Connect with us
Pubblicità

Spazio Corazza

Il Sindaco Andreatta chiude tra luci ed ombre. Trento rimane in attesa di un rilancio

Pubblicato

-

Dicembre tempo di bilanci.

Per il comune di Trento si tratta di un bilancio particolarmente importante perché non riguarda soltanto l’anno che volge al termine ma anche la conclusione di una legislatura e, in particolare per il Sindaco, la chiusura di un doppio mandato iniziato nel 2009.

Dalle sedute del Consiglio comunale si sono sentite forti le opinioni negative dell’opposizione, le parole forti che segnano un’evidente presa di distanza da parte del Patt e alcune criticità emerse anche dagli stessi banchi della maggioranza.

Al contrario, il Sindaco nei suoi discorsi rivendica quanto di buono è stato fatto.

La personale sensazione è che si sia trattato di una gestione della città da “buon padre di famiglia”, portando a termine quest’ultimo mandato con numeri risicati e mantenuti tali soltanto grazie ai vari rimpasti.

Sono stati così svolti i compitini che hanno permesso a Trento di restare ai vertici di quasi tutte le classifiche ma è stato perso il coraggio di alcune scelte che avrebbero potuto far diventare Trento molto più importante di quanto non dicano le classifiche.

Alcune aree che sono state riqualificate hanno visto soltanto la nascita di nuovi supermercati, mentre di positivo possiamo vedere il proliferare di parchi verdi nei quartieri cittadini.

Altre situazioni importanti indicate nei programmi elettorali 2009 e 2015 sono rimaste irrisolte e non può essere una giustificazione il fatto che alcune arrivino ad avere degli stanziamenti nell’ultimissimo bilancio comunale dopo anni di nulla assoluto.

Sulla mobilità i dati sono drammatici rispetto a quanto il Piano urbanistico della mobilità si era prefissato e addirittura il flusso di automobili sulla città è decisamente aumentato.

Le grosse questioni urbanistiche sono rimaste irrisolte, basti pensare alle aree da bonificare e recuperare a Trento Nord e a tutte le aree definite ex.

Non possono essere considerati sufficienti, dopo due legislature, i recenti accantonamenti a bilancio per l’ascensore verticale verso al collina di Povo piuttosto che un piano guida per l’area ex Italcementi che ci porterà probabilmente ad avere un polo espositivo sacrificato in una struttura provvisoria per qualche anno.

Il Prg, che doveva rappresentare una svolta importante, è stato immediatamente declassato a semplice variante e ha fatto del consumo zero di suolo il primo punto in ordine di importanza salvo poi trovare in extremis una prima approvazione inserendo un bacino artificiale sul Monte Bondone.

Proprio sul Monte Bondone vado a chiudere perché dopo aver avuto un’ottima intuizione designando un consigliere delegato, ci ritroviamo con una righetta sul Prg che dovrebbe individuare la presenza futuribile di un impianto di risalita, un masterplan chiuso in un cassetto e una cabina di regia messa in naftalina. Un bilancio, quindi, di luce e ombre. Un bilancio, quindi, in attesa di rilancio.

A cura di Mauro Corazza

 

Mauro Corazza

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]

Categorie

di tendenza