Vita & Famiglia7 ore fa

Aborto, intolleranza e violenza femminista – La rubrica settimanale “Restiamo Liberi” di Pro Vita & Famiglia

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Martedì 29 novembre a Cles la proiezione del film “Fiore di gelsomino” realizzato a scopo benefico per la Cooperativa Sociale Dal Barba

Alto Garda e Ledro8 ore fa

Riva del Garda: mercoledì la fiera patronale di Sant’Andrea

Bolzano8 ore fa

I Vigili del Fuoco salvano un gatto bloccato su un albero – IL VIDEO

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Maxi rissa davanti alla coop di viale Trento a Rovereto

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento5 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

34 fallimenti in Trentino negli ultimi 12 mesi

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento2 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza