Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Dolomiti Energia Trentino: le parole dell’assistant coach Lele Molin alla vigilia del match contro il Partizan

Pubblicato

-

Dolomiti Energia Trentino, l’assistant coach Lele Molin alla vigilia del match con il Partizan: «Sfida stimolante e durissima».

I bianconeri domani sera (ore 19.00) affrontano il Partizan NIS Belgrado nel big match di Top 16 in 7DAYS EuroCup: biglietti disponibili su aquilabasket.vivaticket.it e all’Aquila Basket Store di piazzetta Lunelli

LELE MOLIN (Assistant Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Domani sera affrontiamo una squadra di grande spessore europeo, ambiziosa e di alto livello: noi forse abbiamo un profilo tecnico diverso, ma siamo sempre alla ricerca di occasioni per misurarci in dimensioni nuove e qualificanti e questa è una prova in cui siamo chiamati a mostrare e verificare i nostri miglioramenti. Il Partizan ha un roster importante, una struttura per provare ad arrivare in fondo alla competizione e vincerla, un allenatore come Trinchieri ormai affermato e consolidato in ambito europeo: il Partizan ha un’identità vincente e ben definita figlia del lavoro del suo coach, e questo credo sia il miglior complimento che possa fargli. Per quanto riguarda noi, la squadra in queste settimane sta assumendo un suo equilibrio, ci sono stati segnali confortanti per il modo in cui stiamo in campo e viviamo la partita.C’è maggiore consapevolezza di quanto l’impegno e la qualità dei singoli siano importanti nel contribuire per il bene della squadra: abbiamo ancora margini di miglioramento e stiamo lavorando giorno dopo giorno per alzare il livello delle nostre performance e avere continuità di rendimento per 40’ anche giocando due partite a settimana».

PubblicitàPubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Basket femminile serie B: Cestistica rivana sconfitta in terra vicentina

Pubblicato

-

Marano Vicentino pareggia il conto con la Cestistica Rivana Agl vincendo il match di ritorno al termine di un confronto emozionante e mai scontato.

Palla due ed è subito battaglia. Con una tripla delle sue, c’è Ceccardi porta in vantaggio Riva (6-9) dopo un paio di minuti.

Iniziano le rotazioni decise da coach Ferraglia, Fadanelli tiene avanti la testa della squadra (11-12), ma si scaviglia D’Avanzo.

Pubblicità
Pubblicità

Il primo quarto (13-14) si chiude con il canestro di Reversi, proprio sulla sirena. La ripresa è firmata da Peron (19-14) e dalla difficoltà delle trentine nell’attaccare la zona  2-3 di casa.

Dentro le tiratrici biancoazzurre, ma le avversarie riescono a sporcare molti palloni avversari. Herrera trova un varco da sotto (16-21), ma è Vaidanis ha firmare il massimo vantaggio vicentino (15’ 16-23).

La partita si fa molto fisica, ma ci pensa Bonvecchio a dispensare assist per le compagne e il secondo quarto si chiude ad un sol punto di differenza (27-26). Al rientro dagli spogliatoi, le marcature tornano individuali ed D’Avanzo ad approfittarne segnando e subendo falli (29-28). Vaidanis riallontana le rivane (33-28) che pensano bene di riorganizzarsi a zona (2-3). Takrou trova una tripla (25’ 35-33) che dà coraggio alla squadra, ma Peron le risponde.

Il finale di quarto è caratterizzato da una lunga serie di liberi messi a segno da Marano (30’ 41-35). L’ultimo quarto inizia con la tripla di Piermattei ed una difesa ancora più attenta, ma al 33’ (44-40) a D’Avanzo, che cade malamente, viene fischiato il quarto fallo e al suo posto entra Reversi.

Pubblicità
Pubblicità

Ferraglia risponde alla collega Martinello con una lunga serie di cambi sistematici. Takrou sfrutta la sua buona mira dalla lunga distanza (34’ 47-43), e alle “gialle” di casa iniziano a fischiare qualche fallo.

A 5 minuti da termine (49-45) le rivane si giocano tutto difendendo a zona e mandando a segno Piermattei (37’ 49-47 e 38’ 51-50). Si lotta su ogni pallone, ancora rapide rotazioni, e a un minuto e mezzo Vaidanis inventa il canestro del +3 (53-50).

