Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

“Dammi la mano”: giovani e anziani camminano insieme e conoscono l’Alzheimer

Pubblicato

-

I protagonisti e gli organizzatori del progetto "Dammi la mano" (foto Sergio Zanotti)

Hanno camminato insieme, fianco a fianco, mano nella mano: giovani e anziani hanno percorso una strada a volte in salita, lungo la quale hanno trovato magari degli ostacoli, ma capace di regalare momenti di gioia e attimi che resteranno nel cuore.

Un incontro tra generazioni che ha visto nonni e studenti uniti nella conoscenza e nella sensibilizzazione nei confronti dell’Alzheimer.

“Dammi la mano” è il titolo di un progetto significativo che ha visto il coinvolgimento delle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo “B. Clesio” di Cles e di alcuni ospiti della vicina Apsp Santa Maria.

Pubblicità
Pubblicità

L’aula magna intitolata a Giulia Ippolito ha ospitato ieri mattina all’atto conclusivo di quest’iniziativa realizzata nell’ambito del progetto più ampio “Un abbraccio per l’Alzheimer”, organizzato dal servizio sociale e dall’assessorato alle politiche sociali della Comunità della Val di Non, guidato da Carmen Noldin, e dalle tre strutture per anziani della Valle (Apsp Santa Maria di Cles, Apsp Anaunia di Taio e Cooperativa Stella Montis di Fondo), che in tutto ospitano circa 250 persone.

Giovani e anziani si sono riuniti ieri mattina nell’aula magna intitolata a Giulia Ippolito (foto Sergio Zanotti)

Quest’importante proposta ha visto anche la collaborazione del mensile “Il Melo”, che nell’ultimo numero, grazie all’illustrazione di Danilo Zucal, ha dedicato ampio spazio ai pensieri dei ragazzi, riuniti in un disegno che fa riflettere ed emozionare.

Pubblicità
Pubblicità

Quello di ieri, così come l’ha definito il dirigente scolastico Matteo Lusso, è stato un momento di incontro e ringraziamento, che ha visto grande coinvolgimento da parte degli studenti e degli anziani ospiti della casa di riposo di Cles.

Quando siamo in compagnia di persone anziane – ha sottolineato il dirigente dopo aver ringraziato chi ha reso possibile il progetto – siamo tutti esseri umani migliori. Mi viene in mente la canzone “Il vecchio e il bambino” di Guccini, che parla proprio di quest’incontro tra chi ha tanto tempo davanti e chi ne ha tanto alle spalle. L’uno ha bisogno dell’altro, per crescere e sentirsi bene”.

La parola è passata poi a Carmen Noldin, che ha evidenziato come il progetto sia nato per creare relazioni e come sia importante che le parole cariche d’affetto sulle quali i ragazzi hanno lavorato li accompagnino per tutta la vita.

Oggi siamo qui per onorare il vostro grande e nobile lavoro – ha dichiarato Noldin rivolgendosi alla platea di giovani studenti –. Ricordatevi l’importanza della “medicina del sentimento” e fate in modo che le parole che avete scritto siano sempre con voi”.

È stata quindi la volta dell’intervento della presidente dell’Apsp Santa Maria di Cles Laura Flor, che ha espresso grande soddisfazione per la realizzazione dell’iniziativa. Un’Iniziativa che ha visto la partecipazione anche dei ragazzi del “Laboratorio Bam”, i quali, insieme alla responsabile Patrizia Menapace, hanno realizzato la mostra e l’albero simbolo della vita e delle relazioni.

È toccato quindi alle studentesse e agli studenti di seconda e terza leggere le poesie che hanno scritto, ricche di parole e significati profondi, e illustrare ai presenti i dettagli scientifici sull’Alzheimer in una sorta di intervista condotta da una docente.

Le studentesse hanno letto le loro poesie e illustrato i dettagli scientifici dell’Alzheimer (foto Sergio Zanotti)

Prima delle conclusioni, affidate all’editore e al direttore del “Melo” Paolo Leonardi e Giacomo Eccher, c’è stato spazio anche per le impressioni di Gianmaria, ospite e “fotografo ufficiale”della casa di riposo, che ha espresso tutta la sua gioia per la vita che sta trascorrendo a Cles. “All’inizio, quando sono arrivato in casa di riposo, pensavo sarei diventato una pianta morta, una pianta sintetica – ha raccontato –. Invece ho trovato chi si prende cura di me, ho conosciuto un sacco di amici. Mi sento vivo e pieno di entusiasmo”.

Lo stesso entusiasmo con il quale i ragazzi delle medie hanno partecipato a un progetto nobile, che li ha aiutati a crescere e a diventare persone migliori.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Scuole chiuse e Coronavirus: Carabinieri consegnano i libri a casa
    Da qualche settimana sono in atto i severi controlli lungo le strade e nei centri città di tutta Italia da parte delle forze dell’ordine per il rispetto delle prescrizioni imposte dal Governo per il contenimento della diffusione del Covid – 19. In particolare, i Carabinieri della Provincia di Sondrio, oltre a sorvegliare gli automobilisti e […]
  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]

Categorie

di tendenza