Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Grande Quercia: Una storia meravigliosa di 12 anni di teatro e diritti umani

Pubblicato

-

C’era una volta un gruppo di persone che hanno deciso di riunirsi in un’ Associazione con un intento chiaro e preciso: dare voce a chi non ha voce.

Raccontare i drammi della storia attraverso l’arte (la musica e il teatro), aiutare chi è in difficoltà e dare ai loro figli degli strumenti importanti nella loro crescita.

Così danno vita ad un asilo La Grande Quercia e in seguito nel 2008 prendono forma tre gruppi di teatro: quello degli adulti, seguito dal regista Emanuele Reti, quello dei ragazzi e dei piccoli, che invece vengono seguiti dalle insegnanti.

Pubblicità
Pubblicità

Sin dall’età di 5 anni i bambini vengono avviati all’improvvisazione e settimanalmente debuttano davanti ai genitori.

Una delle due insegnanti, la maestra Cristina, inizia a scrivere, dimostrandosi sin da subito e poi lungo tutti questi 12 anni, una penna decisamente ispirata: scrive moltissime poesie, fiabe e recite per i più piccoli, mentre il regista crea i copioni teatrali per il gruppo adulti e ragazzi.

Chi è il regista? Emanuele Reti, che ha una ventennale esperienza nella scuola pubblica come esperto di teatro, coreografo, ha condotto numerosi laboratori artistici di vario genere, corsi d’aggiornamento per insegnanti e tanto altro.

Pubblicità
Pubblicità

Come arriva al primo debutto teatrale l’Associazione Grande Quercia?

Proprio il regista Emanuele Reti inizia a collaborare con Debora Comper, compositrice per la parte musicale, e dopo 3 anni di preparazione, nel 2011, il gruppo di teatro varca per la prima volta le porte di un teatro pubblico a Egna, portando in scena la Commedia musicale Le farfalle del campo, in occasione della giornata della memoria.

Al termine di quella prima rappresentazione nessuno avrebbe mai immaginato che ne sarebbero seguite tante, tante altre.

Infatti Grande Quercia, oltre alle attività di volontariato che ha svolto dapprima negli slum dell’India e poi in Africa (Kenia, Zambia, Etiopia), sin dal suo sorgere ha sempre avuto un’ intensa attività teatrale. In 12 anni si sono susseguite diverse stagioni teatrali sempre incentrate sui diritti umani:

Le farfalle del campo, in memoria di Janusz Korczak e dei suoi 200 figli, rappresentata al Teatro di Egna, a Dimaro, al Teatro di Gries a Bolzano e all’Auditorium Melotti di Rovereto;

Le Rose dei Balcani, in memoria delle donne e delle violenza che subirono durante la guerra dei Balcani, portata in scena al teatro la Cartiera di Rovereto, al Teatro Rosmini di Rovereto e al Teatro Sanbàpolis di Trento;

La casa dei Bambini (del gruppo ragazzi) in memoria di Janusz Korczak e dei suoi 200 figli, portata in scena al Teatro di Gries di Bolzano e all’Auditorium Melotti di Rovereto;

I have a dream (del gruppo ragazzi) in memoria dei sogni di giustizia di tanti popoli oppressi rappresentato al teatro Rosmini di Rovereto, due volte nella versione in italiano e due volte nella versione inglese, a Pomarolo, all’interno della manifestazione Città invisibili a Rovereto, a Villa Lagarina, allo Smart Lab di Rovereto;

inoltre la stagione degli spettacoli di beneficenza a favore di Emergency, Amnesty International, Medici senza frontiere.

Dalla fine del 2018 la produzione ha raggiunto il suo record e Grande Quercia ha creato e portato in scena 10 rappresentazioni diverse:

29 settembre 2018: teatro d’ombra The castel of four dragons – Children’s Dance Group

4 ottobre 2018: The life of St. Francis sulle musiche di Branduardi – Children’s Dance Group

5 marzo 2019: Pierino e il lupo alla Sala Filarmonica di Rovereto – Children’s Dance Group

4 aprile 2019: I have a dream a Malta – gruppo ragazzi

21 aprile 2019: La vita di S. Francesco sulle musiche di Branduardi – Children’s Dance Group

25 aprile 2019: Il cammino alla Sala Filarmonica Rovereto – gruppo ragazzi

22 Giugno 2019: Dances on the Beautiful music of Angelo Branduardi – Malta Children’s Dance Group

26 dicembre 2019: Il cantico di Natale alla Sala Filarmonica di Rovereto – gruppo adulti

27 dicembre 2019: Stella d’oriente a Bologna – parte del gruppo adulti

6 gennaio 2020: I tre re alla Sala Filarmonica di Rovereto – gruppo adulti

Naturalmente una simile produzione richiede molto impegno, tanta organizzazione e anche molte prove.

Per alcuni anni Grande Quercia ha avuto una sede a Rovereto, dove si svolgevano le proveche poi ha lasciato per abbattere i costi; così due soci fondatori, Marco Baroni e Debora Comper, hanno messo a disposizione un salone della loro casa a Castellano e due volte in settimana circa si alternano i gruppi per la preparazione degli spettacoli.

Chi opera in questo campo sa che è opportuno attingere a tutte le risorse possibili per risparmiare soldi e dedicarli ad altro.

Marco Baroni e Debora Comper sul palco

Dopo 10 anni il gruppo ragazzi si scioglie (tra i ragazzi c’è chi studia a Malta, chi in Olanda e chi a Roma per frequentare l’accademia d’arte drammatica e collaborare con la Rai). Essere così lontani impedisce la continuità: proprio nella loro ultima rappresentazione, Il cammino – Simposio interreligioso i ragazzi hanno potuto fare solo 2 prove.

Ma alle porte spinge il gruppo Malta dance: alcune famiglie, infatti, si sono trasferite a Malta per permettere ai figli la formazione scolastica in lingua inglese e offrire loro la possibilità di diventare negli anni cittadini del mondo e così le attività di Grande Quercia vengono svolte anche sull’isola maltese attraverso l’associazione gemella Great Oak Malta.

Il gruppo Malta Dance debutterà alla Filarmonica con il loro primo Musical ‘Capitan tempesta’ il 28 giugno 2020.

Di fronte a così tante attività, sia in Italia che all’estero, nasce spontanea la domanda: cosa tiene uniti i soci di Grande Quercia?

“Innanzitutto la stessa visione della vita, ecologica, sostenibile, come abbiamo scritto sul nostro sito: La nostra visione culturale crede fermamente in una pacifica coesistenza di tutte le culture, al cui centro ci sia la dignità umanaI diritti dell’uomo sono quel filo rosso che ha unito e guidato negli anni i percorsi artistici, educativi e formativi dell’Associazione, accanto ai quali hanno preso forma progetti umanitari verso i popoli dell’ Africa.”, afferma la Presidente e avvocato Elisabetta Murdaca.

Inoltre il nostro regista ha insistito sin dall’inizio affinchè nell’educazione ponessimo al centro lo sviluppo dei talenti dei figli, in linea col pensiero di Rudolf Steiner, Umberto Galimberti, Janus Korczak e tanti altri. Come genitori ci siamo informati, documentati, formati, alcuni di noi hanno fatto un Master di Pedagogia Familiare a Roma, altri in Counseling, abbiamo una socia psicologa, delle socie che sono Ambasciatrici dei diritti umani della Fondazione Robert F. Kennedy Human Rights, una socia sociologa che cura i progetti di educazione alla pace per i bambini e alcune insegnanti.

Sappiamo come genitori che c’è un nemico invisibile che si chiama nichilismo e che se non si investe molto nell’educazione ai valori, nello sviluppo dei talenti dei nostri figli mediante anche molteplici esperienze, ad una certa età corriamo il grave pericolo di perderli.

Per tornare alla domanda, potremmo dire che ciò che ci tiene insieme è il senso di responsabilità verso i nostri figli e che i frutti, che negli anni abbiamo visto nella loro autonomia, nella loro sicurezza, e nel loro interesse per il mondo, hanno confermato tutti i nostri sforzi.”

Una storia davvero ricca che dona spettacoli e messaggi alla città di Rovereto, al nostro territorio e all’estero e che ci auguriamo continui a scorrere con tale abbondanza.

SITO: www.grandequercia.org

PAGINA YOUTUBE: https://www.youtube.com/playlist?list=PLqm3hDgSaYet8FmItcxdg-gxrg_e1ngdP

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]

Categorie

di tendenza