Riva pressa a tutto campo, dalla lunetta le vicentine non sbagliano (57-50), mentre il generosi tiri dai 6.25 di Takrou e Bonvecchio non si infila nella retina. Ferragli si gioca due time out di fila, per rimettere il pallone in attacco, ma il fallo sistematico delle venete (57-52) concede solo tiri che valgono un punto, troppo poco per le rivane che se ne devono tornare a casa con un’onorevole sconfitta (59-52).

Coach Ferraglia: “Abbiamo difeso molto bene, ma in attacco in alcune occasioni non abbiamo avuto abbastanza pazienza. Quando siamo stati più ordinati, le cose sono andate meglio, con 7 triple pesanti, ma si poteva ottenere di più. Sotto pressione abbiamo ancora qualche difficoltà di troppo. Speriamo almeno che D’Avanzo (botta al coccige) non abbia nulla di grave e possa essere subito dei nostri”.

MARANO VICENTINO – CESTISTICA RIVANA AGL 59-52 (13-14, 27-26, 41-35)  

MARANO VICENTINO: Castellano ne, Vaidanis 10, Oliviero 2, Cavedon 14, Perón 15, Mancinelli 6, Volpato 10

Pierini, Zaupa 2, Nardello. Coach: Martinello.

CESTISTICA RIVANA AGL: D’Avanzo 2, Ferreyra ne, Piermattei 22, Vicentini ne, Fadanelli 5, Herrera 2, Ceccardi 4, Bonvecchio 6, Reversi 2, Chemolli, Omezzolli ne, Takrou 9. Coach: Ferraglia.

TIRI LIBERI: Marano 16/19, Cestistica 7/10.

ARBITRI: Rossi di Badia Polesine e Negrari di Selvazzano Dentro.

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

Risultati 5° Trofeo Tridentum: Stefano Ballo protagonista

Pubblicato

-

Nella foto Stefano Ballo

Grande spettacolo di nuoto portato in scena da Snd Nuotatori Trentini nella due giorni del 5° Trofeo Tridentum alla piscina del centro sportivo Trento nord, dove non sono mancati i campioni con tempi di notevole livello tecnico affiancati da numeri in crescita con 32 squadre e 550 atleti in gara.

Prima nella classifica di società Leosport Creazzo con 186 punti, seguita da The Hurricane Pescara (144,50) e Team Nuoto Trento (78,50).

Il premio “Magic Silvan” nei 200 delfino, in memoria al presidente onorario di Nuotatori Trentini Silvano Danieli e pioniere del nuoto trentino, se lo è aggiudicato per la seconda volta consecutiva uno dei migliori interpreti di questa distanza in Italia Giacomo Carini (Canottieri Vittorino da Feltre) con 1.56.84.

PubblicitàPubblicità

A livello assoluto il podio per le migliori prestazioni è stato composto al maschile dal protagonista della manifestazione e detentore del record italiano assoluto in tessuto dei 200 stile libero Stefano Ballo (Time Limit) con 877 punti Fina (1.43.81 nei 200 stile libero); al secondo posto Giacomo Carini con 795 punti Fina (nei 200 farfalla); al terzo posto il velocista olimpico a Rio 2016 Federico Bocchia (In Sport Rane Rosse) con 786 punti Fina (22.19 nei 50 stile libero).

Al femminile le migliori tre atlete sono state: Bruna Pesole (Team Nuoto Trento) 771 punti Fina (4.15.01 nei 400 stile libero); Lucia Scartozzoni (Leosport) 741 punti Fina (4.18.50 nei 400 stile libero); Elisa Fiorini (Rari Nantes Ala) 733 punti Fina (2.29.19 nei 200 rana).

Nella categoria ragazzi hanno dominato conquistando le rispettive migliori prestazioni: Elia Codardini (classe 2004 – Leosport) 664 punti Fina (51.05 nei 100 stile libero) ed Anna Porcari (classe 2006 – Team Veneto) 608 punti Fina (1.03.18 nei 100 farfalla).

