Connect with us
Pubblicità

Trento

UNI e Provincia autonoma di Trento pubblicano una guida di supporto alle imprese beneficiarie di fondi pubblici

Pubblicato

-


E’ disponibile da oggi una nuova “guida“, o prassi di riferimento, a supporto alle imprese beneficiarie di incentivi europei, nazionali, regionali e provinciali.

Il documento, frutto di un accordo stipulato tra UNI-Ente Italiano di Normazione e Provincia autonoma di Trento, supporta le pubbliche amministrazioni nello svolgimento delle attività di controllo agevolando al tempo stesso le imprese, a cui fornisce uno standard di “Fascicolo di progetto” per presentare domanda di accesso ai finanziamenti pubblici e in particolare a fondi europei.

Parliamo qui della prassi UNI/PdR 76 Linee guida di supporto alle imprese beneficiarie di incentivi europei, nazionali, regionali e provinciali: la “fascicolazione della documentazione di progetto”.

Pubblicità
Pubblicità

Il documento fornisce, alle imprese che ottengono l’accesso a fondi pubblici a sostegno dello sviluppo imprenditoriale, indicazioni pratico-operative e organizzative per una corretta ed efficiente gestione degli obblighi informativi e documentali legati all’erogazione del finanziamento stesso.

Si tratta di fondi che possono essere erogati sia nell’ambito di iniziative puramente provinciali o regionali, sia, ed è questo il caso cui si riferisce in particolare la prassi, nell’ambito di iniziative che scaturiscono dall’utilizzo di fondi strutturali e di investimento europei, tra cui il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

Pubblicità
Pubblicità

Questi fondi richiedono infatti un elevato livello di sistematizzazione degli obblighi informativi e documentali previsti per la loro gestione e rendicontazione.

Obblighi che consentono all’amministrazione erogatrice un controllo sulla concreta ed effettiva realizzazione dell’intervento, sulla “congruità” dei risultati raggiunti e sulla ammissibilità e rimborsabilità delle spese sostenute.

Una volta che il progetto presentato è stato ammesso al finanziamento, ciascun beneficiario deve organizzare il “Fascicolo di progetto” nel quale inserire in modo tempestivo e ordinato tutta la documentazione necessaria per rispettare gli obblighi imposti.

Questa prassi fornisce proprio uno standard comune di Fascicolo di progetto che viene messo a disposizione delle imprese che presentano domanda e ottengono il contributo richiesto.

Occorre sottolineare come tale modello di fascicolazione è stato costruito grazie all’esperienza pluriennale maturata dai C.A.T. – Centri di assistenza tecnica – che, secondo quanto disposto dal d.lgs. 31 marzo 1998, n. 114, forniscono, assieme ad altre attività, assistenza alle imprese che intendono accedere ai finanziamenti pubblici.

Infatti, la redazione della prassi di riferimento trova il suo punto di partenza proprio dalla volontà dei C.A.T. di mettere a disposizione e condividere la loro rilevante esperienza in materia di supporto alle imprese nella richiesta di incentivi erogati o riconosciuti dalle diverse amministrazioni pubbliche.

Destinatari della UNI/PdR 76 sono quindi le imprese, gli individui o altri organismi (reti di imprese, consorzi, ecc.) che a seguito della partecipazione a un bando abbiano ottenuto un contributo per la realizzazione dell’intervento presentato.

Attraverso la definizione della prassi – spiega l’assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro – la Provincia intende fornire alle imprese un valido strumento capace di guidare le stesse durante tutta la fase di gestione e attuazione del progetto o dell’iniziativa per i quali è stato richiesto un finanziamento pubblico.

La prassi – prosegue l’assessore – rappresenta quindi un importante strumento capace di sostenere lo sviluppo imprenditoriale, agevolando le imprese nell’accesso ai fondi pubblici attraverso una guida che si pone l’obiettivo di raggiungere una semplificazione bidirezionale, sia dal lato delle imprese che dal lato delle amministrazioni pubbliche controllanti, che grazie allo strumento della fascicolazione potranno velocizzare e razionalizzare le procedure di controllo.

Un ringraziamento particolare va ai C.A.T. delle diverse associazioni di categoria che, con spirito collaborativo, hanno lavorato alla redazione del documento, condividendo e mettendo a fattor comune la loro esperienza, nonché alla Federazione Trentina della Cooperazione che ha sottoscritto il Protocollo d’intesa per la realizzazione della Prassi”.

Aderire a questa prassi di riferimento – spiega il presidente UNI Piero Torretta – significa, per le imprese, migliorare la propria capacità amministrativa organizzando sin dall’inizio tutta la documentazione necessaria per un dato adempimento e, per le amministrazioni, avere la possibilità di effettuare controlli più veloci ed efficienti anche grazie a documenti prodotti secondo uno schema standardizzato”.

Scopo della normazione – prosegue Torretta – è infatti quello di contribuire al miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia del sistema socio-economico, fornendo gli strumenti di supporto alla semplificazione, all’innovazione e alla competitività”.

La predisposizione della Prassi di Riferimento è stata preceduta da un Tavolo di lavoro composto da esperti dell’amministrazione della Provincia autonoma di Trento e da esperti esterni.

Tra gli obiettivi del documento l’esigenza che esso risponda a criteri di proporzionalità, coordinamento e programmazione, collaborazione, razionalizzazione e progressiva informatizzazione. Il tutto per ridurre duplicazioni e sovrapposizioni ed eliminare attività di controllo non necessarie per la tutela degli interessi pubblici.

Le prassi di riferimento: cosa sono – Le prassi di riferimento sono documenti che introducono prescrizioni tecniche o modelli applicativi settoriali di norme tecniche, elaborati sulla base di un rapido processo di condivisione ristretta ai soli autori, e costituiscono una tipologia di documento para-normativo nazionale che va nella direzione di trasferimento dell’innovazione e di preparazione dei contesti di sviluppo per le future attività di normazione, fornendo una risposta tempestiva ai mercati in cambiamento.

Le prassi di riferimento sono liberamente scaricabili dal sito UNI www.uni.com accedendo alla sezione “Catalogo”.

Chi è l’UNI, Ente Italiano di Normazione – L’Ente Italiano di Normazione è un’associazione privata senza scopo di lucro, i cui soci, oltre 4.000, sono imprese, liberi professionisti, associazioni, istituti scientifici e scolastici, pubbliche amministrazioni.

Dal 1921 svolge attività di normazione tecnica in tutti i settori industriali, commerciali e del terziario ad esclusione di quello elettrico ed elettrotecnico. Le norme sono documenti che definiscono le caratteristiche (prestazionali, ambientali, di sicurezza, di organizzazione ecc.) di un prodotto, processo, servizio o professione, secondo lo “stato dell’arte” e sono il risultato del lavoro di decine di migliaia di esperti in Italia e nel mondo.

In estrema sintesi, sono documenti che definiscono “come fare bene le cose” garantendo sicurezza, rispetto per l’ambiente e prestazioni certe.

Il ruolo dell’UNI, quale Organismo nazionale italiano di normazione, è stato riconosciuto dal Decreto Legislativo 223/2017 sulla normazione tecnica. UNI partecipa, in rappresentanza dell’Italia, all’attività di normazione internazionale ISO ed europea CEN.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]

Categorie

di tendenza