Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Ala: presenze da record al Natale nei palazzi barocchi

Pubblicato

-

Numeri record per la quarta edizione del Natale nei palazzi barocchi ad Ala. Numeri record per una manifestazione nata pochi anni fa come una scommessa, e che si era inserita in una offerta turistica, quella dei mercatini, già ricca in Trentino.

La qualità della proposta e la sua collocazione sono state invece vincenti. Le stime fatte dagli organizzatori arrivano infatti a 40 mila presenze nei cinque fine settimana della manifestazione nel 2019.

Ieri, domenica 22 dicembre, con gli auguri in piazza dell’amministrazione comunale, si è concluso il Natale nei palazzi barocchi di Ala.

Pubblicità
Pubblicità

Sono stati cinque fine settimana, da fine novembre fino a ieri, con espositori nei palazzi, concerti di musica classica, eventi, spettacoli itineranti di strada, intrattenimenti. Il bilancio è da ricordare, perché i visitatori, già in costante aumento nelle varie edizioni dell’evento, hanno segnato un netto aumento.

L’incremento di passaggi in centro di turisti è stato evidente nei fine settimana scorsi, con giorni di particolare affluenza – ad esempio il giorno dell’Immacolata, 8 dicembre.

Per un evento distribuito in tutto il centro storico della città e non concentrato in un’unica piazza come il resto dei mercatini, e con almeno cinque punti di accesso, non è facile quantificare il numero di presenze.

Pubblicità
Pubblicità

Le stime degli organizzatori, fatte contando i passaggi in alcuni punti strategici nei giorni dell’evento, arrivano tuttavia a stimare 40 mila presenze in centro nei dieci giorni del Natale nei palazzi barocchi.

Pubblicità
Pubblicità

Ci sono stati, come dicevamo, dei giorni di punta, forse il week end di massimo afflusso è stato quello del 7 e 8 dicembre, che sarà ricordato anche per la visita del presidente del Mart Vittorio Sgarbi, con presumibilmente 5 mila presenze nel giorno di domenica.

Ala è stata così meta di numerosi turisti provenienti da varie regioni d’Italia, è stata inserita nei “tour” organizzati dei mercatini, ed ha accolto anche numerose persone dalle località trentine vicine. Per Ala sono numeri importanti: va considerato che si è partiti da quattro anni e ci si doveva inserire in un circuito già ricco di eventi natalizi.

Punti di forza sono stati la qualità degli espositori (in totale una settantina), la loro collocazione (originale e unica, nei palazzi barocchi, che rendeva tutto perfettamente visitabile anche nel malaugurato caso di pioggia), la qualità degli eventi e della proposta, pensata e articolata sotto il coordinamento del direttore artistico Riccardo Ricci.

Altri numeri supportano le stime degli organizzatori (Coordinamento teatrale trentino e Comune): i 1000 biglietti staccati dal trenino in appena due pomeriggi, funzionante per il solo fine settimana dell’Immacolata, il numero dei pullman triplicato rispetto agli anni scorsi, le 500 letterine per Babbo Natale redatte ogni fine settimana nel palazzo dedicato ai più piccoli. Molto apprezzato e affollato anche lo spettacolo per bambini ospitato a palazzo Pizzini.

Apprezzato anche il filo rosso illuminato che collegava i palazzi e indicando il percorso nel centro storico, acquisto reso possibile grazie al sostegno della Cassa Rurale Vallagarina. A rendere unica la cornice di Ala ha contribuito anche l’associazione Vellutai, che ogni giorno hanno proposto delle visite animate in costume settecentesco alla luce delle lanterne. Il successo è stato reso possibile grazie alle associazioni alensi di volontariato e solidarietà che hanno curato molti stand.

Ieri, introdotto dalle note del Coro Città di Ala, si è tenuto il saluto conclusivo della giunta comunale, che è stata anche occasione per gli auguri natalizi alla città.

«Abbiamo già un po’ di nostalgia di questo bellissimo Natale nei palazzi barocchi – ha detto il sindaco Claudio Soini – quando avevamo iniziato, quattro anni fa, lo ammetto, eravamo timorosi e avevamo qualche dubbio. Il nostro Natale invece è cresciuto sempre di più, e quest’anno, grazie al Coordinamento teatrale trentino, nostro partner anche per Città di Velluto, è stato davvero un grande successo.

Quest’anno abbiamo aggiunto due palazzi, siamo arrivati ad otto, e in futuro potremo aprire altre corti, altri luoghi della nostra città. Perché un centro storico così bello in Trentino non ce l’ha nessuno, ed è per questo che ora vogliamo fare del Natale nei palazzi barocchi di Ala il primo dei Natali in Trentino».

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Il futuro abbraccia l’ecologia e la natura: anche in Italia spopola la moda delle Tiny House
    Sono conosciute come le” Students Tiny house talk”, ovvero 10 metri quadrati di vivere ecosostenibile. Si tratta di tipiche casette svedesi completamente costruite in legno dal design moderno e pensate inizialmente per ospitare universitari. L’efficienza energetica e l’impronta ecologia sono l’aspetto fondamentale di queste abitazioni che puntano a minimizzare al massimo le emissioni di carbonio […]
  • La Nasa lo conferma: sulla Luna c’è acqua ed è accessibile
    Sulla Luna c’è acqua, un annuncio clamoroso ma vero. L’incredibile notizia arriva da due studi della Nasa pubblicati su Nature. Il primo studio coordianato dalla Nasa dimostra la scoperta rilevata dal telescopio volante Sofia della molecola dell’acqua sulla Luna. Grazie al telescopio Sofia, montato a bordo di un boeing 747 ha infatti risolto il mistero […]
  • A Trento è arrivato l’innovativo franchise di SkinMedic Beauty Clinic
    SkinMedic è un nuovo modo di concepire il mercato dell’estetica, in cui la realtà in franchising diventa un’opportunità di crescita condivisa. Da qualche mese, il noto marchio ha aperto anche una Beauty Clinic a Trento, presso il quartiere Le Albere. “Operiamo sul campo nel settore medicale-estetico da oltre 20 anni, inizialmente come produttori di attrezzatura […]
  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]

Categorie

di tendenza