Connect with us
Pubblicità

Politica

Tutto il centrodestra ricorda le vittime delle Foibe, Baracetti: «Immane tragedia troppo a lungo taciuta e dimenticata»

Pubblicato

-

Sono stati molti gli esponenti politici che oggi hanno voluto commemorare la giornata del ricordo in Largo Pigarelli a Trento

Davanti alla targa delle vittime delle Foibe c’è chi ha deposto un mazzo di fiori, chi si è fermato a dire una preghiera, chi ha ricordato quei terribili momenti dove il terrore comunista assassinava oltre 10 mila persone, quasi tutti civili, e costringeva 350 mila persona a lasciare le proprie case.

Nella tarda mattinata una delegazione di Agire per il Trentino guidata dal coordinatore provinciale Sergio Binelli ha deposto un mazzo di fiori sotto la targa che ricorda le vittime delle Foibe.

PubblicitàPubblicità

Poi è stata la volta del segretario della Lega Mirko Bisesti insieme all’onorevole Martina Loss e al consigliere provinciale Denis Paoli che si sono fermati lungamente a pregare davanti alla targa.

Nel pomeriggio è stata la volta del consigliere provinciale Claudio Cia e del candidato sindaco della coalizione del centro destra autonomista Alessandro Baracetti. 

Pubblicità
Pubblicità

«È un’immane tragedia ed una pagina di storia troppo a lungo taciuta e dimenticata, come ha evidenziato anche il presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella»ha dichiarato Baracetti

Per il consigliere provinciale Claudio Cia «Le ideologie ruotano spesso intorno a un profondo vuoto interiore e quando si impongono trascinano l’umanità in un mostruoso buco nero dove tutto si perde. Ricordare le tragedie generate dalle ideologie significa riconoscere i mostri e le vittime di una follia che ha negato a loro la dignità propria dell’essere umano. Sono tragedie che appartengono a tutti noi e il ricordo deve unirci per riconoscere la verità, la sola che può far riposare in pace i tanti uomini, donne e bambini vittime della follia ideologica che solo l’uomo sa generare. Una verità che è l’antidoto a nuove tragedie»

Stamani tre classi dell‘ITT Guglielmo Marconi di Rovereto, insieme al presidente della Provincia autonoma di Trento, hanno partecipato – per la prima volta in veste istituzionale – alla cerimonia organizzata dal Comune di Trieste nel Giorno del Ricordo alla foiba di Basovizza.

Poco prima, la partecipazione silenziosa ad un altro momento solenne, la deposizione delle corone d’alloro davanti alla Foiba di Monrupino, alla presenza di rappresentanti dello Stato e delle amministrazioni locali.

Riferendosi alle parole del Presidente della Repubblica Mattarella che nell’aprire le cerimonie del Giorno del Ricordo ha definito il dramma delle foibe una “sciagura nazionale”, il governatore trentino ha posto l’accento sulla necessità di coinvolgere il mondo scolastico. “Per questo – ha aggiunto – dopo l’esperienza dello scorso anno con i ragazzi che hanno visitato Auschwitz, quest’anno ho voluto accompagnare al Sacrario della Foiba di Basovizza gli studenti del Marconi di Rovereto impegnati in un percorso formativo sulla storia del confine Nord Orientale”.

Il presidente della Provincia autonoma di Trento ha poi sottolineato anche la necessità di evitare strumentalizzazioni e soprattutto negazionismo, perché “confrontarsi con la storia delle foibe vuol dire andare alla radici delle grandi tragedie prodotte nel secolo scorso dai nazionalismi, in questo caso dal totalitarismo comunista, dalle dittature, dall’intolleranza e dal pregiudizio razziale”.

Sono state numerose le cerimonie di commemorazione della giornata del ricordo anche ieri e in tutto il Trentino.

Una settantina di militanti di CasaPound hanno voluto presenziare, come ogni anno, al giorno del ricordo davanti alla lapide di Largo Pigarelli ieri sera.

Nel pomeriggio a rendere omaggio alle vittime delle Foibe era stato il presidente di Fratelli d’Italia di Riva del Garda Silvio Salizzoni che insieme al candidato sindaco del centrodestra Cristina Santi ha deposto un mazzo di fiori a ricordo e commemorazione dell’eccidio delle Foibe.

A tenere viva la memoria del terribile eccidio costato la vita a 10 mila persone, per lo più civili, ci ha pensato anche il Blocco Studentesco che nella notte ha affisso sui muri di centinaia di scuole in tutt’Italia degli striscioni. (Foto striscioni affissi vicino al Muse)

Ogni anno il ricordo di queste vittime innocenti diventa più struggente, intenso e vivo nella comunità trentina da sempre vicino a chi ha sofferto combattendo il terrore del comunismo.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]

Categorie

di tendenza