Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

A Levico solito finale da cardiopalma. Anche oggi vittoria di misura con l’Inveruno

Pubblicato

-

È la prima volta che il Levico vince per due volte di fila in Campionato. La partita di questo pomeriggio era di quelle da non sbagliare.

La vittoria con l’ultima in classifica, l’Inveruno, ha permesso quindi di guardare alla classifica con un po più di respiro. I gialloblu sono ancora in piena zona playout ma la retrocessione diretta dista ad oggi dieci punti.

L’Inveruno, squadra dell’hinterland milanese, annovera nella sua rosa qualche giovane interessante. Il portiere Piccirillo è di proprietà dell’Atalanta, il centrale di centrocampo Negri ha un passato nelle giovanili di Hellas Verona, Carpi e Spal, il trequartista Greco proviene dalla Primavera del Torino, mentre le due punte Braidich e Vai provengono dalla Primavera dell’Inter.

PubblicitàPubblicità

Nella squarta di Cortese giocano dal primo minuto sia il difensore classe ‘03 Kojdheli che il terzino destro classe ’02 De Nardi. Per chi si ricorderà, De Nardi è lo stesso ragazzo che nel girone andata inflisse al Trento la prima sconfitta stagionale con un grandissimo gol da fuori area. Al tempo giocava nell’Arco e nel mercato invernale è stato acquistato proprio dal Levico.

Fin dalle prime battute si nota che il Levico ha un altro passo rispetto agli ospiti. Dopo pochissimi minuti un inserimento di Esposito taglia in due la difesa dell’Inveruno. Solo davanti al portiere, la punta di casa non sbaglia. 1-0.

Il Levico è nettamente più intenso e più aggressivo su tutti i palloni. Alla mezz’ora si ripete la stessa azione del gol: Esposito si infila ancora una volta tra i due centrali e solo davanti al portiere calcia a lato.

Pubblicità
Pubblicità

Nel primo tempo si gioca praticamente a una sola porta. Il capitano Cardore rischia di segnare anche questo pomeriggio, ma il colpo di testa finisce di poco alto.

Il mister dell’Inveruno Viganò ha notato che le cose si sono messe parecchio male e all’inizio del secondo tempo compie ben quattro cambi:  l’attacco viene rivoluzionato. Fuori il trequartista Greco e le due punte Pastore e Braidich e dentro Parisi (ex Primavera Sassuolo), Vai e Broggini.

I cambi danno un piccolo segno di ripresa, tanto che l’Inveruno compie il primo tiro in porta della partita. La conclusione di Mandelli è però una telefonata a Boglic.

Il secondo tempo scorre senza particolari patemi. L’Inveruno non affonda quasi mai il colpo e il Levico amministra con tranquillità. L’allenatore Cortese non vuole però correre ulteriori rischi e decide di cambiare entrambe le ali di centrocampo: fuori Marku e Cardore, dentro Piacenti e il giovane Petrucci. È proprio nei minuti finali che però l’Inveruno capisce che sarebbe meglio trovare la via del pareggio.

Gli ultimi minuti sono da cardiopalma. Il neoentrato ospite Parisi è imprendibile e le serpentine alla Douglas Costa hanno fatto temere il peggio. Un scambio in velocità fra Lillo e Parisi  ha portato quest’ultimo solo davanti al portiere, ma Boglic ha mantenuto intatto il risultato.

L’Inveruno attacca con tutto il proprio organico, ma proprio sull’ultimo calcio d’angolo della partita, il Levico ha imbastito una ripartenza due contro zero. Petrucci e il neoentrato Muray si ritrovano a tu per tu con il portiere.

Petrucci decide di essere altruista e concede il 2-0 a Muray, ma una volta ricevuto il passaggio, l’attaccante belga calcia addosso al portiere e spreca tutto. Le ire del pubblico si sono placate solo grazie al triplice fischio.

Il Levico ha portato a casa tre punti essenziali per corsa salvezza, ma nonostante ciò sono emerse ancora una volta delle criticità. Per prima cosa l’attacco è veramente molto sterile.

