Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Mori: il Comune sostiene la Parrocchia e il Cedas

Pubblicato

-

Il Comune contribuisce alle attività della Parrocchia Santo Stefano di Mori e, in particolare, sostiene l’iniziativa “Risorsa alimentare decanale” attribuendo, per il 2020, una somma di 3.500 euro.

Come stabilito dallo statuto comunale, l’amministrazione dedica parte delle proprie risorse a beneficio di persone in difficoltà e alla prevenzione dei disagi.

L’accordo con la Parrocchia prevede l’erogazione dei fondi per l’aiuto, che viene attuato grazie allo strumento locale della Commissione Caritas parrocchiale, denominato Centro di solidarietà (Cedas).

PubblicitàPubblicità

Il Cedas si occupa della distribuzione dei pacchi alimentari e di buoni di acquisto per generi di prima necessità, che vengono consegnati a soggetti singoli o nuclei familiari, residenti a Mori, che vivono in condizioni di disagio economico e sociale e per i quali non risulta possibile il tempestivo accesso agli interventi attivati dal Banco alimentare sul territorio, presso il quale la stessa Cedas, in qualità di ente incaricato, provvede regolarmente al ritiro diretto delle eccedenze alimentari e alla loro distribuzione gratuita.

Il finanziamento del Comune alla Parrocchia viene formalizzato da un accordo, una sorta di convenzione, che dà continuità ai rapporti in essere ormai da anni.

Pubblicità
Pubblicità

L’importo sarà erogato in tre rate: la prima pari al 30% del totale, a gennaio 2020; la seconda pari al 60 % entro il 30 giugno.

Il saldo sarà versato a conclusione delle attività annuali previste e dietro presentazione di una relazione conclusiva corredata del rendiconto delle entrate e delle uscite sostenute.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Ala, un altro incontro per sensibilizzare sul futuro sostenibile del Trentino 2040

Pubblicato

-

Continuano gli incontri sul territorio per informare rispetto ai 10 Obiettivi che il Trentino si è dato per costruire insieme ai cittadini la Strategia provinciale di Sviluppo Sostenibile (SproSS) e proiettare il Trentino nel 2040. Ad Ala mercoledì 22 gennaio 2020 la vicesindaco e assessore alla cultura Antonella Tomasi ha introdotto l’incontro “Agenda 2030: esercizio di futuro”.

La parola è poi passata a Lucilla Galatà esperta del MUSE, divulgatrice scientifica che ha illustrato i 17 obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals, SDGs) sottoscritti nel 2015 a Parigi dai 193 Paesi dell’ONU, con l’impegno di raggiungerli entro il 2030. All’incontro era presente anche il sindaco Claudio Soini. Andrea Delmonego ha presentato un’iniziativa di sostenibilità dell’Istituto scolastico Fontana

Nella linea del tempo che precede l’Agenda 2030 ci sono alcune date molto importanti il 1972, Stoccolma Human Environment, il 1992 – Agenda 21 – Rio de Janeiro Earth Summit, il 2000 New York Millenium Summit ONU: 20 anni fa i Paesi aderenti si erano impegnati a raggiungere otto obiettivi entro il 2015. E, sebbene non siano stati raggiunti tutti, sono però serviti a gettare le basi per un percorso comune fra i Paesi che è poi confluito nell’Agenda 2030 decisa a Parigi nel 2015.

PubblicitàPubblicità

I 17 obiettivi coniugano le esigenze ambientali con quelle economiche e sociali. La sostenibilità non è quindi una questione ambientale ma coinvolge 5 aree fondamentali, indicate 5P: Persone, Pianeta, Prosperità, Pace e Partnership. Lo Stato italiano nel 2017 ha adottato le propria Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile e ha individuato 52 Obiettivi Strategici Nazionali.

Ora, anche il Trentino, dopo aver approvato il documento di posizionamento, cioè come si configura il nostro territorio rispetto all’Agenda 2030, ha individuato in 10 obiettivi le basi per la Strategia provinciale per lo Sviluppo Sostenibile.

Pubblicità
Pubblicità

Povertà, Stili di vita, Acqua, Territorio, Economia circolare, Responsabilità sociale, Turismo sostenibile, Agricoltura, Riduzione delle emissioni, Parità di genere, su questi obiettivi si ragionerà nei Tavoli di lavoro del percorso partecipativo (a cui tutti possono iscriversi) per costruire insieme la Strategia provinciale per lo Sviluppo Sostenibile e proiettare il Trentino nel 2040.

Andrea Delmonego insegnante presso l’Istituto Fontana di Rovereto ha illustrato un’esperienza concreta che si sta svolgendo con gli studenti dell’Istituto roveretano: ha proiettato la ‘Mappa dell’albero della Sostenibilità’ con illustrate le iniziative che si stanno portando avanti da 12 anni coinvolgendo docenti, studenti e personale amministrativo. “Nella scuola la sostenibilità deve essere divulgata attraverso il piacere e non il dovere”, ha detto Andrea Delmonego. Informazione scientifica, Comunicazione efficace, Piacere di agire, Amore per il Pianeta, Creatività, Coinvolgimento emotivo e Partecipazione e cittadinanza attiva, sono le basi dell’albero della Sostenibilità.

Pubblicità
Pubblicità

Ogni anno viene nominato un docente e uno studente responsabile della sostenibilità per l’intero anno scolastico: si occupano di attivare azioni per la sostenibilità, per esempio, spegnere le luci quando non servono, cambiare l’aria ogni ora, fare la raccolta differenziata giusta etc. e, all’esterno della classe, partecipare alle iniziative sul territorio come, per esempio, ‘Fai la cosa giusta’.

“I ragazzi vanno coinvolti emotivamente – ha insistito l’insegnante – e hanno bisogno di poter agire non solo di essere informati dagli esperti. Prima devono agire in prima persona”.

L’esperienza del Fontana viene anche scambiata con altre scuole che fanno iniziative di sostenibilità. L’Istituto Fontana è l’unica scuola del Trentino certificata EMAS. Un lavoro particolarmente impegnativo che ha coinvolto tutti gli studenti e ha permesso di monitorare tutti i consumi della scuola consentendo di risparmiare non poco e gestendo la scuola con un piano di contenimento.

Per assorbire la CO2 emessa dalla scuola ci vogliono 22 alberi per studenti, anche questo è stato calcolato ed ha generato un progetto di lavoro con una scuola in Ecuador per salvaguardare una foresta ecuadoregna.

L’istituto sta facendo un’esperienza molto significativa sulla sostenibilità e la sta portando avanti concretamente: un altro esempio è quello di aver calcolato lo spreco di energia elettrica dell’illuminazione a neon cui è dotata la scuola e di quanto bisognerebbe investire per cambiare l’illuminazione a led (che consentirebbe un risparmio notevole) e quanto tempo ci vorrebbe per ammortizzare l’investimento. La certificazione EMAS è stata ottenuta anche dal Comune di Ala.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Sostituzione lampade illuminazione pubblica, risparmio di 20.000 euro per Volano

Pubblicato

-

Come da programma, iniziano alla fine mese del mese di gennaio, i lavori di efficientamento dell’impianto di illuminazione pubblica del Comune di Volano.

Primo passo è stata l’adesione alla Convenzione Consip Luce 3, approvata in consiglio comunale, che permette la gestione dell’impianto di illuminazione pubblica direttamente dal gestore del servizio, ovvero la Dolomiti Energia Solutions.

A   seguire nel corso del 2019, la fase di analisi e di valutazione per redigere un progetto puntuale da parte del gestore, approvato in giunta comunale nel mese di dicembre; a gennaio 2020 dopo la pianificazione dei lavori e l’approvvigionamento dei materiali necessari, Dolomiti Energia Solutions – gestore del servizio –  inizierà sul territorio comunale la sostituzione delle lampade di tutti i lampioni con moderne luci a led, in grado di garantire una riduzione della dispersione di luce, una migliore illuminazione e nel contempo permetteranno di consuntivare un minor consumo energetico, ovvero risparmi nella parte corrente del bilancio comunale.

PubblicitàPubblicità

Nell’ambito del progetto sono stati previsti anche gli adeguamenti di alcuni armadi elettrici e altre operazioni connesse a manutenzioni ed interventi altrettanto importanti per rendere più efficiente il servizio.

I lavori inseriti nel progetto approvato dall’Amministrazione, che inizieranno lunedì 27 gennaio, comprendono anche delle manutenzioni straordinarie, rientranti nell’extra-canone, per la sostituzione dei lampioni sulla rotatoria tra Via Roma e la Zona industriale a nord del paese ed il ripristino dei punti luce sullo svincolo di Via Tavernelle.

Pubblicità
Pubblicità

«E’ un’operazione importante, conclude l’assessore Walter Ortombina, perché l’implementazione di questi impianti permette un cospicuo risparmio economico per le casse comunali, di circa 20.000 € all’anno, ma soprattutto rappresenta un altro passo sul percorso delle azioni intraprese dall’Amministrazione per il risparmio energetico e nell’ottica della tutela ambientale».

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Avio: approvato il bilancio di previsione finanziario

Pubblicato

-

Il consiglio comunale di Avio ha approvato, nella seduta del 20 gennaio 2020, lo schema di nota di aggiornamento del Documento Unico di Programmazione (D.U.P.) 2020-2022, e il Bilancio di previsione finanziario 2020-2022, unitamente a tutti gli allegati previsti dalla normativa, comprensivi di Nota integrativa al bilancio 2020-2022 e Piano degli indicatori che chiude a 11.656.517,38 euro.

Consiglio che si è aperto con un minuto di silenzio in ricordo dell’ex Sindaco Sandro Borghetti.

«Si tratta dell’ultimo bilancio della consiliatura Secchi – ha commentato l’assessore al bilancio Livia Pedrinolla – e in questo senso abbiamo voluto proporre un documento pressoché tecnico che inserisse e tenesse conto, evidentemente, delle opere già programmate e non ancora concluse ma non indicasse nuovi importanti investimenti.

Pubblicità
Pubblicità

Questo per un elemento di correttezza che consenta alla nuova amministrazione di programmare secondo il programma politico sottoposto all’elettorato. Spiace, a fronte di queste considerazioni, ancora una volta il voto negativo delle minoranze, dalle quali non è pervenuto alcun emendamento o ordine del giorno allo stesso. Dimostrando ancora una volta, in questo modo, chiusura totale rispetto alle aperture della maggioranza consiliare e nessuna volontà di dialogo».

Tra le opere inserite si evidenziano, tra le più rilevanti, il miglioramento sismico della Scuola elementare di Sabbionara per un importo di euro 838.000,00, del quale è stato rivisto il progetto e rideterminato il costo complessivo dell’opera a fronte della prescrizione dei Bacini Montani relativa alla sistemazione del Rio Sabbionara in prossimità e sotto la scuola. A questo, seguirà l’efficientamento energetico della scuola elementare Sabbionara per un importo di euro 213.607,71.

Pubblicità
Pubblicità

Ancora, l’efficientamento energetico della scuola elementare Avio per un importo di euro 269.694,61. Nel corso dell’anno 2019, infatti, si è provveduto alla realizzazione dei lavori del I Lotto (Sostituzione dei serramenti esterni). Nell’estate del 2020 sarà ultimato l’intervento con la sistemazione dell’impianto elettrico e la realizzazione del cappotto.

Adeguamento nuova allocazione tensostruttura per un importo di euro 152.346,38. Sono state affidate le opere da elettricista e da idraulico e termoidraulico e, consequenzialmente, nel mese di febbraio inizieranno i lavori.

Pubblicità
Pubblicità

Realizzazione di una vasca piccola all’impianto natatorio per un importo di euro 30.948,84; un lavoro già affidato e che sarà completato entro il mese di aprile.

Lavori di messa in sicurezza Via Romana per un importo di euro 33.010,88. È già stato affidato l’incarico per: progettazione definitiva ed esecutiva; geologo. Il progetto definitivo è stato depositato alla fine del mese di dicembre 2019. Nei primi mesi del 2020 si procederà alla richiesta di tutte le autorizzazioni necessarie.

L’allargamento, rettifica e completamento Via Massa per un importo di euro 433.790,94. Qui, siamo in fase di espletamento della gara per l’affido dei lavori.

La realizzazione di una casetta a servizio degli orti e realizzazione servizi igienici nel Parco caduti di Nassiriya per un importo di euro 40.000,00.

Manutenzione straordinaria alla rete idrica per un importo di euro 114.500,00. È stato affidato l’incarico per la progettazione esecutiva degli interventi.

Lavori di rifacimento tratto acquedotto Via Marconi-Viale Degasperi per un importo di euro 271.231,84. Anche in questo caso è in fase di espletamento la gara per l’affido dei lavori.

L’acquisto di nuove telecamere di sicurezza per un importo di euro 20.642,17.

La messa in sicurezza dell’abitato di Sabbionara con realizzazione di marciapiede e rotatoria SP90-Via Morielle per un importo di euro 609.731,32, dove i lavori saranno appaltati nel corso della primavera.

Lavori di realizzazione marciapiedi Via del Lavoro e Frazione Borghetto per un importo di euro 98.280,13. Siamo in fase di espletamento della gara per l’affido dei lavori.

Manutenzione straordinaria ai cimiteri comunali per un importo di euro 74.000,00, con la realizzazione di copertura patio esterno cella mortuaria e parapetti tombe edicole Cimitero della Pieve di Avio e, infine, da ricordare, la realizzazione centralina idroelettrica su scarico centrale Via Venezia per un importo di euro 186.300,00, dove è già stato affidato l’incarico per la progettazione definitiva ed esecutiva; per il geologo e per il coordinatore della sicurezza.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza