Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto, il triste deserto dopo il tramonto

Pubblicato

-

L’Amministrazione Valduga l’ha trasformata in una città-dormitorio.

Un triste primato di cui la seconda città del Trentino vorrebbe fare volentieri a meno.

Dopo il tramonto la città della quercia diventa terra di nessuno, un vero e proprio deserto, come testimoniato dalle immagini scattate proprio ieri sera, poco prima delle 20, che mostrano strade e piazze del centro desolatamente vuote, in un assordante silenzio che è più eloquente delle tante promesse fatte in questi anni dal sindaco uscente Francesco Valduga e dalla sua Amministrazione.

Pubblicità
Pubblicità

Belle parole, secondo la ben nota “eloquentia” del primo cittadino ormai in scadenza, che però non incantano più nessuno da molto tempo.

La città sta morendo, manca una politica di sviluppo, mancano grandi eventi in grado di attirare visitatori e turisti, manca un’azienda di promozione turistica che vada al di là della distribuzione di contributi e dal rivendicare un ruolo che non ha mai esercitato, incapace di progettare una vocazione turistica per Rovereto e di promuoverla sui mercati.

Le recenti chiusure di botteghe storiche come la Macelleria Zenatti, il trasferimento fuori dal centro di altre realtà (Tecnisan ortopedia, Cabas articoli sportivi), testimonia come la città della quercia non eserciti più l’antico appeal su imprenditori ed investitori.

Pubblicità
Pubblicità

La sera, però, la situazione da inquietante diventa addirittura drammatica: il teatro Zandonai, uno dei più belli del nord Italia, riaperto nel 2014 dopo i 12 anni di un eterno restauro costato 25 milioni di euro ai contribuenti, aperto solo per poche serate, riservate ad eventi che non attirano certo appassionati da fuori; serate e spettacoli destinati perlopiù ai roveretani, che ormai da tempo non vivono più la “loro” città di sera, correndo dopo gli spettacoli in fretta e furia a casa.

Un’affermazione confermata dal fatto che sono davvero pochissimi i pubblici esercizi che eroicamente insistono nel proporre eventi e spettacoli musicali, sfidando la facile ira dei residenti del centro, solerti nell’invocare l’intervento delle forze dell’ordine al primo, minimo rumore, senza che l’Amministrazione comunale sia in grado di tutelarne il diritto a lavorare.

Rovereto città accogliente? Città nella quale è bello vivere? Città a misura di giovani e studenti universitari (che pure sono ben 1600 iscritti al Polo universitario roveretano)? Assolutamente no.

Nonostante gli sforzi di quegli imprenditori che hanno investito su Rovereto e continuano a credere nella sua rinascita, l’Amministrazione comunale in questi 5 anni non ha saputo proporre nulla per rilanciarla, al di là di tanti proclami “Valduga-style”.

Nel 2016 aveva lanciato ben due nuovi regolamenti comunali: quello di “civile convivenza” e quello per “la valorizzazione, la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani”.

Bene, direte voi, certo. Peccato che 4 anni dopo di questi regolamenti annunciati in pompa magna ed oggetto anche di una fallimentare “call to action” on line da parte del Comune (andata praticamente deserta) si siano perse le tracce!

Una delle tante promesse non mantenute dal sindaco Valduga.

Bene, puntiamo sul turismo per vivacizzare la città: peccato che nel programma di legislatura dell’Amministrazione uscente la parola “turismo” non venga neppure accennata ed infatti l’assessore a commercio, turismo e artigianato Ivo Chiesa su questo strategico settore di sviluppo economico non ha mai dato segni di vita: semplicemente non pervenuto.

Rovereto by night, dopo i fasti degli anni ‘70 e ‘80, quando arrivavano pure da Bolzano e Verona, oltre che da Trento, per trovare divertimento e serate vivaci, ormai non esiste più.

Grazie alle politiche urbanistiche del sindaco Valduga, che ha stabilito il record di aperture di nuovi supermercati nei 5 anni del suo mandato, Rovereto è vista da tutti come la città del low cost, la capitale dei discount e degli ipermercati.

Una grave responsabilità politica, della quale dovrà rendere conto ai suoi concittadini il 3 maggio prossimo, visto che avrà il coraggio di ripresentarsi, insieme agli “ex nemici” del Pd.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Che Pasqua sarebbe senza la torta di carote?
    Conosciuta negli Stati Uniti come “Carrot Cake”, la torta di carote e noci è sicuramente uno di quei piatti che tuti dobbiamo assaggiare almeno una volta nella vita. E quale periodo può essere il più adatto, se non le vacanze di Pasqua? Adorata da grandi e piccini, in realtà, la torta di carote non ha […]
  • Dalla città al bosco: Gli incredibili benefici di vivere con la natura
    Nelle città le persone vivono in condizioni artificiali, più o meno distanti da tutto ciò che sarebbe ideale per loro, circondati da un paesaggio interamente costruito caratterizzato da luci, folla e rumore, in cui tutto richiede scelte, decisioni e velocità. Nonostante la vita urbana comporti in sé anche numerosi vantaggi, sempre più persone tendono ad […]
  • Scuole chiuse e Coronavirus: Carabinieri consegnano i libri a casa
    Da qualche settimana sono in atto i severi controlli lungo le strade e nei centri città di tutta Italia da parte delle forze dell’ordine per il rispetto delle prescrizioni imposte dal Governo per il contenimento della diffusione del Covid – 19. In particolare, i Carabinieri della Provincia di Sondrio, oltre a sorvegliare gli automobilisti e […]
  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]

Categorie

di tendenza