Connect with us
Pubblicità

Politica

I clamorosi autogol di Franco Ianeselli il «compagno» travestito da moderato

Pubblicato

-

Nella foto Franco Ianeselli durante l'incontro avuto ieri con l'iman Aboulkheir Breigheche

Comincia ad uscire l’anima dell’estrema sinistra che contraddistingue ormai da anni il candidato sindaco Franco Ianeselli.

In nome della coalizione Ianeselli può sopportare molto, ma non tutto.

Come può un candidato di sinistra (estrema) come lui presenziare ad una celebrazione, seppur istituzionale, degli italiani gettati nelle foibe dai partigiani titini?

Pubblicità
Pubblicità

Impossibile anche perché avendo come obiettivo anche i voti dell’Anpi, la situazione poteva diventare compromettente.

Dopo aver negato per anni che nell’ex Jugoslavia fossero state assassinate 10 mila persone fra anziani, donne e bambini colpevoli solo di essere italiani e nella migliore delle ipotesi giustificarne l’eccidio, come ritorsione nei confronti dell’occupazione italiana, adesso la tattica è cambiata.

L’Anpi rivendica la partecipazione alle celebrazioni dove più che parlare dei crimini dei partigiani jugoslavi, spesso portati a termine con la collaborazione di quelli italiani, preferiscono parlare di fascismo.

A questo punto il presenzialista ed opportunista Ianeselli cosa fa? Presenzia in modo fulmineo alla cerimonia istituzionale organizzata per le vittime delle Foibe tanto per farsi vedere e fotografare ed a seguire velocissima fuga dai palazzi comunali. (foto)

La sua presenza pare sia durata nemmeno 5 minuti. 

Della serie: l’ideologia politica d’origine non si tradisce, sono un compagno e tale resto.

«Il candidato Sindaco Ianeselli appare e scompare da un incontro a ricordo delle vittime delle Foibe: nei fatti, una comparsata per la campagna elettorale – scrive la consigliera Katia Rossato – so benissimo cosa significhi fare una campagna elettorale, ma mancano 3 mesi alle elezioni e il rispetto per le vittime italiane, tra cui donne e bambini, ci deve essere».

Ma Ianeselli dopo alcune settimane vissute sotto copertura da finto moderato, inizia a uscire allo scoperto e dopo l’apparizione – fuga dalla cerimonia per i Martiri delle Foibe, cosa s’inventa?

L’incontro con la comunità musulmana per conoscere i problemi vissuti in città. Mossa sincera? Poco credibile, piuttosto semplice mossa elettorale della serie “Bonaccini docet”.

A Bologna la vittoria della sinitra è arrivata anche grazie alle preferenze della comunità mussulmana che negli anni ha avuto il diritto di voto.

Se è andata bene a Bologna perché non provarci anche a Trento, avrà pensato Ianeselli.

Detto fatto e poi poco importa se a fare gli onori di casa sia stato il discusso imam di Trento Aboulkheir Breigheche, fan del presidente turco Erdogan e vicino ai Fratelli musulmani, un sostenitore dell’invasione turca della Siria e dello sterminio dell’eroico popolo curdo.

L’iman Trentino era stato ripreso in una foto a fianco di due jihadisti dell’Isis. (qui articolo e foto)

Con due mosse, ma staremo a vedere le altre, Ianeselli inizia a mostrare il suo vero volto che non è di certo quello di esponente moderato di centro sinistra, ma semplicemente un “ compagno” a tutto tondo simpatizzante dei centri sociali e degli anarchici che da anni stanno distruggendo la bellezza della nostra città.

Alessia Ambrosi (Lega) dopo l’incontro di Ianeselli con l’iman Breigheche parla di «Brutta pagina per la città e uno schiaffo ai moderati e chi vuole il dialogo»

La consigliera provinciale ricorda che l’iman si è fatto fotografare in compagnia di due assassini dello Stato Islamico e che lo stesso ha sempre tentato di autoproclamarsi rappresentante di tutti i cittadini di fede islamica residenti in provincia, verosimilmente solo per captatio benevolentiae nei confronti delle Amministrazioni locali.

Ambrosi poi si chiede: «Cosa gli ha promesso Ianeselli in cambio del sostegno elettorale?»

«Me lo chiedo nella consapevolezza che il dialogo con l’Islam non possa e non debba attraverso una “sottomissione” culturale e politica – aggiunge Ambrosi –  che la sinistra sposa in cambio di una manciata di voti alle prossime elezioni comunali. Un politico serio e capace deve saper scegliere i suoi interlocutori, e non dialogare con chi è considerato un estremista anche da molte persone della sua stessa fede. Trento non merita un sindaco come Ianeselli! E una domanda finale: perché Ianeselli, così attivo sui social a raccontare le sue gesta anche nelle minuzie, non ha citato su Facebook l’incontro di ieri con l’iman estremista? Ha per caso qualcosa da nascondere? E, se sì, che cosa?»

Stride invece il fatto che Franco Ianeselli non abbia condannato i gesti vandalici di alcuni giorni fa perpetrati ancora una volta dai centri sociali e dagli antagonisti anarchici nei confronti della città di Trento o non sia andato davanti alla targa delle Foibe in Largo Pigarelli a lasciare un fiore. Già, meglio andare a mangiare nei ristoranti cinesi e a parlare di nuove moschee insieme all’Iman Aboulkheir Breigheche. 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Che Pasqua sarebbe senza la torta di carote?
    Conosciuta negli Stati Uniti come “Carrot Cake”, la torta di carote e noci è sicuramente uno di quei piatti che tuti dobbiamo assaggiare almeno una volta nella vita. E quale periodo può essere il più adatto, se non le vacanze di Pasqua? Adorata da grandi e piccini, in realtà, la torta di carote non ha […]
  • Dalla città al bosco: Gli incredibili benefici di vivere con la natura
    Nelle città le persone vivono in condizioni artificiali, più o meno distanti da tutto ciò che sarebbe ideale per loro, circondati da un paesaggio interamente costruito caratterizzato da luci, folla e rumore, in cui tutto richiede scelte, decisioni e velocità. Nonostante la vita urbana comporti in sé anche numerosi vantaggi, sempre più persone tendono ad […]
  • Scuole chiuse e Coronavirus: Carabinieri consegnano i libri a casa
    Da qualche settimana sono in atto i severi controlli lungo le strade e nei centri città di tutta Italia da parte delle forze dell’ordine per il rispetto delle prescrizioni imposte dal Governo per il contenimento della diffusione del Covid – 19. In particolare, i Carabinieri della Provincia di Sondrio, oltre a sorvegliare gli automobilisti e […]
  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]

Categorie

di tendenza