Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Gran successo per il progetto ASL in Irlanda proposto dall’Istituto Marie Curie nel 2019

Pubblicato

-

Il progetto ASL in Irlanda è stato proposto nel 2019 dal Fondo Sociale Europeo all’Istituto Comprensivo ‘Marie Curie’ di Pergine Valsugana, il quale ha colto questa opportunità a braccia aperte.

Il titolo gratuito lo ha reso accessibile a tutti. Questo è  stato l’aspetto che maggiormente ha spinto una trentina di ragazzi di tutti gli indirizzi a esporre la richiesta di partecipazione, pur essendo il numero di posti riservato a soli 14 alunni delle classi terza e quarte.

Il progetto, della durata di 5 settimane (dal 28 luglio al 1 settembre), finalizzato allo sviluppo di competenze linguistiche, professionali e interculturali, era caratterizzato dalla cosiddetta “full – immersion”, ovvero l’affronto di una realtà culturale e sociale completamente estranea agli studenti.

Pubblicità
Pubblicità

L’alloggio in case-famiglia ed il lavoro in aziende locali, ha permesso tutto ciò, rendendo l’esperienza stimolante sotto tutti gli aspetti, facendo sentire i ragazzi parte di una società diversa ed orientandoli verso un possibile percorso lavorativo.

Attraverso l’intervista ai ragazzi che hanno partecipato capiremo insieme com’è stato strutturato il progetto.

Come si faceva ad accedere al progetto?

Pubblicità
Pubblicità

“E’ stata fatta una selezione basata sulla media dei voti del primo trimestre, sul voto in lingua inglese o sul possesso di certificazione (livello richiesto: B1). Lo studente interessato inoltre doveva presentare una lettera motivazionale e sostenere un colloquio in lingua.”

Gli studenti selezionati hanno partecipato, quindi,  ad un corso in inglese obbligatorio offerto dalla scuola, volto ad approfondire le loro conoscenze sul paese ed a migliorare l’aspetto linguistico, il tutto volto a rendere il gruppo più omogeneo.

Com’è stato il corso di preparazione?

“La preparazione era strutturata su una trentina di ore suddivise tra lezioni individuali e collettive ed è servita soprattutto per il miglioramento dell’inglese. Tuttavia l’obiettivo principale del corso era la formazione di un gruppo solido e direi che siamo riusciti in questo scopo.”

Di ritorno dal progetto, inoltre, gli studenti hanno affermato le loro competenze linguistiche in una certificazione, anch’essa gratuita. Obbligatorio era, invece, la compilazione di un registro durante la permanenza a Cork e la presentazione di una relazione finale al rientro dal progetto.

Com’era la città?

Cork è una vera e propria città giovane, popolata da studenti provenienti da tutto il mondo. Infatti qui abbiamo potuto conoscere tanti ragazzi di diverse nazionalità, come portoghesi, francesi, americani, ma anche trentini. Unica pecca, a mio parere, era la troppa sicurezza presente nella città che, di sera, non permetteva ai minorenni di entrare in nessun locale.”

Cork, che conta 130.000 abitanti, è la seconda città per grandezza dopo Dublino, ed è famosa per essere molto attiva. La sicurezza e la gioventù che abitano questa città fanno sì che molti progetti (Erasmus+ o Asl) vengano indirizzati proprio lì.

Cork

Dove avete alloggiato?

“Abbiamo alloggiato in case-famiglia a coppie. Le famiglie erano molto cordiali e disponibili e ci offrivano un servizio di mezza pensione, il pranzo era dunque a nostre spese.”

Dove lavoravi?

“Ho lavorato presso l’agenzia di viaggi Dawson Travel. Mi sono occupata della contabilità della compagnia e, nonostante la paura iniziale di fronte ad un ambiente ed un lavoro completamente sconosciuto a me, ho imparato presto il mestiere grazie all’aiuto degli altri studenti che lavoravano già in azienda.”

In base al percorso di studi e agli interessi esplicitati dallo studente in un video di presentazione e dal CV in lingua, ognuno è stato indirizzato verso la realtà lavorativa più appropriata a lui.

Come vi muovevate per la città?

“Ci è stata consegnata una ‘leap card’, ovvero una tessera per i trasporti, grazie alla quale potevamo accedere al servizio di trasporti pubblici in città.”

Avevate una figura di riferimento durante la permanenza?

“Il professor Pallanch, insegnante di lingua inglese al Marie Curie, è rimasto con noi per l’intero periodo. Ogni venerdì ci incontravamo con lui per fare il resoconto della settimana e vedere se tutto andava per il verso giusto. Per il resto durante la settimana eravamo del tutto liberi di fare ciò che più ci piaceva, unico vincolo era il coprifuoco, alle 10 per i minorenni e alle 11.30 per i maggiorenni. Inoltre, l’ associazione ‘Partnership International’, che ha permesso la realizzazione del progetto, si è resa disponibile, tramite il referente Chris, a risolvere eventuali problemi familiari o lavorativi.”

Primo giorno di lavoro

Cosa facevate nel tempo libero?

“Nel tempo libero ci riunivano in gruppo e giravamo per la città, visitando monumenti e locali. Molte erano inoltre le attività che la città offriva, come i tipici balli irlandesi il mercoledì sera. Di tanto in tanto, nei week – end, ci spostavamo in cittadine vicine o sul mare per sfruttare al meglio le belle giornate. Abbiamo potuto anche godere delle tre gite organizzate dalla Partnership completamente gratuite, che ci hanno portato, ad esempio, alle famose “Cliffs of Moher”, ovvero le scogliere in Irlanda.”

Cliffs of Moher

Cos’hai tratto da questa esperienza?

“E’ stata un’esperienza fantastica sotto tutte le luci, sul piano lavorativo abbiamo appunto avuto l’opportunità di testare le nostre capacità in un contesto a noi estraneo. Abbiamo praticato molto la lingua e fatto nuove conoscenze, che probabilmente ricorderemo per sempre. Questo penso sia l’aspetto che più mi ha arricchito, l’aver condiviso esperienze fantastiche insieme a persone che mai avremmo pensato di incontrare.”

“Le mie impressioni al riguardo sono molto positive – afferma il professor Pallanch – sia per il risultato ottenuto sia per l’opportunità data ai ragazzi. Per gli studenti infatti è stata un’occasione molto formativa di full-immersion non solo linguistica ma anche professionale e culturale in un paese straniero.  In questo senso rappresenta un’evoluzione dei più tradizionali viaggi studio all’estero. L’organizzazione non è stata facile, ma molta è la soddisfazione finale per tutto il team di coordinamento al quale va il mio ringraziamento per l’indispensabile aiuto sia nell’organizzazione che nel risolvere i problemi incontrati lungo il percorso.”

Hai riscontrato difficoltà?

“All’inizio ero un po’ scettica riguardo al lavoro, la contabilità mi era del tutto nuova, in più non conoscevo il linguaggio specifico. Con il passare delle settimane però ho appreso bene ciò che dovevo fare e l’ho trovato perfino gratificante.

Consiglieresti quest’esperienza?

“Sì, assolutamente. Mi guardo indietro e mi rendo conto di quanti bei ricordi mi restano di quest’esperienza. Complessivamente, con i suoi lati positivi e negativi mi ha aiutato a crescere, ad affrontare un vero e proprio ambiente di lavoro, ma soprattutto mi ha aperto la mente verso nuovi orizzonti, nuovi obiettivi e nuove idee.”

La riuscita di questo progetto viene espressa non solo dagli studenti che vi hanno partecipato, ma anche dal professor Pallanch, che ha seguito il progetto fin dal principio: “Grazie al grande successo che questa esperienza ha riscosso nel 2019, vorremmo che diventasse parte integrante dell’offerta formativa del Marie Curie. Abbiamo dunque presentato domanda di finanziamento anche quest’anno e siamo speranzosi nell’attendere una risposta.” – spiega il Prof.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]
  • Tempo di vacanze: conoscete già l’Hotel Alpen Tesitin a Tesido?
    A Monguelfo si trova un eccezionale luogo di benessere e relax, dove ci si dedica ai piaceri della bella vita. Gli spazi inondati di luce e la piacevole sensazione di essere a proprio agio sono frutto dell’arte dell’accoglienza che si respira dal primo momento durante le vacanze in Val Pusteria all’Hotel Alpen Tesitin. La posizione […]

Categorie

di tendenza