Connect with us
Pubblicità

Trento

Agenda 2030, lo Sviluppo sostenibile è una priorità per la Provincia autonoma di Trento

Pubblicato

-

Ieri il vicepresidente Mario Tonina, i dirigenti Claudio Ferrari e Giovanni Gardelli, il professor Roberto Poli e il direttore del MuSe Michele Lanzinger hanno illustrato la strategia che la Provincia autonoma intende perseguire per aderire compiutamente ai 10 obiettivi dell’Agenda 2030 individuati dal documento di posizionamento del Trentino, approvato dalla giunta il 13 dicembre 2019.

La Strategia provinciale per lo Sviluppo sostenibile e, in particolare, il processo partecipativo che avrà inizio già a febbraio e proseguirà fino ad aprile si concentrerà proprio sui dieci obiettivi.

“La partecipazione della cittadinanza e di tutte le componenti della società sono per noi fondamentali rispetto all’Agenda 2030 e alle politiche di Sviluppo sostenibile” ha detto il vicepresidente Tonina.

Pubblicità
Pubblicità

“Sullo Sviluppo Sostenibile – ha detto il vicepresidente e assessore all’ambiente Mario Tonina – la Provincia autonoma c’è e i dieci obietti dell’Agenda 2030 individuati dal documento di posizionamento del Trentino sono una priorità per la giunta provinciale. Abbiamo iniziato un percorso importante che ci vede attori, tant’è che abbiamo già avuto un riconoscimento assegnato da ‘Il Sole 24 Ore’: siamo primi per quanto riguarda ambiente e servizi. Su questo vogliamo continuare. Il documento di posizionamento approvato nel dicembre scorso vuole significare l’importanza di questo percorso attraverso l’Agenda 2030. Dobbiamo trovare una trasversalità, dobbiamo coinvolgere tutti i dipartimenti perché questi sono temi che devono riguardare tutti e non solo l’assessorato competente. Il processo partecipativo è molto importante, ci crediamo fortemente. Attraverso il contributo, il dialogo, gli spunti che ogni persona, ogni cittadino, ogni associazione, ogni categoria vorrà dare e attraverso gli incontri che ci saranno su tutto il territorio provinciale, costruiremo insieme il Trentino sostenibile del 2040. Attraverso questo percorso partecipativo siamo convinti di poter migliorare un lavoro già intrapreso negli anni scorsi che può essere ulteriormente perfezionato”

Il vicepresidente Mario Tonina ha poi ringraziato i partner importanti di questo percorso/lavoro sullo Sviluppo sostenibile del Trentino e sul processo partecipativo per l’Agenda 2030: Roberto Poli dell’Universita degli Studi di Trento, responsabile scientifico (Cattedra UNESCO sui Sistemi anticipanti), Michele Lanziger, direttore del MuSe con cui la sinergia rispetto ai temi ambientali è molto forte.

Povertà, Stili di vita, Acqua, Territorio, Economia circolare, Responsabilità sociale, Turismo sostenibile, Agricoltura, Riduzione delle emissioni e Parità di genere sono le dieci parole d’ordine che guideranno il processo partecipativo che, auspicabilmente, coinvolgerà molti cittadini e tutte le componenti della società civile.

Pubblicità
Pubblicità

La Provincia autonoma partirà a febbraio coinvolgendo alcuni istituti superiori e facoltà universitarie in dieci tavoli di discussione e confronto e un laboratorio di futuro che li proietterà nel 2040.

In marzo il percorso partecipativo continuerà al Muse, con altrettanti dieci tavoli di lavoro, sempre in forma di laboratorio di futuro verso il Trentino del 2040, coinvolgendo tutti i cittadini che vorranno iscriversi. Per farlo è necessario visitare il sito  https://agenda2030.provincia.tn.it/ quindi, dopo aver cliccato sull’iconcina “Partecipa anche tu” si aprirà questa pagina  https://agenda2030.provincia.tn.it/Quale-Trentino-vorremmo-nel-2030

Nella costituzione dei tavoli si terrà conto della necessità di favorire un approccio trasversale ai temi, il massimo scambio di punti di vista e una visione a livello provinciale. Quindi, nella composizione dei tavoli non verrà tenuta in considerazione la stretta competenza tecnica dei partecipanti, ciascuno dei quali prenderà parte ad un tavolo che affronterà la discussione su  2 tra i 10 obiettivi prioritari.

I partecipanti riceveranno un report del lavoro svolto durante il processo partecipativo. Le proposte raccolte verranno analizzate ed elaborate e potranno quindi contribuire alla definizione della Strategia Provinciale per lo Sviluppo Sostenibile.

Per partecipare, a seconda della sezione d’interesse, è necessario compilare il modulo di iscrizione entro il 31 gennaio 2020.

Tre le sezioni d’interesse:

Studenti/esse Universitari/e. Gli incontri della durata di circa 4 ore si terranno nel mese di febbraio 2020 presso la Facoltà di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento. Complessivamente saranno coinvolti 60 studenti/esse universitari/e.

Se dovessero pervenire un numero di candidati/e superiore a 60 la selezione avverrà sulla base del principio della massima rappresentatività delle Facoltà e per sorteggio che sarà effettuato presso la sede dell’UMST Coordinamento Enti Locali, Politiche territoriali e montagna, il giorno 5 febbraio 2020, alle ore 14.30.

L’invito definitivo all’incontro, con i relativi dettagli, verrà comunicato per mail con un preavviso di almeno 10 giorni. https://agenda2030.provincia.tn.it/accreditation/form/859

Cittadine/i. Possono partecipare persone con età maggiore di 18 anni e residenti in Provincia di Trento. Gli incontri della durata di circa 4 ore si terranno nel mese di marzo 2020 presso il MUSE. Complessivamente saranno coinvolte 60 persone. Se le/gli iscritte/i fossero in numero maggiore si procederà ad un sorteggio che sarà effettuato presso la sede dell’UMST Coordinamento Enti Locali, Politiche territoriali e montagna, il giorno 5 febbraio 2020, alle ore 14.30.

L’invito definitivo all’incontro, con i relativi dettagli, verrà comunicato per mail con un preavviso di almeno 2 settimane.   https://agenda2030.provincia.tn.it/accreditation/form/890

Associazioni. Possono partecipare associazioni con sede in Provincia di Trento e rappresentatività di livello provinciale. Gli incontri della durata di 4 ore si terranno il sabato mattina di marzo 2020 presso il MUSE. Complessivamente saranno coinvolte 60 Associazioni.

Qualora le Associazioni iscritte siano in numero maggiore si procederà a sorteggio, che sarà effettuato presso la sede dell’UMST Coordinamento Enti Locali, Politiche territoriali e montagna,  il giorno 5 febbraio 2020, alle ore 14.30.

L’invito definitivo all’incontro, con i relativi dettagli, verrà comunicato per e mail con un preavviso di almeno 2 settimane.  https://agenda2030.provincia.tn.it/accreditation/form/925

Oltre a questo si stanno organizzando su tutto il territorio provinciale incontri informativi rispetto alla strategia provinciale dello Sviluppo sostenibile e dei 10 obiettivi dell’Agenda 2030.

Il primo si svolgerà lunedì 20 gennaio a Borgo Valsugana alle 18 presso la biblioteca.

Immagini e interviste a cura dell’Ufficio Stampa

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]

Categorie

di tendenza