Tra i più giovani della categoria esordienti A hanno dominato Massimo Sartori (classe 2007 – Leosport) 426 punti Fina (59.68 nei 100 stile libero) e Valentina Procaccini (Hurricane) 514 punti Fina (35.64 nei 50 rana).

Pubblicità
Pubblicità

Nelle spettacolari staffette 4×50 mista, composte da due esordienti A e due assoluti, doppiette per The Hurricane con due formazioni sui due gradini più alti del podio sia al maschile che al femminile.

Stefano Ballo ha dominato in ben 4 prove individuali con la tripletta nello stile libero nei 100/200/400 metri a cui ha aggiunto il successo nei 200 misti. Doppietta nei 100 e 200 farfalla per Giacomo Carini.

Nelle prove del dorso si impongono Giovanni Barison (Team Nuoto Trento) nei 100 e Pierandrea Matteazzi (Centro Sportivo Esercito) nei 200 metri. Mentre nella rana Francesco Visentini (Team Veneto) vince nei 100 e Leonardo Bricchi (Canottieri Vittorino da Feltre) nei 200.

Spettacolari e combattutissime le finali sui 50 metri: Federico Bocchia vince nello stile libero, il giovane classe 2003 Matteo Gusperti (Team Nuoto Trento) domina nella farfalla, Fabio Gasparini (Nuoto Mira) nel dorso, e Francesco Visentini (Team Veneto) nella rana con la doppietta personale nei 50/100 metri.

Al femminile quattro vittorie per Bruna Pesole (Team Nuoto Trento) nei 200/400 stile libero, 200 farfalla e 200 misti, importante tripletta nella rana per la specialista Elisa Fiorini (Rari Nantes Ala) che infila le vittorie nei 50/100/200 metri, doppietta nel dorso per Nicole Santuliana (Leosport) nei 100 e 200 metri.

Singoli successi per Sara Gusperti (Team Nuoto Trento) nei 100 farfalla, Sofia Coral Ambler (Team Veneto) nei 100 stile libero.

Fantastiche anche le finali al femminile con Giulia Spaziani (Circolo Canottieri Aniene) vincitrice dei 50 stile libero, Maddalena Foradori (2001 Team Rovereto) nei 50 dorso e Alessandra Garzetta (Leosport) nei 50 farfalla.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Basket serie D: in testa vincono tutti. La sorpresa Paganella Lavis

Pubblicato

-

E’ il Paganella Lavis il protagonista di questa prima giornata del girone di ritorno: batte alquanto a sorpresa il Psg Villafranca, si porta a quota 10 punti mettendosi alle spalle tre squadre.

Una vittoria pesante che oggi qualificherebbe il Paganella Lavis ai play off. In testa nulla cambia.

Vincono Gardolo, Cus Trento e Virtus Riva che incontrano ben poche difficoltà a sconfiggere rispettivamente Europa Bolzano, Junior Basket Rovereto e Pergine Audace.

Pubblicità
Pubblicità

Per il Cus Trento si tratta della prima vittoria dell’anno 2020 arrivata al termine di una partita convincente.

Zobele nel ruolo di miglior marcatore dell’incontro con 19 punti, mentre per Rovereto risponde Bernardino con 14 punti.

La vittoria arriva anche dopo la prima settimana di allenamenti a ranghi quasi completi, per un Cus Trento che soffre da sempre dopo le soste del campionato.

Sarà interessante vedere cosa farà il Cus Trento domenica prossima in trasferta sul campo del lanciato Paganella Lavis.

Pubblicità
Pubblicità

RISULTATI: Tecnisan GS Riva 2018 – Piani Junior Bolzano 67 – 75. Franceschi Eurocar Gardolo – Europa Bolzano 85 – 57. Cus Trento – Junior Basket Rovereto 76 – 56. Paganella Lavis – Psg Villafranca 72 – 68. Gardascuola Virtus Altogarda – Pergine Audace 65 – 42.

CLASSIFICA: Franceschi Eurocar Gardolo, Gardascuola Virtus Altogarda e Cus Trento 16. Tecnisan Gs Riva 2018 14. Piani Junior Bolzano 12. Paganella Lavis 10. Pergine Audace 9. Psg Villafranca e Junior Basket Rovereto 8. Basket Pergine 2 e Europa Bolzano

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza