Connect with us
Pubblicità

Trento

CoronaVirus: Italia isola il Virus, salgono a 305 i morti.

Pubblicato

-

In Trentino non ci sono casi di CoronaVirus. A confermarlo ieri è stato il governatore Maurizio Fugatti in una conferenza stampa dove ha spiegato che le cinque persone, universitari e ricercatori arrivati in Trentino venerdì non hanno nessuna sintomatologia riconducibile all’epidemia in atto per la quale l’OMS ha dichiarato l’emergenza mondiale.

I cinque hanno volontariamente deciso, con un meritorio atto di disponibilità nei confronti della comunità trentina, di accettare una permanenza in “isolamento fiduciario” presso l’ex Hotel Panorama di Sardagna (4 persone) e presso una civile abitazione privata (1 persona).

Il Dipartimento della Salute provinciale, unica provincia o regione italiana a farlo, sta distribuendo ad ogni medico di medicina generale ed ogni pediatra un kit con guanti e mascherina.

Pubblicità
Pubblicità

Nel pomeriggio dopo i malumori e i timori degli abitanti di Sardagna è salita in paese la consigliera provinciale Katia Rossato che ha dichiarato che «non ci deve essere nessun panico nei confronti degli ospiti della struttura dell’ex Hotel Panorama e anzi è da lodare il loro comportamento con cui, volontariamente e con responsabilità, si sono proposti alle strutture sanitarie secondo le procedure dell’”isolamento fiduciario”. Al contempo voglio ricordare che l’esposizione al coronavirus può avvenire mediante un contatto strettamente ravvicinato con la persona malata, non con contatti distanti con una persona asintomatica. Le misure messe in atto in Trentino sono all’avanguardia per gestire al meglio la situazione. Questa notizia può metterci al riparo da ogni pericolo? Certamente no, ma risulta inopportuno creare una psicosi semmai per proprio tornaconto».

Intanto le vittime sono salite a 315 e di registra il primo caso di morte per il virus fuori dalla Cina. Si tratta di un cittadino cinese di 44 anni, morto nelle Filippine.

I dati del governo cinese parlano di 15 mila contagiati ma altre fonti non governative citano invece 120 mila persone ammalate, mille delle quali in condizioni critiche.

Oltre 50 mila le persone sotto osservazione in Cina e 130 le persone infettate nel mondo. L’ospedale, costruito in 10 giorni a Wuhan, è operativo con oggi e potrà contenere 1000 malati. In corso i lavori per costruirne subito un altro che sarà consegnato il 6 febbraio del 2020.

L’Italia si trova nel terzo giorno del suo stato d’emergenza sanitaria per il Coronavirus con una buona notizia: i casi di malattia restano, per ora, due. E mentre è partito da Pratica di Mare il Boeing KC767 dell’Aeronautica militare che domani riporterà in patria 67 italiani rimasti a Wuhan la Cina la città di Wenzhou ha imposto restrizioni al movimento dei suoi oltre nove milioni di abitanti e ha chiuso le sue strade, adottando così le misure più drastiche per il contrasto del coronavirus fuori della zona dell’epicentro, quella di Wuhan.

Pubblicità
Pubblicità

Solo un componente di ogni nucleo familiare potrà uscire di casa ogni due giorni per acquistare beni di prima necessità, hanno deciso le autorità locali.

Per la diffusione del virus rimangono in piedi due ipotesi: o è partito dal mercato ittico di Wuhan e quindi è di origine animale, oppure c’è stata la fuga di qualche batterio da un laboratorio chimico che studia armi chimiche e batteriologiche. Qualsiasi sia il vero motivo di questo virus, la sua potenza ha messo in ginocchio la prima economia del mondo costretta a chiedere aiuto anche per le sole mascherine che sono ormai introvabili in tutta la Cina.

Durante una conferenza stampa allo Spallanzani, il ministro della Salute Roberto Speranza ha dichiarato: «Abbiamo isolato il virus».

E ha spiegato: «Aver isolato il virus significa molte opportunità di poterlo studiare, capire e verificare meglio cosa si può fare per bloccare la diffusione». «Ora i dati saranno a disposizione della comunità internazionale. Si aprono spazi per nuovi test di diagnosi e vaccini. l’Italia diventa interlocutore di riferimento per questa ricerca», ha detto il direttore scientifico dell’Istituto Spallanzani Giuseppe Ippolito.

Quanto ai due turisti ricoverati: «Mantengono condizioni cliniche discrete pur presentando, entrambi, polmonite virale con interessamento alveolo interstiziale bilaterale».

In Cina comunque dal CoronaVirus di guarisce: Il numero di persone guarite e dimesse dagli ospedali in Cina infatti sale a 328, come indica il bollettino quotidiano della la National Health Commission. Ieri erano 85, di cui nelle 45 nella provincia di Hubei, epicentro del virus.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]
  • Coronavirus: sanificare le mascherine per riutilizzarle in mancanza di nuove
    Da molti giorni l’Italia sta vivendo l’ormai nota emergenza Coronavirus che, oltre al periodo di quarantena forzata richiede l’utilizzo in caso di spostamenti, di particolari presidi di protezione individuale come il disinfettante per le mani o le tipiche mascherine. Mascherine che, dall’inizio dell’allarme hanno subito un aumento vertiginoso della domanda rendendole non solo introvabili, ma […]
  • Italia: Paese “green” e leader delle rinnovabili
    Troppo spesso, l’Italia è abituata ad occupare gli ultimi posti nelle classifiche europee, alimentando i pregiudizi sul Bel Paese che in alcuni settori, quando vuole, sembra essere incredibilmente ed indubbiamente qualificato. Infatti, secondo il rapporto condotto dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ( ISPRA) seguito poi da un’analisi dell’Agenzia Nazionale per l’Energia, […]

Categorie

di tendenza