Il Levico ha segnato due gol in quattro partite. Esposito pare troppo individualista e i dialoghi con il compagno di reparto Caruso sono quasi assenti. Fortunatamente la squadra gialloblu vanta una difesa molto solida (Pralini in primis) che permette loro di mantenere l’1-0.

È stata insufficiente la partita di Piacente, entrato con il compito di limitare le trame avversarie, ma, in difficoltà, è finito con il compiere falli su falli. Ottime invece le prestazioni dei due giovani Kojdheli e De Nardi. Con personalità e talento hanno dimostrato di essere pienamente all’altezza della categoria.

Per quanto riguarda la squadra avversaria si è messo particolarmente in mostra Pastore. Il giovane n° 10 ha cercato più volte di caricarsi la squadra sulle spalle ma non è stato seguito da nessuno.

La difesa, a parte le due infilate di Esposito, ha retto molto bene. L’esperto Garbini, (36enne italo-argentino) è stato impossibile da saltare in uno contro uno. Nonostante alcuni spunti interessanti l’Inveruno ha fatto comunque parecchia difficoltà.

LEVICO TERME (4-4-2): Boglic, De Nardi, Pralini, Monaco, Kojdheli (33°st Belesi), Cardore (15°st Piacente), Voltasio, Bonetto, Marku (15°st Petrucci), Esposito (33°st Micheli), Caruso (47°st Gorzelewski).  All:Cortese
INVERUNO (4-4-2): Piccirillo, Bellocci (13°pt De Stefano), Travaglini, Garbini, Gatelli (1° st Lillo), Greco (1°st Parisi), Negri, Mandelli,  Marioli, Pastore (13°st Broggini), Braidich (13°st Vai). All: Viganò
Arbitro: Gauzolino di Torino, guardalinee Ingenito di Piombino (LI) e Gioffredi di Lucca
Reti: 10°pt Esposito (L)
Ammoniti: Marku, Caruso, Piacente (L), Travaglini (I)

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Il messaggio di Banksy colpisce con un video anche la metropolitana londinese
    La decisione tardiva del Governo inglese nel procedere con il Lockdown in Inghilterra, accompagnata dal disappunto di molti cittadini britannici, è stata presa di mira dall’artista britannico Banksy. Lo steet artist britannico dopo aver coperto di divertenti topi il suo bagno mesi fa, torna a colpire facendo della tesa situazione inglese la sua musa ispiratrice, […]
  • Ferrarelle punta sulla sostenibilità ambientale: bottiglie in plastica riciclata ad impatto zero
    Dai sacchetti per gli alimenti, alle bottiglie fino ai più comuni oggetti per la casa: l‘utilizzo incontrollato della plastica a livello globale, ha portato verso lo studio di specifiche procedure per il riciclo, utili a recuperare un materiale praticamente indistruttibile ma altamente inquinante. Questo, è uno dei motivi che ha spinto Ferrarelle, unica azienda di acqua […]
  • Dai semi di mela un olio “green” per uso alimentare e cosmetico
    Da assaggiare cruda nell’insalata o cotta nella torta, fino alle bevande con succhi, centrifugati e la versione alcolica, il sidro: le mele sono in assoluto uno dei frutti più versatili nonché sani da utilizzare in cucina. Nonostante la mela sia un frutto quasi completamente commestibile, il residuo di una lavorazione ad uso industriale è il […]
  • Lago Nero e Cornisello: luoghi mozzafiato incastonati tra le Dolomiti di Brenta
    Tra le spettacolari Dolomiti di Brenta è possibile trovare dei paesaggi davvero mozzafiato. Alcuni di questi è possibile immortalarli in Val Nambrone, una diramazione della Valle di Campiglio, che porta alle cime del gruppo della Presanella. Questa zona è famosa soprattutto per i suoi laghi alpini tra cui il Lago Nero ed i laghi di […]
  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]

Categorie

di tendenza