Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto, il triste deserto dopo il tramonto

Pubblicato

-

L’Amministrazione Valduga l’ha trasformata in una città-dormitorio.

Un triste primato di cui la seconda città del Trentino vorrebbe fare volentieri a meno.

Dopo il tramonto la città della quercia diventa terra di nessuno, un vero e proprio deserto, come testimoniato dalle immagini scattate proprio ieri sera, poco prima delle 20, che mostrano strade e piazze del centro desolatamente vuote, in un assordante silenzio che è più eloquente delle tante promesse fatte in questi anni dal sindaco uscente Francesco Valduga e dalla sua Amministrazione.

Pubblicità
Pubblicità

Belle parole, secondo la ben nota “eloquentia” del primo cittadino ormai in scadenza, che però non incantano più nessuno da molto tempo.

La città sta morendo, manca una politica di sviluppo, mancano grandi eventi in grado di attirare visitatori e turisti, manca un’azienda di promozione turistica che vada al di là della distribuzione di contributi e dal rivendicare un ruolo che non ha mai esercitato, incapace di progettare una vocazione turistica per Rovereto e di promuoverla sui mercati.

Pubblicità
Pubblicità

Le recenti chiusure di botteghe storiche come la Macelleria Zenatti, il trasferimento fuori dal centro di altre realtà (Tecnisan ortopedia, Cabas articoli sportivi), testimonia come la città della quercia non eserciti più l’antico appeal su imprenditori ed investitori.

La sera, però, la situazione da inquietante diventa addirittura drammatica: il teatro Zandonai, uno dei più belli del nord Italia, riaperto nel 2014 dopo i 12 anni di un eterno restauro costato 25 milioni di euro ai contribuenti, aperto solo per poche serate, riservate ad eventi che non attirano certo appassionati da fuori; serate e spettacoli destinati perlopiù ai roveretani, che ormai da tempo non vivono più la “loro” città di sera, correndo dopo gli spettacoli in fretta e furia a casa.

Un’affermazione confermata dal fatto che sono davvero pochissimi i pubblici esercizi che eroicamente insistono nel proporre eventi e spettacoli musicali, sfidando la facile ira dei residenti del centro, solerti nell’invocare l’intervento delle forze dell’ordine al primo, minimo rumore, senza che l’Amministrazione comunale sia in grado di tutelarne il diritto a lavorare.

Rovereto città accogliente? Città nella quale è bello vivere? Città a misura di giovani e studenti universitari (che pure sono ben 1600 iscritti al Polo universitario roveretano)? Assolutamente no.

Nonostante gli sforzi di quegli imprenditori che hanno investito su Rovereto e continuano a credere nella sua rinascita, l’Amministrazione comunale in questi 5 anni non ha saputo proporre nulla per rilanciarla, al di là di tanti proclami “Valduga-style”.

Nel 2016 aveva lanciato ben due nuovi regolamenti comunali: quello di “civile convivenza” e quello per “la valorizzazione, la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani”.

Bene, direte voi, certo. Peccato che 4 anni dopo di questi regolamenti annunciati in pompa magna ed oggetto anche di una fallimentare “call to action” on line da parte del Comune (andata praticamente deserta) si siano perse le tracce!

Una delle tante promesse non mantenute dal sindaco Valduga.

Bene, puntiamo sul turismo per vivacizzare la città: peccato che nel programma di legislatura dell’Amministrazione uscente la parola “turismo” non venga neppure accennata ed infatti l’assessore a commercio, turismo e artigianato Ivo Chiesa su questo strategico settore di sviluppo economico non ha mai dato segni di vita: semplicemente non pervenuto.

Rovereto by night, dopo i fasti degli anni ‘70 e ‘80, quando arrivavano pure da Bolzano e Verona, oltre che da Trento, per trovare divertimento e serate vivaci, ormai non esiste più.

Grazie alle politiche urbanistiche del sindaco Valduga, che ha stabilito il record di aperture di nuovi supermercati nei 5 anni del suo mandato, Rovereto è vista da tutti come la città del low cost, la capitale dei discount e degli ipermercati.

Una grave responsabilità politica, della quale dovrà rendere conto ai suoi concittadini il 3 maggio prossimo, visto che avrà il coraggio di ripresentarsi, insieme agli “ex nemici” del Pd.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]

Categorie

di tendenza