Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Continua il degrado del centro sportivo di Isera. La nuova denuncia di un cittadino

Pubblicato

-

Il caso legato al degrado della zona sportiva di Isera, collocata sopra il cimitero, era scoppiato alcuni mesi orsono.

L’assessore competente aveva promesso un veloce intervento nel merito, purtroppo però il degrado è sempre lo stesso, ed a testimoniarlo sono le fotografie scattate ieri alle ore 14.00 sul posto dal signor Alberto Bertolini che sono state inviate al numero WhatsApp della nostra redazione (3922640625) e che rappresentano la situazione attuale del centro sportivo.

Era stato lo stesso Bertolini a sollecitare un sopralluogo con l’assessore allo sport di Isera per constatare lo stato di abbandono in cui versa un sito realizzato decenni fa dalla amministrazione e via via caduto in un degrado assoluto. 

PubblicitàPubblicità

In vero, come si può constatare osservando le foto, la situazione, nonostante le rassicurazione dell’assessore, non è per nulla cambiata con riferimento all’intera struttura che si presenta fatiscente ed inutilizzabile per lo scopo per il quale era stata realizzata.

Secondo Bertolini solo quello che era un campo da tennis è stato recentemente ripulito e dotato di una struttura destinata ad “eventi“, tradendo tuttavia in tal modo la sua naturale destinazione.

«Da notare che a Isera non esiste un campo da tennis utilizzabile. A dimostrazione che, – aggiunge Bertolini – nonostante la buona volontà delle associazioni presenti sul territorio, l’attuale amministrazione comunale, al pari delle precedenti, si è dimostrata incapace di restituire alla collettività una struttura sportiva alla destinazione per la quale era stata a suo tempo concepita, con notevole impegno finanziario che risulta quindi disperso nel nulla».

Pubblicità
Pubblicità

E ancora: «Ritengo che nel momento in cui una pubblica amministrazione decide di realizzare un’opera di pubblico interesse, come quella di cui trattasi, debba anche prevedere per il suo utilizzo futuro; quindi in particolare per la sua corretta e costante manutenzione. O prevede di farlo in proprio altrimenti affidandosi ad una organizzazione che ne garantisca la gestione secondi criteri pre definiti. Tuttavia la responsabilità dei quattrini pubblici impiegati per la sua realizzazione rimane a mio giudizio sempre in capo al comune, in questo caso. Posso comprendere che un amministratore comunale cerchi di difendere il proprio operato, o la propria inefficienza di carattere omissivo, ma non si può negare l’evidenza rappresentata da delle foto che per loro natura rivestono un carattere di assoluta oggettività».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]

Categorie

di tendenza