Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Iran, Italia unico Stato non informato del raid. Gli USA umiliano Di Maio

Pubblicato

-

Le autorità Usa hanno ignorato l’Italia e non l’hanno informata del blitz per uccidere a Baghdad il generale iraniano Qassem Soleimani.

Un comportamento che fa riflettere e che relega l’Italia all’ultimo posto sulla scena politica mondiale. Pompeo non ha chiamato nel il ministro degli Esteri Di Maio ne tanto meno il premier Conte.

Come riporta il Corriere della Sera, si tratta di un clamoroso schiaffo a un alleato storico, ma non è casuale: l’amministrazione di Donald Trump e nello specifico il sottosegretario di Stato Mike Pompeo hanno telefonato ai principali governi europei, alla Russia, all’Arabia Saudita oltre, ovviamente, a Israele.

Pubblicità
Pubblicità

Evidentemente, i casi sono due: o l’Italia è irrilevante oppure, ancora più grave, Casa Bianca e Pentagono non si fidano di un esecutivo schizofrenico in cui il principale partito, il M5s, ha una posizione inesistente in politica estera o apertamente ostile (vedi Alessandro Di Battista) agli Stati Uniti sul caso Iran.

E non aiuta una Farnesina allo sbando, in cui il ministro degli Esteri Luigi Di Maio si candida a essere il titolare più evanescente della storia recente, peraltro già di suo poco esaltante.

Un disastro, insomma. E lo stesso Di Maio, a blitz avvenuto, ha atteso diverse ore prima di rilasciare un banalissimo e ininfluente comunicato stampa, invitando tutti gli attori in Medio Oriente alla “massima moderazione”.

Pubblicità
Pubblicità

Carta straccia, o quasi, perché la partita si gioca altrove e noi non sediamo a quel tavolo, come già accade per la Libia, tema ancora più caldo e drammatico per gli interessi italiani

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza