Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Le guerre che devastarono la Piana Rotaliana fra ‘500 e ‘700

Pubblicato

-

Dopo l’Impero Romano bisognerà attendere fino al ‘500 per risalire ad alcuni scontri documentati che hanno interessato Mezzolombardo e più in generale la Piana Rotaliana.

Nel 1525 in Germania esplose la “guerra rustica”. Il nome rustica non significa che a farla fu il popolo rozzo e ignorante, ma prese parte tutta la piccola e media proprietà contadina che si scontrò con i feudatari, proprietari di immense distese di campi che stavano per ridurre i piccoli proprietari alla miseria.

Lo scontro si tradusse in castelli incendiati, signori uccisi e razzie di tutto ciò che ci fosse all’interno. La Rivoluzione ben presto si espanse a tutto il Tirolo e arrivò a toccare seppur in minima parte Mezzolombardo.

Pubblicità
Pubblicità

Nel paese si formò un nucleo rivoluzionario di 70 persone che forzò il blocco presente alla Rocchetta e arrivò a occupare Castel Bragher in Val di Non. L’azione si concluse però con un solo castello occupato.

Tralasciando le ribellioni, il paese di Mezzolombardo fu fortemente colpito da uno dei più grandi conflitti del ‘700: la Guerra di Successione Spagnola.

Nel 1700 morì senza eredi maschi Carlo II, l’ultimo discendente della dinastia degli Asburgo in Spagna. Tutto lasciava presagire che a succedere al trono di Spagna fossero gli Asburgo della Baviera, ma Carlo II indicò sul proprio testamento che dovesse essere il francese Filippo d’Angiò.

I bavaresi, infuriati di aver perso il trono di Spagna fecero guerra ai francesi. La guerra si espanse poi anche al Trentino.

Il Trentino scelse di schierarsi dalla parte dei francesi. Nel 1701 i bavaresi scesero in Alto Adige e iniziarono uno scontro con i locali (gli schutzen) e i francesi stessi.

Pubblicità
Pubblicità

La guerra era già parecchio cruenta, al punto che spaventò il paese di Mezzolombardo che chiese il permesso al principe vescovo Giovanni Michele Spaur di formare un piccolo esercito.

L’armata sarebbe servita nel caso in cui i bavaresi fossero scesi fino in Piana Rotaliana. Il principe vescovo, spaventato anch’egli dalla situazione, decise che fra tutti i mali fosse meglio salvaguardare Trento.

Diede quindi il permesso di formare una truppa, ma doveva essere mandata in aiuto alla città di Trento. Se Mezzolombardo dovesse avere problemi dal passaggio delle truppe nemiche, dovranno essere Denno e Vigo a Ton a provvedere a risollevare il paese attraverso l’invio di materie prime.

Neanche il tempo di organizzarsi che le truppe bavaresi iniziarono a scendere lungo la valle senza trovare ostacoli. Mezzolombardo venne devastata.

Ovviamente i due piccoli centri della Val di Non, già piccoli di per sé, non poterono far fronte ai danni che subì Mezzolombardo e il paese cadde quindi in povertà.

I bavaresi nel 1702 arrivarono a Trento, ma in soccorso alla città arrivarono anche i francesi, che nel settembre del 1702 scacciarono via i tedeschi. Mezzolombardo cominciò a diventare sempre più povero e i contadini furono costretti a vendere i propri terreni.

In quel periodo le truppe francesi rimasero di stanza in Piana Rotaliana, ma dopo l’esperienza bavarese i cittadini di Mezzolombardo erano ormai diffidenti verso le truppe straniere e per paura non andarono neanche più  a coltivare la terra divenendo ancora più poveri .

I francesi che erano di stanza a Trento avevano però bisogno di sostentamento e per la consegna delle materie prime il principe vescovo di Trento fra tutti i paesi scelse proprio Mezzolombardo.

Quel poco di farina che il paese riusciva ad avere venne quindi spedito in città. Nel 1745 ci fu la pace fra Francia e Austria e le cose gradualmente migliorarono.

Il periodo di pace non durò poi così tanto perché 50 anni più tardi bisognava far fronte ad un altro problema: l’arrivo di Napoleone.

Alla fine del ‘700 Napoleone incominció la campagna d’Italia. Dopo svariate vittorie oramai mancava solo il Tirolo. Dal 1796 inanelló una conquista dopo l’altra. Gli austriaci vennero sconfitti ad Ala, a Rovereto e a Lavis.

A Lavis le truppe di Napoleone volleró bruciare la cittá (sulla falsa riga di quello che successe a Mosca nella Campagna di Russia).

Ad evitare che andasse tutto al rogo ci pensó Francesco Filos, che nella sua veste di diplomatico e protettore dei paesi della Piana Rotaliana riuscì a far desistere i generali francesi dal folle gesto.

Francesco Filos era anche molto amico di Gioacchino Murat, fedelissimo di Napoleone. Il maresciallo dei francesi gli regaló in segno della loro amicizia una spada che è ancora  conservata in una sala del comune di Mezzolombardo.

Gli scontri continuarono per tutto il 1797. La vittoria francese in Val  di  Cembra costrinse l’esercito austriaco a ripiegare su Salorno.

I francesi erano di stanza a Trento mentre gli austriaci erano fermi appunto a Salorno. Mezzolomnardo, posto in mezzo fra i due eserciti era solito essere razziato sia da una parte che dall’altra.

Lo scontro era ormai vicino e nel novembre del 1797 il grosso dei due eserciti si affrontò proprio a Mezzolombardo. Gli abitanti del paese, per paura dell’insorgere di Napoleone, appoggiarono gli austriaci e riuscirono a condurli verso la vittoria.

Non era ancora finita perchè i francesi, come erano soliti fare, vollero incendiare il paese per vendetta, ma in tutti e tre i casi vennero fermati dagli austriaci a San Michele all’Adige.

Pubblicità
Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Ricette fresche con le fragole, le golosità dell’estate!
    Finalmente stanno arrivando l’estate, il caldo e le giornate di sole. Con loro, inizia anche la stagione della frutta fresca, dei frullati e dei dolci golosi e leggeri. Tra quelli più classici e gustosi spicca la Torta Sbriciolata alle fragole senza cottura. Facile, veloce e adatta a tutti palati, la torta sbriciolata alle fragole senza cottura […]
  • “CrowdWine”, l’originale sistema per sostenere le piccole cantine italiane
    In un momento storico in cui l’intero settore del vino italiano ed internazionale sta vivendo un profondo cambiamento strutturale, relazionale e sopratutto commerciale è nata un’idea per sostenere le piccole e medie cantine italiane. L’idea prende spunto direttamente dal più noto crowdfunding, tentando di avvicinare i consumatori con i produttori attraverso l’ormai utilizzatissimo sistema di […]
  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]

Categorie

di tendenza