Connect with us
Pubblicità

Trento

Università Trento, la scelta dei dirigenti tra candidati “indovinati” e l’arte di arrampicarsi sugli specchi

Pubblicato

-

Quando spuntano ombre di anomalie e dubbi sulla trasparenza delle diverse procedure interne di selezione dei candidati in qualsiasi settore, il nome di Unitn (università di Trento) riemerge quasi naturalmente dalla rosa delle possibili realtà oggetto di approfondimento.

Anche questa volta, come nel caso delle borse di studio assegnate indebitamente, il caso meriterebbe risposte adeguate (leggi anche Borse di studio a bimbi di tre anni: contributi a pioggia a figli di dipendenti Unitn ma senza ICEF né ISE o Borse di studio ai bimbi, la “Voce” aveva ragione: danno erariale di Unitn da 607mila euro).

Avvisi di selezione e candidati “indovinati” – Recentemente è uscito un “avviso di selezione per conferimento di incarico dirigenziale a tempo determinato” per un ruolo di livello dirigenziale di durata triennale (rinnovabile) di Dirigente direzione sistemi informativi, Servizi e Tecnologie informatiche di Ateneo, al fine di presiedere l’area Sistemi informativi, Servizi e infrastrutture tecnologiche, l’Area Servizi utente nonché l’Area Servizi BackOffice e Area trasversale.

PubblicitàPubblicità

L’accesso è riservato a chi abbia maturato esperienza in funzioni dirigenziali (relativa all’oggetto della selezione), in base al curriculum vitae fornito dal candidato e all’esito del colloquio individuale.

Per tale avviso, l’Università di Trento si avvale della società di selezione del personale Cercasi SAS con sede a Trento in via Kufstein 17, 38121 Località Produttiva, la quale ha il compito di garantire trasparenza e imparzialità nello svolgimento della procedura e di tenere altresì conto delle condizioni di pari opportunità dei candidati, oltre a verificare il possesso dei requisiti professionali e ad accertare le capacità attitudinali e professionali degli stessi, motivando il giudizio in relazione alla specializzazione professionale maturata, al livello posseduto delle conoscenze e alle caratteristiche attitudinali.

La società conclude quindi la procedura di selezione formulando una rosa finale di tre candidati/e idonei a ricoprire l’incarico dirigenziale, redigendo per ciascuno un sintetico profilo.

I candidati saranno poi sottoposti ad ulteriore verifica di idoneità dal direttore generale, che individua d’intesa con il rettore il soggetto vincitore, ovvero il più idoneo a ricoprire l’incarico.

Peccato però, che in un concorso dirigenziale indetto dall’università di Trento, il nominativo del vincitore era già stato indicato dal consigliere provinciale del MoVimento 5 Stelle Filippo Degasperi.

E’ il caso della selezione per la direzione Patrimonio Immobiliare per la quale il nominativo “indovinato” dal consigliere era quello dell’architetto Giancarlo Buiatti.

Doti divinatorie del consigliere appena menzionato, oppure falle del sistema che permettono l’individuazione precoce del candidato ancora prima della conclusione del processo di scelta dell’idoneo al ruolo di dirigente?

Se questo, a quanto pare, è stato (e sarà) più volte possibile, come si spiega il valore del ruolo di incarico di tali società esterne e soprattutto, il denaro pubblico speso per l’utilizzo di tale prezioso servizio di “couseling”?

Nel caso specifico, ci si chiede quale sia il valore attribuito al ruolo delle ditte incaricate in questa e nelle precedenti selezioni (oltre alla Cercasi nel 2019 anche lo Studio Marco Calzà di Rovereto nel 2016 o la Look4You Consulting nel 2017), ruolo che ad esse è stato affidato in questo caso nell’ambito di una selezione interna alla pubblica amministrazione (il cui fine dovrebbe essere l’interesse collettivo) nonostante l’Unitn sia dotata nell’organico di docenti esperti in materia e quindi maggiormente idonei ad un’eventuale selezione di candidati nelle diverse aree di competenza.

Quali sono dunque le motivazioni della scelta di una ditta esterna per la selezione dirigenziale, quando lo stesso incarico potrebbe essere affidato A COSTO ZERO a docenti universitari interni che, oltre a rivestire un ruolo di pubblico ufficiale, sarebbero inoltre altamente qualificati al reclutamento del miglior candidato per l’assolvimento di pubbliche funzioni?

Il dubbio su una potenziale mancanza di trasparenza di tali selezioni viene rafforzato anche dal fatto che per ciascun bando non vengono indicati i nomi dei partecipanti e i nominativi della commissione esaminatrice come invece risulta per altre selezioni dirigenziali in altre università italiane e in altre amministrazioni pubbliche come per esempio la Provincia di Trento.

Quanto è costata questa scelta ad Unitn – Sappiamo che la selezione per la dirigenza della direzione Pianificazione e Approvvigionamenti e amministrazioni, la cui vincitrice è risultata essere la dottoressa Elisabetta Endrici, è costata 13mila euro di soldi pubblici. Allora il “supporto di selezione dirigente DPAF” era stato affidato allo Studio Calzà (2016) come da immagine riportata sotto:

 

La selezione del dirigente della direzione Patrimonio Immobiliare il cui vincitore è l’architetto Giancarlo Buiatti è costato invece 13.500 euro, sempre di soldi pubblici. Allora il “supporto di selezione dirigente DPIAF” era stato affidato alla Look4You Consulting SRL (2017) come da immagine riportata sotto:

Infine, la recente selezione della direzione Comunicazioni e relazioni esterne dell’ateneo, la cui vincitrice è la dottoressa Alessandra Montresor è costata 2800 euro di soldi pubblici nel 2019 per la “selezione dirigente nuova direzione” curata dalla CercaSI sas di Trento, come da immagine riportata sotto:

I candidati di altre amministrazioni – Come è possibile anche che all’interno dell’università di Trento non ci siano figure professionali idonee a ricoprire un ruolo dirigenziale dato che i candidati selezionati negli ultimi anni provengono da altre amministrazioni?

Come è possibile che non siano mai stati effettuati dei controlli in merito all’utilizzo del denaro pubblico in relazione alla scelta di ditte esterne per la selezione di personale interno, selezione che peraltro con altre metodologie non comporterebbe  alcun costo?

Chi assicura infine che la ditta esterna abbia davvero gli strumenti per accertare la reale competenza di una “rosa di tre candidati” da sottoporreal direttore generale che individua d’intesa con il rettore il soggetto più idoneo a ricoprire l’incarico?

Formazione post nomina: fare luce su cosa succede “dopo” – Un’ultima domanda che merita approfondimento si riferisce invece alla Formazione post nomina: siamo sicuri che il dirigente non si avvalga di una formazione successiva al conferimento dell’incarico per l’espletamento delle sue funzioni, dal momento in cui il miglior candidato idoneo a ricoprire l’incarico stesso dovrebbe già essere in possesso dei requisiti richiesti nell’avviso di selezione?

E se sì, quale sarebbe il costo per la pubblica amministrazione? A queste e ad altre domande ci si aspetterebbe, dall’ateneo trentino, delle risposte quantomeno esaustive.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Ricette fresche con le fragole, le golosità dell’estate!
    Finalmente stanno arrivando l’estate, il caldo e le giornate di sole. Con loro, inizia anche la stagione della frutta fresca, dei frullati e dei dolci golosi e leggeri. Tra quelli più classici e gustosi spicca la Torta Sbriciolata alle fragole senza cottura. Facile, veloce e adatta a tutti palati, la torta sbriciolata alle fragole senza cottura […]
  • “CrowdWine”, l’originale sistema per sostenere le piccole cantine italiane
    In un momento storico in cui l’intero settore del vino italiano ed internazionale sta vivendo un profondo cambiamento strutturale, relazionale e sopratutto commerciale è nata un’idea per sostenere le piccole e medie cantine italiane. L’idea prende spunto direttamente dal più noto crowdfunding, tentando di avvicinare i consumatori con i produttori attraverso l’ormai utilizzatissimo sistema di […]
  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]

Categorie

di tendenza