Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Ala: presenze da record al Natale nei palazzi barocchi

Pubblicato

-

Numeri record per la quarta edizione del Natale nei palazzi barocchi ad Ala. Numeri record per una manifestazione nata pochi anni fa come una scommessa, e che si era inserita in una offerta turistica, quella dei mercatini, già ricca in Trentino.

La qualità della proposta e la sua collocazione sono state invece vincenti. Le stime fatte dagli organizzatori arrivano infatti a 40 mila presenze nei cinque fine settimana della manifestazione nel 2019.

Ieri, domenica 22 dicembre, con gli auguri in piazza dell’amministrazione comunale, si è concluso il Natale nei palazzi barocchi di Ala.

Pubblicità
Pubblicità

Sono stati cinque fine settimana, da fine novembre fino a ieri, con espositori nei palazzi, concerti di musica classica, eventi, spettacoli itineranti di strada, intrattenimenti. Il bilancio è da ricordare, perché i visitatori, già in costante aumento nelle varie edizioni dell’evento, hanno segnato un netto aumento.

L’incremento di passaggi in centro di turisti è stato evidente nei fine settimana scorsi, con giorni di particolare affluenza – ad esempio il giorno dell’Immacolata, 8 dicembre.

Per un evento distribuito in tutto il centro storico della città e non concentrato in un’unica piazza come il resto dei mercatini, e con almeno cinque punti di accesso, non è facile quantificare il numero di presenze.

Pubblicità
Pubblicità

Le stime degli organizzatori, fatte contando i passaggi in alcuni punti strategici nei giorni dell’evento, arrivano tuttavia a stimare 40 mila presenze in centro nei dieci giorni del Natale nei palazzi barocchi.

Pubblicità
Pubblicità

Ci sono stati, come dicevamo, dei giorni di punta, forse il week end di massimo afflusso è stato quello del 7 e 8 dicembre, che sarà ricordato anche per la visita del presidente del Mart Vittorio Sgarbi, con presumibilmente 5 mila presenze nel giorno di domenica.

Ala è stata così meta di numerosi turisti provenienti da varie regioni d’Italia, è stata inserita nei “tour” organizzati dei mercatini, ed ha accolto anche numerose persone dalle località trentine vicine. Per Ala sono numeri importanti: va considerato che si è partiti da quattro anni e ci si doveva inserire in un circuito già ricco di eventi natalizi.

Punti di forza sono stati la qualità degli espositori (in totale una settantina), la loro collocazione (originale e unica, nei palazzi barocchi, che rendeva tutto perfettamente visitabile anche nel malaugurato caso di pioggia), la qualità degli eventi e della proposta, pensata e articolata sotto il coordinamento del direttore artistico Riccardo Ricci.

Altri numeri supportano le stime degli organizzatori (Coordinamento teatrale trentino e Comune): i 1000 biglietti staccati dal trenino in appena due pomeriggi, funzionante per il solo fine settimana dell’Immacolata, il numero dei pullman triplicato rispetto agli anni scorsi, le 500 letterine per Babbo Natale redatte ogni fine settimana nel palazzo dedicato ai più piccoli. Molto apprezzato e affollato anche lo spettacolo per bambini ospitato a palazzo Pizzini.

Apprezzato anche il filo rosso illuminato che collegava i palazzi e indicando il percorso nel centro storico, acquisto reso possibile grazie al sostegno della Cassa Rurale Vallagarina. A rendere unica la cornice di Ala ha contribuito anche l’associazione Vellutai, che ogni giorno hanno proposto delle visite animate in costume settecentesco alla luce delle lanterne. Il successo è stato reso possibile grazie alle associazioni alensi di volontariato e solidarietà che hanno curato molti stand.

Ieri, introdotto dalle note del Coro Città di Ala, si è tenuto il saluto conclusivo della giunta comunale, che è stata anche occasione per gli auguri natalizi alla città.

«Abbiamo già un po’ di nostalgia di questo bellissimo Natale nei palazzi barocchi – ha detto il sindaco Claudio Soini – quando avevamo iniziato, quattro anni fa, lo ammetto, eravamo timorosi e avevamo qualche dubbio. Il nostro Natale invece è cresciuto sempre di più, e quest’anno, grazie al Coordinamento teatrale trentino, nostro partner anche per Città di Velluto, è stato davvero un grande successo.

Quest’anno abbiamo aggiunto due palazzi, siamo arrivati ad otto, e in futuro potremo aprire altre corti, altri luoghi della nostra città. Perché un centro storico così bello in Trentino non ce l’ha nessuno, ed è per questo che ora vogliamo fare del Natale nei palazzi barocchi di Ala il primo dei Natali in Trentino».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza