Connect with us
Pubblicità

Trento

Le Biblioteche del territorio – SBT – e di Ateneo sempre più a servizio dell’utenza

Pubblicato

-

La collaborazione del Sistema bibliotecario di Ateneo dell’Università di Trento, con il suo responsabile Vittorio Carrara e l’Ufficio provinciale per il sistema bibliotecario, direttore Sara Guelmi, consente di proporre agevolmente il prestito bibliotecario nazionale ed internazionale presso alcune biblioteche pubbliche del territorio.

L’utente praticamente ritira presso la biblioteca del suo territorio un prestito che prima ritirava alla BUC-Università.

Presentato in Sala Belli dal dirigente dipartimento istruzione e cultura Roberto Ceccato, dai due responsabili citati e da Claudio Ferrari dirigente dell’Unità di missione semplice strategia sviluppo sostenibile 2030 che ha illustrato la grande collaborazione con il Sistema Bibliotecario Trentino sugli obiettivi Agenda 2030.

Pubblicità
Pubblicità

L’intento del prestito bibliotecario nazionale e internazionale è quello di garantire pari opportunità di accesso alla conoscenza.

Il servizio di prestito interbibliotecario nazionale e internazionale offre agli utenti uno sguardo di apertura al mondo pur restando in prossimità della propria residenza.

Presentando l’iniziativa, il responsabile della Biblioteca Universitaria Centrale (BUC) Vittorio Carrara, ha riferito che “su 57.000 prestiti fatti dal Sistema Bibliotecario di Ateneo (SBA) lo scorso anno, circa 10.000 sono prestiti interbibliotecari. Vale a dire che 47.000 sono opere che gli utenti prendono in prestito direttamente nelle biblioteche dell’Università degli Studi di Trento e 10.000, cioè il 17%, sono opere che circolano tra biblioteche o perchè i lettori si rivolgono a noi per chiederle a altri o perchè le altre biblioteche le chiedono a noi per i lettori“.

Quale è la novità?

Finora il regolamento prevedeva che il lettore venisse fisicamente al nostro ufficio, alla BUC, quartiere Albere, a ritirare il volume o la stampa dell’articolo richiesto. Ora invece, per favorire i lettori che abitano lontano dal capoluogo, reindirizzandoli alla rispettiva biblioteca di riferimento, diventa una sorta di terminale periferico del servizio e l’utente, e pure la Biblioteca ne traggono vantaggio“.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

In effetti le Biblioteche territoriali in questo modo aumentano la loro capacità di soddisfare i bisogni dell’utenza.

Per garantire un servizio di copertura dell’intero territorio provinciale, fanno sapere dal Sistema Bibliotecario Trentino, e grazie al confronto con i responsabili delle biblioteche pubbliche si è convenuto, in questa fase sperimentale, di proporre, senza alcun onere per l’amministrazione, l’attivazione di questo potenziamento del servizio alle biblioteche dei comuni di:
Ala, Andalo, Borgo Valsugana, Brentonico, Cles, Dimaro, Fiera di Primiero, Lavarone, Sen Jan di Fassa, Tione.

I responsabili di queste Biblioteche hanno manifestato interesse e disponibilità alla sperimentazione. A tutti gli altri si chiede cortesemente, all’ente titolare della biblioteca, di comunicare la propria partecipazione, che non comporta oneri aggiuntivi per l’Amministrazione.

Claudio Ferrari, dirigente di UMSE, strategia sviluppo sostenibile Agenda 2030 ha ringraziato per la grandissima collaborazione il Sistema Bibliotecaio Trentino per l’ottimo supporto alla veicolazione e alla promozione di tutto il progetto che la Provincia autonoma sta portando avanti per la definizione della SproSS (Strategia provinciale di Sviluppo Sostenibile).

Peraltro ciò ha permesso “attraverso le biblioteche di territorio di coinvolgere anche molti studenti, per esempio a Borgo Valsugana e al Da Vinci di Trento.

Nonché di coinvolgere le biblioteche degli Istituti scolastici come la biblioteca della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige e altre che mettono a disposizione la collaborazione e gli spazi per una mostra che illustra i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 e i dieci obiettivi prioritari per il Trentino”.

Sara Guelmi, direttore dell’Ufficio SBT, ha evidenziato il ruolo di sensibilizzazione che le Biblioteche devono assumersi per Agenda 2030 e ha rimandato a future iniziative, ancora più pregnanti, in occasione per esempio di M’illumino di meno e della Giornata mondiale dell’acqua (22 marzo 2020).

Pubblicità
Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]

Categorie

di tendenza