Connect with us

Piana Rotaliana

Saranno denunciati i «bulli» che hanno aggredito la compagnia teatrale a Lavis

Pubblicato

-

Saranno tutti denunciati i ragazzi della babygang che hanno aggredito con atti di vandalismo, offese, insulti e minacce la compagnia teatrale che ha messo in scena lo spettacolo di magia dell’illusionista Paladino all’auditorium di Lavis.

L’episodio che ha visto protagonisti una decina di ragazzi, minorenni e maggiorenni, sarebbe solo l’ultimo successo negli ultimi tempi.

Durante l’aggressione, minacciati di essere denunciati, avevano replicato in pieno stile mafioso che «in caso di denuncia sarebbero andati a prendere gli attori della compagnia sotto casa». 

Pubblicità
Pubblicità

Alcuni testimoni parlano anche di averli visti muniti di passamontagna e bastoni in giro per il paese in pieno stile «spedizione punitiva».

Arrivano anche conferme di altri vandalismi consumati nel comune di Lavis la stessa notte.

Lo stesso sindaco di Lavis Brugnara (nella foto) ieri sera dopo un tam tam sui social durato tutto il giorno ha confermato che saranno tutti denunciati: « Sappiamo bene chi sono questi ragazzi – ha commentato il primo cittadino – ma adesso si è superato il limite, e nella giornata di lunedì provvederemo a sporgere denuncia per quello che è successo. Questa situazione non riguarda solamente la comunità di Lavis, ma tutta la zona a nord di Trento».

Il gruppo di vandali solo una settimana fa aveva provato ad entrare nella palestra del Polo scolastico di via Degasperi e solo per disturbare gli allenamenti dei giovani atleti di una società sportiva. In quel caso avevano tirato anche delle pietre contro la porta vetrata.

Alla baby gang si sono aggiunti nell’ultimo periodo dei ragazzi della piana Rotaliana e delle frazioni di Trento nord. Non si capisce come mai i genitori non siano intervenuti alla pari delle forze dell’ordine e delle istituzioni, visto che il gruppo si conosceva bene.

Le denuncia come detto era partita dal racconto postato sul facebook di una delle collaboratrici della compagnia teatrale che aveva subito l’aggressione e che era rimbalzato in modo virale su centinaia di bacheche di singoli internauti piuttosto arrabbiati per quanto successo.

Non sappiamo se sia stato facebook e il limite superato dai piccoli vandali, va da se che ieri sera il Sindaco di Lavis ha confermato che lunedì verrà depositata una denuncia verso tutti i ragazzi della baby gang.

Ma sui social è scontro fra «Buonisti» e chi dice che si è superato il limite e che serve solo la «Tolleranza zero».

Tuttavia è giusto dire che questi piccoli delinquenti non rappresentano assolutamente lo spirito del paese di Lavis. C’è poi chi invoca la privacy e chi invece parla di vera e propria omertà.  Ora la palla passa alle forze dell’ordine.

IL COMUNICATO DENUNCIA PUBBLICATO SU FACEBOOK – sono basita Buongiorno, ieri sera, assieme a dei colleghi, abbiamo fatto uno spettacolo di magia al teatro di Lavis. Alla fine, mentre stavamo caricando in macchina l’attrezzatura, siamo stati aggrediti verbalmente con insulti e minacce, da un gruppo di ragazzini del posto. Non c’era nessuno motivo, nessuna discussione o provocazione.

Per natura, non rispondo alle provocazioni però hanno cominciato a lanciare sassi. A quel punto ho chiamato i carabinieri avvisando i ragazzi. Si sono subito dileguati minacciando che non saremo usciti indenni dalla piazza. Si sono piazzati ad ogni uscita con dei sassi in mano. Qualcuno di loro è passato davanti a noi facendoci dei sorrisini ironici, come una sfida. Il custode del teatro li conosce, ha detto che fanno spesso queste cose.

Le autorità competenti sono state informate da tempo ma nessuno fa qualcosa. Arrivati i carabinieri, sono scappati e noi artisti siamo stati scortati fuori dal paese. Non prendetevela con i genitori, non è detto sia loro la colpa. A volte nasci con un dna sbagliato. Lo so per certo perché alla loro età, avevo anch’io un’indole teppistica ma i sistemi educativi di quel tempo, avevano permesso che io, per paura delle conseguenze, non potessi mettere in pratica. Poi sono arrivati “loro”. Gli intellettuali educatori moderni. Quelli che, avendo studiato, hanno sicuramente in mano la verità. Hanno stabilito che quei sistemi, pur essendo efficaci, erano sbagliati

. Hanno creato uno schema fatto di comprensione, dialogo e buon esempio. Uno schema considerato l’unico umanamente giusto ed applicabile. Un giorno, questi educatori moderni, si renderanno conto che, per alcuni giovani, il loro sistema ha fallito.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]

Categorie

di tendenza