Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

Governo: Milleproroghe e il decreto ammazza imprese

Pubblicato

-

Il governo ha deciso di mettere in crisi l’imprenditoria italiana. Che la maggioranza di governo annaspi nella qualità dei provvedimenti sembra ormai risaputo, basti pensare a cosa succede sulla prescrizione, ma che si potesse mettere in difficoltà il tessuto produttivo Italiano sembrava impossibile.

Invece con “il codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza”, pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 14 febbraio 2019, il quale rappresenta l’attuazione della legge 19 ottobre 2017, n 155.

Decreto che sembra pensato per mettere in crisi l’impresa, sembra esserci riuscito.

Pubblicità
Pubblicità

Il testo del nuovo sesto comma dell’articolo 2476 del codice civile, aggiunto all’articolo 378 del codice della crisi d’impresa recita: Gli amministratori rispondono verso i creditori sociali per l’inosservanza degli obblighi inerenti alla conservazione dell’integrità del patrimonio sociale. L’azione può essere proposta dai creditori quando il patrimonio sociale risulta insufficiente al soddisfacimento dei loro crediti. La rinunzia all’azione da parte della società non impedisce l’esercizio dell’azione da parte dei creditori sociali. la transazione può essere impugnata dai creditori sociali soltanto con l’azione revocatoria quando ne ricorrono gli estremi”.

Non serve esperienza in campo giuridico per capire che gli amministratori, da quanto si desume dal testo citato sopra, diventeranno responsabili con il proprio patrimonio dei debiti della società.

Eliminando, di fatto, l’autonomia patrimoniale perfetta tipica delle s.r.l.

Pubblicità
Pubblicità

Il governo giallo-rosso è riuscito a scrivere un decreto che metterà in crisi l’imprenditorialità del nostro paese che già soffre della pressione fiscale più alta in Europa.

La S.r.l con la sua autonomia patrimoniale perfetta dava la possibilità di creare attività rischiando solamente il patrimonio dell’azienda stessa. Questo è sempre stato un incentivo per chi aveva un’idea imprenditoriale e ci voleva scommettere sapendo che quello che ci poteva perdere sarebbe stato solo il capitale sociale.

Un provvedimento che merita una riflessione politica. Bisogna comprendere che il continuo giustizialismo in qualsiasi ambito porta solo a una decrescita economica.

Il decreto ha sicuramente l’intenzione, almeno in quella del governo e dei 5 stelle, di punire chi con le aziende ci gioca per truffare Stato o fornitori.

Il fine può essere certamente nobile ma noi pensiamo che la soluzione si sarebbe dovuta trovare in un’altra maniera.

Con questo decreto nel quale si sancisce che  l’amministratore risponde con tutto il suo patrimonio si è deciso di metter in crisi tutto il sistema produttivo e d’impresa italiano.

Se prima a far titubare gli imprenditori nel costituire o meno una S.r.l in Italia era solo la pressione fiscale da oggi ci si mette anche il governo con il suo decreto ammazza impresa.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza