Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Ospitar Cavareno: più di 300 presenze durante la prima stagione estiva. Al via ora il corso gratuito “Turismo e ospitalità”

Pubblicato

-

A poco più di un anno dalla nascita del progetto di ospitalità diffusa “Ospitar Cavareno”, avviato dall’amministrazione comunale e sostenuto dalla Provincia, è tempo di tracciare un primo bilancio in alta Val di Non.

La prima stagione estiva ha visto online 4 “ciase” che nei tre mesi da luglio a settembre hanno fatto registrare più di 300 presenze.

Tra queste il 21% erano turisti stranieri, mentre il 79% erano italiani. Sono arrivati in coppia l’83% dei villeggianti (per la maggior parte giovani coppie), che hanno soggiornato in media 5 giorni.

Pubblicità
Pubblicità

Sono state particolarmente apprezzate dagli ospiti la qualità delle case, che hanno tutte ottenuto delle ottime recensioni, la cortesia e la disponibilità. Ma anche la bellezza del territorio e il rapporto con la gente del posto.

Ci sono naturalmente anche aspetti sui quali si può migliorare, come il numero di abitazioni aderenti al progetto (le iscrizioni sono ancora aperte) e la partecipazione del territorio.

Anche per questo alla fine di febbraio partirà il corso gratuito “Turismo e ospitalità”, rivolto a tutte le persone intenzionate a capire come funziona il turismo delle seconde case con tutti gli aspetti fiscali connessi e i rapporti con i portali turistici.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta di un corso di formazione di 10 ore aperto agli abitanti o a chi ha una casa da affittare in Val di Non.

La proposta, finanziata all’interno del progetto “Ospitar Cavareno”, prenderà il via il 27 febbraio alle 19.30 al centro sportivo Arena Sport Village (Tennis Halle) di Cavareno e proseguirà per 4 giovedì fino al 19 marzo. L’obiettivo è fornire le basi conoscitive necessarie per affrontare il mondo degli affitti turistici in appartamento sul nostro territorio.

Saranno diversi gli argomenti trattati: la Val di Non come comunità accogliente, il business plan in ambito turistico (obiettivi, target e costi), la comunicazione e il marketing (dai social al sito vetrina), fino alla parte più operativa degli adempimenti burocratici (web alloggiati e tassa di soggiorno) e la messa online delle strutture tramite le OTA (booking, airbnb, feratel)

La scadenza delle iscrizioni è fissata al 21 febbraio prossimo. Per qualsiasi informazione è possibile accedere al sito internet www.ospitarcavareno.it, oppure scrivere un’e-mail all’indirizzo info@ospitar.it o chiamare il numero 0461.095196.

L’Alta Valle, la Valle di Rumo e l’Altopiano della Predaia, ma in generale tutta la Val di Non, hanno un enorme potenziale turistico ancora inespresso – spiega l’amministrazione comunale di Cavareno –. L’ospitalità diffusa può contribuire a rilanciare i tanti piccoli Comuni che in questo momento soffrono per la carenza di lavoro e la lontananza dalla città. La ristrutturazione degli edifici sfitti può riportare slancio, opportunità di lavoro e più decoro ai nostri centri storici. Ci sono territori in Trentino dove l’afflusso turistico andrebbe contingentato, altri, come il nostro, dove il turismo andrebbe potenziato, visti gli ampi margini di crescita. Le nostre zone meritano considerazione e attenzione, oggi più di ieri”.

UN PROGETTO VIRTUOSO DI OSPITALITÀ DIFFUSA – Il progetto “Ospitar Cavareno” nasce con l’obiettivo di valorizzare il paese dell’alta Val di Non, farlo conoscere, farlo vivere in tutti i suoi aspetti.

Non si tratta solamente di un progetto turistico, ma è un’esperienza di ospitalità, una comunità che apre le porte delle proprie case e accoglie i “furesti” (stranieri) in piena tradizione trentina.

Per fare questo viene attivato un circuito che promuove l’ospitalità turistica privata attraverso la riqualificazione delle seconde case e la riattivazione del tessuto comunitario (proprietari di case, ma anche esercenti, artigiani, associazioni, privati cittadini, ecc.). Una comunità che apre le porte del proprio paese, dunque, e si dà da fare per raccontarsi.

L’obiettivo del progetto è quello di creare un sistema di ospitalità diffusa che faccia leva sul turismo per mettere a valore le seconde case e generare un circuito virtuoso di sviluppo territoriale, che possa contribuire alla manutenzione del patrimonio immobiliare e coinvolgere appunto il territorio.

Il sistema di ospitalità diffusa diventa l’occasione per valorizzare le numerose iniziative dell’associazionismo locale, creare cultura del territorio e generare opportunità occupazionali.

Il progetto è stato finanziato al 90% dalla Provincia autonoma di Trento come progetto pilota ed è promosso dal Comune di Cavareno.

Il punto da cui l’amministrazione comunale è partita è la considerazione che troppi alloggi sono inutilizzati, in un paese in cui l’accoglienza turistica potrebbe costituire comunità ed economia.

Così, ha incaricato CBS (Community Building Solutions Società Benefit, una start-up innovativa di Trento) di sviluppare un progetto di ricerca-azione che punta a coinvolgere sia i proprietari degli immobili sfitti, sia i cittadini che possono condividere professionalità e competenze o acquisirne di nuove. Ecco quindi che è nato “Ospitar Cavareno”.

Fra i numerosi partner del progetto ci sono l’Apt, la Comunità della Valle di Non, la Pro Loco, la Charta della Regola, la Cassa Rurale Novella-Alta Val di Non… ma la rete sta crescendo coinvolgendo artigiani locali, realtà commerciali, i proprietari delle seconde case e molti altri.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento1 ora fa

Morte di Sergio Tell: riemerge il problema sicurezza. In via Alto Adige in arrivo due autovelox

Italia ed estero1 ora fa

Parlamento Europeo, approvata Riforma EMA: più poteri per l’Agenzia del Farmaco

Trento1 ora fa

Omicidio Deborah Saltori: Cattoni ora rischia l’ergastolo. L’atto violento aggravato dalla crudeltà

Piana Rotaliana2 ore fa

Raddoppio della linea del Brennero, l’incontro con gli amministratori della Rotaliana

Italia ed estero2 ore fa

Quirinale, Ipotesi voto dall’automobile per i positivi al covid: il parcheggio sarà attrezzato a seggio

Arte e Cultura2 ore fa

«Celebrare per crescere – Speciale Autonomia Trentino Alto Adige»: oggi la prima puntata su Voce24news

Trento2 ore fa

Prodotti vinicoli: alla scoperta dei vini bianchi più amati del momento

Arte e Cultura3 ore fa

Tornano le domeniche gratuite al museo: domenica al Mart l’arte è gratuita

Io la penso così…3 ore fa

Mancato intervento chirurgico: «Completamente abbandonati negandoci così un diritto essenziale alla salute» 

Trento3 ore fa

Il mese prossimo il progetto definitivo per la messa in sicurezza della curva del palloncino

Arte e Cultura3 ore fa

A Trento e a Rovereto ecco “Patria”, la rilettura di Roberto Zappalà sul concetto di patria e di appartenenza

Bolzano15 ore fa

Bolzano: bomba carta contro la sede della Lega

Italia ed estero15 ore fa

Rifiuta di andare a letto con la suocera su invito della futura sposa: salta il matrimonio

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

Coronavirus: 198 nuovi casi nelle Valli del Noce

Trento16 ore fa

Coronavirus: 3 decessi e 2.659 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento2 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento4 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un grande parco…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

Necrologi

Categorie

di tendenza