Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Asta bar al Museo della città, Di Vito: «Decisione che ci lascia basiti»

Pubblicato

-

“Un bar al Museo della città? Non è così che si dà impulso all’economia. L’asta andata deserta per il ristorante alle “Fucine” non ha insegnato nulla?”

Sono queste le due domande che si pone Ciro Di Vito, presidente dei Pubblici Esercizi dell’Unione commercio e turismo di Rovereto e Vallagarina che aggiunge: “Senza averne avuta preventiva comunicazione e neppure una richiesta di parere da parte dell’Amministrazione comunale di Rovereto, apprendiamo con stupore la decisione della Giunta municipale, che nell’ultima seduta di tre giorni fa ha deliberato di indire un’asta pubblica per la concessione in uso di parte del piano sottostrada di “Palazzo Sichardt” per la realizzazione del bar del Museo della Città”.

E ancora: «La decisione ci lascia basiti, in quanto si faticano a capire le motivazioni che stanno alla base di tale iniziativa, non mancando certo in tutto il centro, e neppure nelle vicinanze di Palazzo Sichardt, molteplici tipologie di offerta di pubblici esercizi e ristorazione – continua Di Vito -. La recente completa ristrutturazione del Palazzo Sichardt ha ricavato anche degli spazi al piano interrato ma senza averne definito a priori la destinazione a pubblico esercizio».

Pubblicità
Pubblicità

Per Ciro De Vito non convincono nemmeno le motivazioni inserite nella delibera: “creare una fattiva e continua collaborazione con la Fondazione Museo Civico nel supporto e nella promozione degli eventi dalla medesima organizzati, nonchè assumersi l’onere e l’impegno di organizzare in prima persona un numero minimo di eventi condividendone contenuti, tempistiche e modalità di realizzazione con la Fondazione“.

Oppure “attivare una rete di collaborazione con i diversi attori presenti nel territorio, operanti nel campo sociale e culturale, al fine di animare gli spazi in gestione non solo dal punto di vista della somministrazione di bevande e pasti veloci ma anche dell’arricchimento di uno spazio che vuole associare alla sua principale vocazione artistica e culturale anche occasioni di partecipazione attiva dei cittadini in un’ottica di sviluppo della coesione sociale”.

«Ci chiediamo: perchè la Fondazione Museo Civico non ha mai provato a costruire questa rete di sinergie e collaborazioni con le imprese esistenti? Neppure con la nostra associazione che rappresenta le imprese del terziario a Rovereto ed in Vallagarina?».

Pubblicità
Pubblicità

Nel merito del bando, secondo Di Vito «il prezzo a base d’asta previsto nel bando (310 euro al mese) è di molto inferiore ai prezzi di mercato e questo crea un’evidente disparità con I pubblici esercizi esistenti. Inoltre, viene richiesta una molteplicità di impegni, gravosi dal punto di vista gestionale e finanziariamente rilevanti, che difficilmente si potranno conciliare con un afflusso di visitatori al “Museo della Città” in grado di garantire quella continuità di clientela indispensabile per renderli sostenibili. Pesa, inoltre, l’incertezza inserita nel bando sull’effettivo costo finale di arredi, suppellettili e attrezzature».

«Non ha insegnato nulla un emblematico esempio molto recente? si chiede Di Vito – l’asta pubblica per la concessione in uso di parte dell’immobile del nuovo centro sportivo “Fucine” da destinare a bar-ristorante-pizzeria, andata deserta soltanto pochi mesi fa a causa di un bando oggettivamente irricevibile da parte di un imprenditore degno di questo nome. Anche allora un’iniziativa dell’Amministrazione comunale che non tenne in debita considerazione la situazione del comparto cittadino dei pubblici esercizi e della ristorazione e la necessità di ogni imprenditore privato di rendere sostenibile qualsiasi iniziativa, dovendone pagare in prima persona ogni possibile conseguenza».

museo

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]
  • Coronavirus: sanificare le mascherine per riutilizzarle in mancanza di nuove
    Da molti giorni l’Italia sta vivendo l’ormai nota emergenza Coronavirus che, oltre al periodo di quarantena forzata richiede l’utilizzo in caso di spostamenti, di particolari presidi di protezione individuale come il disinfettante per le mani o le tipiche mascherine. Mascherine che, dall’inizio dell’allarme hanno subito un aumento vertiginoso della domanda rendendole non solo introvabili, ma […]
  • Italia: Paese “green” e leader delle rinnovabili
    Troppo spesso, l’Italia è abituata ad occupare gli ultimi posti nelle classifiche europee, alimentando i pregiudizi sul Bel Paese che in alcuni settori, quando vuole, sembra essere incredibilmente ed indubbiamente qualificato. Infatti, secondo il rapporto condotto dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ( ISPRA) seguito poi da un’analisi dell’Agenzia Nazionale per l’Energia, […]

Categorie

di tendenza