Connect with us
Pubblicità

Trento

Trento: sono molte le criticità delle piste ciclabili

Pubblicato

-

Le piste ciclabili fortemente volute dall’amministrazione comunale di centro sinistra, rischiano di trasformarsi in un drammatico problema.

Sono state volute per ingraziarsi la sinistra ambientalista, verdi in testa, per cercare di emergere come amministrazione sensibile alla mobilità alternativa cercando di tenere il passo con quelle realtà più evolute dislocate nel nord Europa.

Purtroppo gli spazi in città sono minimi e la soluzione è stata quella di creare una realtà di piste ciclabili approssimative e prive di senso.

Pubblicità
Pubblicità

Anche le ciclopedonali in alcuni tratti sono problematiche.

Specie laddove il marciapiede diviso nella migliore dell’ipotesi a metà con i ciclisti che pedalano spediti fianco a fianco dei pedoni creano ripetute situazioni a rischio.

Dove si è ristretta la carreggiata stradale e tolti i parcheggi alcuni attraversamenti sono diventati ciclopedonali o nel caso di via Esterle, riaperta da pochi giorni, in mezzo alla ciclabile ci sono le aiole nelle quali sono stati piantati gli alberi.

Di intersezioni a rischio se ne vedono molte, come per esempio il taglio della ciclabile degli ingressi dei parcheggi del Supermercato Poli di via Maccani dove, per la mancanza completa di visibilità degli automobilisti, sia i pedoni che i ciclisti devono farsi il segno della croce ogni volta che ci passano. (foto)

Ma il top dell’assurdo lo si sta realizzando col collegamento ciclabile che parte dall’ inizio via Maccani e che arriva a Campotrentino e poi a Roncafort.

Un progetto presentato in pompa magna dall’assessore Gilmozzi, considerato come una delle forme di risarcimento dovuta ai residenti, approvata dai comitati e ovviamente proposta ad esempio della sensibilità ambientalista dell’amministrazione di centro sinistra.

Adesso che il progetto inizia a concretizzarsi si manifestano due criticità ad altissimo rischio.

La prima è l’attraversamento della ciclabile dell’area d’accesso allo stabilimento di Furlani Carni e qualche decina di metri più a nord, la seconda con l’ingresso della Fercam.

Si tratta di due aziende ad alto traffico di mezzi pesanti a tutte le ore della giornata.

In più se nel caso di Furlani Carli la visibilità è sufficiente, non altrettanto succede per l’ingresso della Fercam dove la visibilità è minima.

Non dovrebbe succedere, ma la cosa diventa reale quando i progetti si vogliono realizzare per forza.

Pubblicità
Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Ricette fresche con le fragole, le golosità dell’estate!
    Finalmente stanno arrivando l’estate, il caldo e le giornate di sole. Con loro, inizia anche la stagione della frutta fresca, dei frullati e dei dolci golosi e leggeri. Tra quelli più classici e gustosi spicca la Torta Sbriciolata alle fragole senza cottura. Facile, veloce e adatta a tutti palati, la torta sbriciolata alle fragole senza cottura […]
  • “CrowdWine”, l’originale sistema per sostenere le piccole cantine italiane
    In un momento storico in cui l’intero settore del vino italiano ed internazionale sta vivendo un profondo cambiamento strutturale, relazionale e sopratutto commerciale è nata un’idea per sostenere le piccole e medie cantine italiane. L’idea prende spunto direttamente dal più noto crowdfunding, tentando di avvicinare i consumatori con i produttori attraverso l’ormai utilizzatissimo sistema di […]
  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]

Categorie

di tendenza