Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Domenica a Lavis «Magazzino 18»: Simone Cristicchi racconta il simbolo di un’enorme amnesia

Pubblicato

-

Il dramma degli italiani gettati vivi nelle foibe dai partigiani titini, ma anche quello dell’esodo forzato di famiglie, donne, bambini ed anziani dalle terre nelle quali erano nati, è il tema di “ Magazzino 18” tragedia teatrale di Simone Cristicchi che andrà in scena all’Auditorium Comunale di Lavis domenica 16 febbraio a partire dalle 21.

La storia s’ispira al grande deposito ancor oggi aperto a Trieste che contiene i beni degli italiani che costretti ad abbandonare la Jugoslavia di erano dispersi sul territorio italiano.

Di molti ad arrivare a Trieste sono stati solo i beni personali, perché i loro proprietari sono stati assassinati lungo la lunga strada percorsa a piedi o con mezzi di fortuna.

Pubblicità
Pubblicità

Cristicchi racconta il dramma degli esuli, del massacro di massa degli italiani vittime della pulizia etnica voluta da Tito, ma anche della nostalgia che provava chi una volta in salvo pensava alla terra nella quale era nato: “ Come si fa a morire di malinconia?

Nel 2015 la recita era entrata anche nella stagione di prosa del centro servizi culturali santa Chiara e si era conclusa con una standing ovation.

Al Teatro Sociale in quel frangente il pubblico visibilmente commosso aveva accolto con calore un coraggioso Simone Cristicchi, che si era cimentato nel raccontare e cantare, dopo settant’anni di oblio, una storia messa in disparte da tempo: quella degli esuli giuliani.

È il luogo che testimonia una pagina dolorosa, spesso volutamente accantonata, della storia italiana: quella dell’esodo giuliano-dalmata. È un’accozzaglia disordinata di masserizie impolverate. Una sedia, accatastata assieme a moltissime altre, porta un nome, un numero, una sigla, e la dicitura “Servizio Esodo”.

Come questa riposano, forse non in pace, moltissimi altri attimi di vita quotidiana: infinite schiere di armadi tristemente vuoti, ltti di sogni infranti, e ancora pianoforti, giocattoli, stoviglie, diari, fotografie, lettere, speranze. Non un monumento commemorativo: è il Magazzino 18 al Porto Vecchio di Trieste.

Di questa immensa tragedia quasi nessuno sa nulla. Oltre sessant’anni fa, questa montagna di suppellettili fu consegnata al Servizio Esodo dai legittimi proprietari, gli italiani d’Istria, Fiume e Dalmazia, un attimo prima di abbandonare la propria terra Natale e cancellare così la propria identità.

Ma a molti è andata anche peggio, parliamo delle migliaia di persone trucidate e buttare nelle cavità carsiche, molti ancora vivi, dai partigiani del maresciallo Tito, conosciute come le «Vittime delle Foibe». 

Cristicchi racconta in modo crudo gli ultimi istanti di alcuni di loro, e lo fa commuovendosi per lo strazio e l’aberrante idea del comunismo che ha portato dolore, terrore e morte.

Ogni storia viene narrata da Cristicchi con un registro vocale, un costume, un’atmosfera scenica e musicale differente, dando vita a una festa di linguaggi che trasforma il reportage storico in una nuova forma d’arte, definita dallo stesso Cristicchi e dal regista Antonio Calenda come un “musical-civile”: un attore-cantante in scena che gioca con la musica e, di volta in volta, indossa gli abiti di un personaggio diverso.

Un appuntamento con la storia contemporanea da non perdere con un immenso Simone Cristicchi 

Qui puoi leggere la recensione a cura di Arianna Conci

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]
  • Coronavirus: sanificare le mascherine per riutilizzarle in mancanza di nuove
    Da molti giorni l’Italia sta vivendo l’ormai nota emergenza Coronavirus che, oltre al periodo di quarantena forzata richiede l’utilizzo in caso di spostamenti, di particolari presidi di protezione individuale come il disinfettante per le mani o le tipiche mascherine. Mascherine che, dall’inizio dell’allarme hanno subito un aumento vertiginoso della domanda rendendole non solo introvabili, ma […]
  • Italia: Paese “green” e leader delle rinnovabili
    Troppo spesso, l’Italia è abituata ad occupare gli ultimi posti nelle classifiche europee, alimentando i pregiudizi sul Bel Paese che in alcuni settori, quando vuole, sembra essere incredibilmente ed indubbiamente qualificato. Infatti, secondo il rapporto condotto dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ( ISPRA) seguito poi da un’analisi dell’Agenzia Nazionale per l’Energia, […]

Categorie

di tendenza