Connect with us

Valsugana e Primiero

Ospedale di Borgo Valsugana: a fine aprile al via i lavori di ampliamento e ristrutturazione. La provincia finanzia con 16 milioni di euro

Pubblicato

-

I lavori di ampliamento e ristrutturazione che partiranno a fine aprile, la gestione e la reperibilità di medici in sostituzione degli ultimi pensionamenti.

Questi i temi al centro di un incontro sull’Ospedale di Borgo Valsugana che si è tenuto ieri sera presso la sede della Comunità di Valle fra i sindaci della Valsugana e del Tesino con il presidente della Comunità di Valle e l’assessore provinciale alla salute e politiche sociali, accompagnata dal dirigente generale, Giancarlo Ruscitti, dal direttore dell’Azienda sanitaria provinciale, Paolo Bordon e dal direttore sanitario Paolo Benetollo e dalla direttrice amministrativa Rosa Magnoni.

I lavori di ampliamento e di ristrutturazione del San Lorenzo – è stato annunciato – inizieranno a fine aprile.

Pubblicità
Pubblicità

Prevedono in una prima fase la realizzazione di un nuova palazzina di oltre 4000 metri quadri e successivamente la ristrutturazione del corpo centrale, con il rifacimento del blocco operatorio e del pronto soccorso, per una spesa complessiva, finanziata dalla Provincia, di oltre 16 milioni di euro.

“L’investimento che abbiamo fatto sull’Ospedale – hanno evidenziato l’assessore e il direttore Bordon – dimostra la considerazione e l’importanza che questo nosocomio di valle occupa nell’ambito della sanità provinciale”. Bordon ha inoltre assicurato che i lavori verranno eseguiti continuando a garantire l’operatività dell’Ospedale e si concorderanno con l’amministrazione comunale tutte le iniziative volte a mitigare gli effetti del cantiere sulla viabilità e sull’accesso al centro storico di Borgo Valsugana.

Sul fronte della copertura degli organici, che riguarda soprattutto il pronto soccorso e la medicina interna, l’assessore ha evidenziato come si stia cercando di affrontare il problema della carenza di medici, diffuso a livello nazionale, agendo su diversi fronti, ben consapevoli che l’utilizzo di medici cosiddetti “gettonisti” sia una soluzione tampone e con l’obiettivo di mantenere alta la qualità dei servizi offerti sul territorio.

 Bordon ha spiegato che l’intento è quello di specializzare sempre più gli ospedali di valle al fine di poter distribuire al meglio, con un’attività programmata, pazienti e medici dalla sede centrale a quelle sul territorio.

Il direttore dell’Azienda sanitaria ha poi annunciato la disponibilità a lavorare al San Lorenzo di due giovani professionisti che completeranno la specializzazione a settembre, con la possibilità poi che vengano assunti in pianta stabile.

Continua inoltre la collaborazione con l’Azienda sanitaria di Feltre-Belluno, alla quale sono stati chiesti alcuni professionisti, soprattutto per il pronto soccorso. Bordon ha inoltre ricordato che il 28 gennaio è stato aperto al San Lorenzo un ambulatorio gestito dall’unità operativa multizonale di gastroenterologia dell’Azienda sanitaria.

“Stiamo lavorando ai concorsi – ha detto infine l’assessore – che sono evidentemente la strada maestra per la copertura degli organici, con l’auspicio che la nascita della Scuola di medicina possa rendere il Trentino più attrattivo a livello professionale”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]

Categorie

di tendenza