Connect with us
Pubblicità

Trento

Liquidazione TFR: Vince la Fai Cisl, Centrofiore paga l’ex dipendente e replica al sindacato

Pubblicato

-

La nota azienda di Romagnano era finita nel mirino della Fai Cisl Trentino che aveva denunciato attraverso il nostro giornale  il 30 dicembre 2019 il mancato versamento ad una dipendente del TFR. (qui l’articolo)

La dipendente si era licenziata a metà del 2018 e dopo aver atteso inutilmente un anno si era rivolta ai sindacati per tentare di recuperati i soldi della liquidazione.

Il sindacato era subito intervenuto direttamente con il proprio segretario Fulvio Bastiani proponendo a Centrofiore una transazione poi accattata dall’azienda.

Pubblicità
Pubblicità

A decidere di denunciare la cosa ai media da parte del sindacato erano stati i mancanti pagamenti che erano stati concordati.

Ricordiamo che il TFR deve per legge essere liquidato massimo dopo un mese dalla fine del rapporto di lavoro.

Nel caso di Centrofiore sono passati quasi 20 mesi.

Pubblicità
Pubblicità

Si, perché da parte dell’azienda, arriva la conferma che il giorno dopo l’uscita del nostro articolo la posizione dell’ex  dipendente è stata chiusa e saldata.

L’azienda attraverso un comunicato rende noto anche che «non se la sente di essere sottotitolata come “I furbetti in agricoltura” e che il fenomeno dello sfruttamento e del lavoro sottopagato in agricoltura non fa al caso suo».

Pubblicità
Pubblicità

CentroFiore respinge al mittente anche la dicitura di lavoro sottopagato perché – si legge nella nota negli anni scorsi si è trovata intorno a un tavolo con il proprio consulente e il sindacato del settore della CGIL per trovare un accordo tra tutte le parti.

Il titolare Enrico Ferrari offre anche un’altra considerazione ai lettori dicendo che «le aziende di piccole dimensioni come la nostra sono nelle mani della grande distribuzione che decide prezzi della merce che compra e tipo di pagamento e  dove basta una piccola imprecisione perché il pagamento slitti di 30 giorni, o ci sia un piccolo contrattempo perché il Sistema di Interscambio dell’agenzia delle entrate, consegni la fattura in ritardo e per cui il pagamento slitti di 30 giorni».

Ma nel suo caso va detto che il pagamento è slittato non di 30 o 60 giorni ma di quasi 600 giorni ed è avvenuto solo dopo la denuncia della Fai Cisl Trentino. 

CentroFiore quindi spiega che quanto detto dalla Fai Cisl del Trentino, non è veritiero.

«L’azienda non si è presa gioco del ruolo del sindacato e non ha preso in giro in alcun modo la dipendente – spiega Ferrari – corrispondendo un acconto (ma il sindacato smentisce questo) e il saldo in 31.12.2019» 

L’azienda conferma invece che c’è stato un incontro con il signor Bastiani per trovare una soluzione nella quale si prospettava una rateizzazione e dove il titolare si assumevo l’impegno di saldare a rate o il tutto entro fine anno. L’impegno – secondo il sindacato – prevedeva il pagamento di 3 rate, l’ultima delle quali scadeva il 15 dicembre 2019, che però non sono state mai rispettate 

Per Ferrari lo sfogo del segretario Fulvio Bastiani  (foto) è veramente intollerabile dichiarando: «che nel settore si metta in atto sempre più spesso il giochetto di intestare l’Azienda ai figli credendo così di eludere e procrastinare precisi impegni assunti ed obblighi di legge» , infatti l’azienda Centrofiore è attiva non è stata trasferita al figlio, il titolare ha un unico figlio ed in questo momento è minorenne, mentre altre operazioni sono realizzate per stare al passo con le richieste della grande distribuzione».

La ditta Centrofiore termina dichiarando che «il Signor Bastiani non è guastafeste, come si ritiene, ma il suo lavoro, oltre che garantire i diritti a tutti i lavoratori, dovrebbe essere quello di uscire dal proprio ufficio per incontrare le aziende e capire oltre ai problemi dei dipendenti, anche quelli delle aziende che essendo di piccole dimensioni, devono sottostare alle esigenze dei grandi gruppi. Basta vedere cosa succede in italia in questo momento».

Diatriba quindi chiusa. L’ex dipendente ha ricevuto la liquidazione, Centrofiore ha ottemperato agli impegni, il sindacato Fai Cisl Trentino ha visto ripagato il suo grande lavoro e il nostro giornale ha fatto in modo egregio un servizio pubblico alla società.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza