Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Anche in rimonta il Trento vince sempre. Il Termeno, dopo essere passato il vantaggio, subisce tre gol

Pubblicato

-

Questo pomeriggio il Trento è atteso sull’ostico campo del Termeno. La squadra altoatesina attualmente quarta in classifica non vince da parecchio tempo. L’ultima vittoria risale al 27 novembre quando rifilò cinque gol alla Rotaliana. Da lì in poi sono arrivate tre sconfitte e due pareggi.

Quella di oggi è stata probabilmente tra le vittorie più sofferte del Trento. Al decimo del secondo tempo la squadra capolista si è ritrovata sotto nel punteggio, ma è poi riuscita a ribaltare le sorti ventina di minuti più tardi con Baido e Sottovia.

Per il match di oggi l’allenatore Toccoli non ha a disposizione tutta la squadra: Marcolini e Caporali sono fuori per infortunio e Baido, sofferente, è stato fatto accomodare in panchina. Il centrocampo viene quindi totalmente rimaneggiato: oltre al playmaker Pellicanò il terzino Paoli e la seconda punta Ferraglia vengono costretti a improvvisarsi mezz’ali.

Pubblicità
Pubblicità

Questa volta non è il Trento a partire subito forte, ma al contrario la squadra di casa inizia sull’acceleratore. Dopo pochi minuti l’attacante Pftischer si gira molto bene e calcia in porta dal limite dell’area. Il tiro è forte ma la lunga distanza facilita Cazzaro a neutralizzare il tiro.

Per vedere un’azione offensiva del Trento bisogna aspettare fino al decimo minuto. Sottovia ci prova con il destro ma l’estremo difensore altoatesino riesce a neutralizzare, superandosi poco dopo anche su Fortunato.

La partita appare abbastanza bloccata e il tiro in porta rimane l’unica soluzione possibile. Alla mezz’ora ci riprova infatti Fortunato  ma Scuttari blocca in due tempi. La squadra altoatesina, benchè in crisi di risultati, è difficile da domare.

Pubblicità
Pubblicità

Se il primo tempo è stato fiacco dal punto di vista delle occasioni, nel secondo tempo è tutta un’altra storia.

Sottovia ci riprova ma Scuttari ancora una volta tiene a galla i suoi. Pochi minuti più tardi Frotscher viene atterrato in area da Fortunato e l’arbitro comanda il calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta lo specialista Pfitscher, che non sbaglia. 1-0.

Il Trento si ritrova sotto nel punteggio. La situazione, rara in questo campionato, vede mister Toccoli correre ai ripari. Seppur non al massimo della condizione, Baido è costretto a entrare in campo.

Nel frattempo Fortunato tenta per la terza volta in questa partita la conclusione in porta, ma la palla esce fuori di poco. La mossa di far entrare Baido si rivela azzeccata. Alla mezz’ora è proprio l’attaccante padovano a pareggiare i conti con un gran sinistro. 1-1.

Quando in campo è presente il trio Sottovia-Pietribiasi-Baido per le squadre avversarie c’è sempre poco da fare. Passano solamente cinque minuti dal gol di Baido, che Sottovia rimette tutto a posto. Sul cross di Fortunato Sottovia si fa trovare pronto e firma il vantaggio di testa. 1-2.

Il Termeno si riversa all’attacco alla disperata. L’attacco totale è però un’arma a doppio taglio perchè vengono lasciate immense praterie nella retroguardia e il Trento non perdona.

Sul finale di partita Pellicanò si fa tutta la fascia e mette in mezzo per Sottovia che firma il secondo gol di giornata. 1-3. La punta gialloblu sale a quota 20 in campionato, sempre più primo nella classifica marcatori.

Il Termeno, benchè abbia dato filo da torcere nel primo tempo e sia pure riuscito a passare in vantaggio nel secondo, non è riuscito a gestire la partita fino alla fine.

L’entrata in campo di Baido ha cambiato nettamente le cose e la difesa altoatesina non è riuscita a contenere lo strapotere  del tridente gialloblu. Dei 52 gol totali segnati dal Trento, ben 42 sono opera dei tre attaccanti davanti. Per dirla tutta il Trento ha anche il miglior attacco e la miglior difesa.

TERMENO: Scuttari, Dissertori, Firler (40’st Thaler), Rabensteiner, Dalpiaz, Duriqi, S. Frötscher, Gasparini (44’st Santer), Pfitscher, Greif, Baldo (29’st Spiess).
A disposizione: Maestri, Enderle, Pernstich, Saha, Tisi, M. Frötscher.
Allenatore: Hugo Pomella.
TRENTO: Cazzaro; Bonini (1’st Santuari), Trainotti, Carella, Pellicanò; Paoli, Pettarin (25’st Badjan), Ferraglia (12’st Baido); Fortunato; Sottovia, Pietribiasi (47’st Comper).
A disposizione: Conci, Panizza, Battisti, Caporali, Bonomi.
Allenatore: Flavio Toccoli
ARBITRO: Calzolari di Albenga (Betta e Blasiol di Bolzano).
RETI: 8’st rigore Pftischer (TE), 26’st Baido (TN), 34’st e 46’st Sottovia (TN).
NOTE: campo in buone condizioni.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]
  • Il paese più felice del mondo? La Finlandia!
    La classifica del World Happiness Report parla chiaro: per il terzo anno di fila il posto più felice del mondo sarebbe la Finlandia. Il World Happiness Report è una classifica redatta dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network in base ai dati del Gallup World Poll. Mentre il primo posto vede i colori della bandiera […]
  • Il posto perfetto per staccare dal mondo? Le Isole Lofoten!
    Se pensi che i fiordi norvegesi siano belli, potrebbe interessarti fare una bella vacanza alle Isole Lofoten. Un luogo da sogno, un arcipelago simile a un’appendice di montagne frastagliate incredibilmente belle che si protendono nel Mare di Norvegia a ovest di Narvik. Le varie isole sono unite dalla E10, un’impresa di ingegneria altrettanto impressionante come […]
  • X-Bionic Sphere: in Slovacchia un vero paradiso per gli amanti del lusso e dello sport
    Non tutti sanno che a Samorin, in Slovacchia, esiste un vero e proprio paradiso per atleti e per appassionati di lusso e sport. X-Bionic® Sphere è un complesso di hotel e strutture sportive dove il lusso ed il comfort vanno a braccetto con tutte le esigenze di atleti, famiglie e visitatori. L’Hotel offre un servizio di […]
  • Boscareto Resort and Spa: ritrovate la giusta quiete tra vini, buon cibo e paesaggi mozzafiato
    Immerso tra le colline, il Boscareto Resort & Spa rivela la sua bellezza nell’incantevole panorama su cui si affaccia, nei colori dei vigneti e nel meraviglioso territorio delle Langhe, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Alba è punto di partenza e di arrivo per chi viaggia nella zona, con i suoi caffè, le chiese, la storia romana […]

Categorie

di tendenza