Connect with us
Pubblicità

Trento

Liquidazione TFR: Vince la Fai Cisl, Centrofiore paga l’ex dipendente e replica al sindacato

Pubblicato

-

La nota azienda di Romagnano era finita nel mirino della Fai Cisl Trentino che aveva denunciato attraverso il nostro giornale  il 30 dicembre 2019 il mancato versamento ad una dipendente del TFR. (qui l’articolo)

La dipendente si era licenziata a metà del 2018 e dopo aver atteso inutilmente un anno si era rivolta ai sindacati per tentare di recuperati i soldi della liquidazione.

Il sindacato era subito intervenuto direttamente con il proprio segretario Fulvio Bastiani proponendo a Centrofiore una transazione poi accattata dall’azienda.

Pubblicità
Pubblicità

A decidere di denunciare la cosa ai media da parte del sindacato erano stati i mancanti pagamenti che erano stati concordati.

Ricordiamo che il TFR deve per legge essere liquidato massimo dopo un mese dalla fine del rapporto di lavoro.

Nel caso di Centrofiore sono passati quasi 20 mesi.

Pubblicità
Pubblicità

Si, perché da parte dell’azienda, arriva la conferma che il giorno dopo l’uscita del nostro articolo la posizione dell’ex  dipendente è stata chiusa e saldata.

L’azienda attraverso un comunicato rende noto anche che «non se la sente di essere sottotitolata come “I furbetti in agricoltura” e che il fenomeno dello sfruttamento e del lavoro sottopagato in agricoltura non fa al caso suo».

CentroFiore respinge al mittente anche la dicitura di lavoro sottopagato perché – si legge nella nota negli anni scorsi si è trovata intorno a un tavolo con il proprio consulente e il sindacato del settore della CGIL per trovare un accordo tra tutte le parti.

Il titolare Enrico Ferrari offre anche un’altra considerazione ai lettori dicendo che «le aziende di piccole dimensioni come la nostra sono nelle mani della grande distribuzione che decide prezzi della merce che compra e tipo di pagamento e  dove basta una piccola imprecisione perché il pagamento slitti di 30 giorni, o ci sia un piccolo contrattempo perché il Sistema di Interscambio dell’agenzia delle entrate, consegni la fattura in ritardo e per cui il pagamento slitti di 30 giorni».

Ma nel suo caso va detto che il pagamento è slittato non di 30 o 60 giorni ma di quasi 600 giorni ed è avvenuto solo dopo la denuncia della Fai Cisl Trentino. 

CentroFiore quindi spiega che quanto detto dalla Fai Cisl del Trentino, non è veritiero.

«L’azienda non si è presa gioco del ruolo del sindacato e non ha preso in giro in alcun modo la dipendente – spiega Ferrari – corrispondendo un acconto (ma il sindacato smentisce questo) e il saldo in 31.12.2019»  

L’azienda conferma invece che c’è stato un incontro con il signor Bastiani per trovare una soluzione nella quale si prospettava una rateizzazione e dove il titolare si assumevo l’impegno di saldare a rate o il tutto entro fine anno. L’impegno – secondo il sindacato – prevedeva il pagamento di 3 rate, l’ultima delle quali scadeva il 15 dicembre 2019, che però non sono state mai rispettate 

Per Ferrari lo sfogo del segretario Fulvio Bastiani  (foto) è veramente intollerabile dichiarando: «che nel settore si metta in atto sempre più spesso il giochetto di intestare l’Azienda ai figli credendo così di eludere e procrastinare precisi impegni assunti ed obblighi di legge» , infatti l’azienda Centrofiore è attiva non è stata trasferita al figlio, il titolare ha un unico figlio ed in questo momento è minorenne, mentre altre operazioni sono realizzate per stare al passo con le richieste della grande distribuzione».

La ditta Centrofiore termina dichiarando che «il Signor Bastiani non è guastafeste, come si ritiene, ma il suo lavoro, oltre che garantire i diritti a tutti i lavoratori, dovrebbe essere quello di uscire dal proprio ufficio per incontrare le aziende e capire oltre ai problemi dei dipendenti, anche quelli delle aziende che essendo di piccole dimensioni, devono sottostare alle esigenze dei grandi gruppi. Basta vedere cosa succede in italia in questo momento».

Diatriba quindi chiusa. L’ex dipendente ha ricevuto la liquidazione, Centrofiore ha ottemperato agli impegni, il sindacato Fai Cisl Trentino ha visto ripagato il suo grande lavoro e il nostro giornale ha fatto in modo egregio un servizio pubblico alla società.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza