Connect with us
Pubblicità

Trento

Cliogym Pergine Valsugana, 15 anni di ginnastica e passione

Pubblicato

-

La ginnastica artistica non è uno degli sport più seguiti, soprattutto in Italia, ed è quello che in molti chiamo «sport di nicchia».

Ciò nonostante migliaia di atleti amano tale disciplina incondizionatamente.

A Pergine Valsugana, Enrico Tomasi con le figlie Samantha e Jennifer hanno fondato l’associazione sportiva dilettantistica Cliogym, affiliata alla F.G.I.

Pubblicità
Pubblicità

Tutto iniziò nell’estate del 2004, quando i fondatori decisero di creare una realtà di ginnastica artistica che corrispondesse alla loro filosofia: dare la possibilità al maggior numero di ragazzi/e di praticare questo sport e raggiungere con poche atlete un’alta preparazione tecnica per poter partecipare a gare di livello superiore.

Oggi le atlete/i della Cliogym sono circa un centinaio, suddivisi in gruppi di età.

Sono coinvolti bambini e bambine di scuola materna ed elementare, ragazze di medie e superiori.

Pubblicità
Pubblicità

Vengono organizzati corsi per le agoniste e pre – agoniste, ed infine è stato costruito anche il gruppo delle “old school” ragazze che  studiano o lavorano, ma  troppo affezionate alla ginnastica per rinunciarci.

 «Ho iniziato questo sport da oltre 18 anni,  – ci spiega Melanie Cristofolini – ma la ginnastica e ancora amore per me, un’emozione che sento partire dalla pancia e che mi invade poi tutto il corpo; per questo non finisce la voglia di sapere, di migliorare, e soprattutto di trasmettere questo sport magnifico. Vedere le ragazze divertirsi, raggiungere piccole e grandi soddisfazioni e uscire dalla palestra contente, mi rende felice e mi ripaga di tutti gli sforzi».

Anche altre ragazze hanno cominciato ad intraprendere la strada per diventare allenatrici . Per Anna Pintarelli «insegnare alle bimbe e stata un’esperienza molto positiva, grazie alla quale ho capito che voglio lavorare con i bambini; perché vederli sorridere durante un esercizio e condividere con loro la mia passione è meraviglioso, spero che vedano nella ginnastica ciò che ho visto e vissuto io. Come dimenticare poi, il dolore ai muscoli dopo gli allenamenti, i calli sulle mani dopo le parallele, il sudore, le chiacchiere, l’ansia prima delle gare…».

Per Samantha questo sport è «il posto dove io sto bene anche se la giornata è cominciata male, il posto che mi rinvigorisce». La commuove vedere la passione che lega lei e le ragazze, vedere la soddisfazione che emanano chiedendo «Mi è venuto bene?» appena finito un esercizio.

«Mi accorgo che crescono assieme, dentro e fuori, e giorno dopo giorno con loro cresco anch’io. Si creano relazioni durature basate su una passione comune; ma più di tutto mi stupisce vedere che tengono duro dopo le sconfitte, e continuano a riprovarci»

Poi Samantha elenca le attività previste per il 2020: le gare di FGI (Federazione Ginnastica Italia) e CSI (Centro Sportivo Italiano), il gymcamp, alcuni allenamenti con la ex ginnasta olimpica Elisabetta Preziosa, varie gite, e infine delle trasferte per vedere le gare di atlete di alto livello.

Nel 2019 la Cliogym ha festeggiato i 15 anni e ha quindi voluto realizzare un saggio in grande, commuovendo atleti e genitori anche con l’utilizzo di vecchie foto.

Dietro a queste esibizioni c’è moltissimo lavoro, ma, come afferma Samantha «dopo mesi di fatica, vedere il saggio delle bambine e delle ragazze mi regala sempre lacrime di gioia e soddisfazione». Mostrando la ginnastica ad amici e parenti, si cerca di condividere il sentimento che si prova durante gli allenamenti, ma è quasi  impossibile farlo cogliere a chi non l’ha mai provato.

Anche il presidente Enrico Tomasi descrive ogni saggio emozionante, pur avendone visti una trentina dalla fondazione della Cliogym.

Lo commuove vedere le ragazze che hanno passato la loro infanzia e la loro adolescenza ad allenarsi nella piccola palestra delle scuola G. Rodari, montando e smontando ogni giorno l’attrezzatura. «Cos’è per me la Cliogym? È una grande famiglia composta da ragazzi appassionati, ma non solo: anche i genitori sono coinvolti e ci aiutano spesso prima e dopo le esibizioni; è una famiglia che si impegna e si dedica alla ginnastica artistica, faticando volentieri per ottenere insieme tante soddisfazioni».

Ma qual è il motivo che non permette ad atleti ed atlete di smettere di praticare questo sport?

«Cominci e non sai neanche bene perché, all’inizio è come un altro hobby, ma poi continuando senti la passione ed il bisogno – tenta di spiegarci Rossella Offercrea dipendenza, ti resta sempre dentro e non riesci ad abbandonarlo. La palestra diventa la tua seconda casa, dove trascorri tempo ed emozioni».

Anche Eleonora Farina prova a farci entrare  in questo mondo attraverso la sua testimonianza: «la ginnastica artistica mi ha dato tanto, ho imparato a cadere e rialzarmi. Mi ha insegnato a non mollare mai nemmeno quando è dura ricominciare, perché se qualcosa ti piace veramente, dai tutto te stesso».

«Pure quando sono lontana, la ginnastica mi fa sentire a casa – ci racconta Francesca Farinanon dimenticherò mai le gare e l’agitazione in cui si è immersi. Le compagne di squadra ti sostengono e ti incoraggiano, ma in quel momento non senti niente e nessuno, esisti solo tu, il tuo corpo e la ginnastica».

E come riuscire a fare capire questo amore a chi non lo prova?

Che vale la pena avere le mani distrutte, tornare a casa con tutto il corpo che fa male, patire per giorni il dolore ai muscoli, alla schiena, al collo?

Avere paura di infortunarsi ma rischiare lo stesso, perché in quel momento ciò che si vuole è provare e riuscirci?

«Ma chi te lo fa fare?» è la domanda di amici e famigliari, ma l’unica cosa a cui si pensa è tornare ad allenarsi, perché la paura più grande è quella di non poterlo più fare.

Come si può spiegare l’emozione del proprio corpo che vibra e freme dalla voglia di saltare in aria, girare, senza sapere bene cosa sta accadendo, e tutto nel giro di pochissimi secondi? Poi si arriva, a volte in piedi, a volte a terra, ma in entrambi i casi non basta, e si desidera provare ancora quell’adrenalina e quell’emozione.

La ginnastica è tutto questo: è impegno, è fatica, è passione, è paura, è coraggio, è adrenalina, è consapevolezza del proprio corpo, è dolore, è delusione, è soddisfazione, è volare, è desiderio, è soluzione, è amore. La Cliogym, a tutto ciò, aggiunge le risate, l’ambiente familiare, il sostegno, l’aiuto reciproco e l’amicizia.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza