Connect with us
Pubblicità

Trento

Il latte fresco di montagna si veste con la nuova confezione di vetro

Pubblicato

-

Potrebbe essere considerato una sorta di “riserva” tra le varie tipologie di latte alimentare (fresco, microfiltrato, Uht, ecc.)

Il latte che ora viene venduto in bottiglia di vetro rappresenta il prodotto di massima qualità, e per questo ora viene “custodito” in una bottiglia di vetro.

Il nuovo prodotto è stato presentato nella sede dello stabilimento di Latte Trento a Spini di Gardolo alla presenza del vicepresidente della giunta provinciale e assessore all’ambiente Mario Tonina e dell’assessore all’agricoltura Giulia Zanotelli, accolti dal presidente Carlo Graziadei e dal direttore Sergio Paoli.

Pubblicità
Pubblicità

“Il latte di qualità di montagna – ha detto Sergio Paoli – viene raccolto solo nelle stalle di montagna dei nostri soci, in cui viene garantito il benessere degli animali e l’alimentazione proveniente dalla stessa azienda, almeno per il 60%. Il vetro tutela tutte le caratteristiche organolettiche del prodotto”.

Piena sintonia sda parte dei rappresentanti della giunta provinciale.

“L’attenzione della giunta su questi temi è molto forte – ha affermato l’assessore Zanotelli – è centrale la conoscenza delle materie prime e dei trasformati, per questo facciamo cultura cominciando dai bambini. Il tavolo tecnico della zootecnia sarà composto da tutti gli attori interessati, anche Latte Trento, per cominciare il confronto sulla prossima programmazione”.

“Il Trentino non parte dall’anno zero – ha affermato l’assessore Tonina – solo se si continuerà a lavorare sulla qualità avremo un futuro. L’assessore ha ringraziato il settore zootecnico che garantisce un futuro all’ambiente montano. Dobbiamo garantire un equilibrio tra le valli e le città evitando lo spopolamento dei territori. Siamo sulla strada giusta”.

Latte Trento lavora circa 55 milioni di litri di latte, in parte destinato all’alimentazione, in parte a Trentingrana e altri formaggi, su un totale di 130 milioni di litri prodotti a livello provinciale.

Pubblicità
Pubblicità

Su un totale di 30 milioni di bottiglie di latte – di cui 20 milioni di latte fresco – che escono ogni anno dallo stabilimento di Latte Trento, il direttore Sergio Paoli conta di produrne un milione in confezione di vetro.

Il vetro è il materiale più rispettoso dell’ambiente, tuttavia le bottiglie non saranno “vuoti a rendere”. Sembra un paradosso ambientale, tuttavia le bottiglie rientrano comunque nel ciclo produttivo attraverso la raccolta differenziata e successivo riutilizzo per produrne di nuove.

Il motivo lo hanno spiegato lo stesso direttore Paoli e il rappresentante della Vetri Speciali Gianluca Santagata che produrrà, a poche centinaia di metri di distanza dallo stabilimento, le confezioni.

“Il procedimento di recupero delle bottiglie non è sostenibile perché molto complesso, lungo e costoso – ha detto Paoli – perché i vuoti devono essere selezionati, trasportati con cautela, puliti usando acqua e detergenti e sterilizzati. Molto più conveniente anche per l’ambiente recuperare i frammenti nelle discariche differenziate e realizzarne di nuove.”

Non mancano i problemi del settore, sollevati da Paoli, a cui hanno risposto i rappresentanti provinciali. Come il tema delle superfici e della qualità dei foraggi, della gestione degli appalti in modo da garantire nelle strutture pubbliche l’utilizzo di prodotti locali (“vedo troppe confezioni di latte tedesco e francese nei nostri ospedali”), e le iniziative di sensibilità per diffondere la cultura del riciclo dei materiali. “Ma la plastica riciclata non può essere tassata, altrimenti non conviene produrla”, ha detto Paoli.

Temi condivisi dagli assessori, che hanno fornito risposte nel merito, anche se in certi casi, come la gestione dei pascoli di montagna, ci sono regole europee che travalicano anche le iniziative dei territori.

Un pieno di certificazioni – Ma cosa differenzia questo latte dagli altri? Oltre ad avvalersi del marchio di “Qualità Trentino”, il latte fresco in bottiglia di vetro si fregia di numerosi marchi di garanzia, ognuno tutelato da specifico disciplinare di produzione.

Innanzitutto il latte è Trentino di Montagna, ovvero raccolto ogni giorno solo presso le stalle dei soci (reg. UE n°.1151/2012). Proviene da allevamenti attenti alle regole del benessere animale, con filiera certificata Csqa, e le mucche sono alimentate esclusivamente con foraggi NO OGM, il 60% dei quali devono provenire dalla stessa azienda agricola in loco.

Alta Qualità significa che viene prodotto in conformità al D.M. 185/91, che certifica una qualità superiore rispetto al normale latte fresco (grassi 4,0 per 100 ml).

Il packaging rispetta l’ambiente, mentre la bottiglia è in vetro, materiale riciclabile per eccellenza. Una risposta (anche) alla plastic tax, la cui esecutività è stata per ora rinviata di un anno, ma soprattutto un impegno per la genuinità e la sostenibilità.

Nel pomeriggio di oggi hanno fatto visita allo stabilimento di Latte Trento gli assessori provinciali Giulia Zanotelli e all’ambiente e cooperazione Mario Tonina.

La premiazione del concorso – Al concorso di Latte Trento riservato ai consumatori  sono state raccolte più di diecimila schede.

I fortunati vincitori, estratti a sorte alla presenza di un notaio, hanno ritirato stamani i loro premi, almeno quelli più importanti. Su tutti, una Fiat Panda a metano vinta dalla signora Maria Santomaso di Trento, che ha potuto ritirare la vettura consegnata dal presidente di Latte Trento Carlo Graziadei e dal direttore Sergio Paoli.

Le cinque biciclette elettriche messe a disposizione dal campione iridato di ciclismo Maurizio Fondriest sono andate a Mattia Degasperi di Sardagna, Nicola Baldo di Lavis, Alessia Bombasaro di Castelnuovo, Enrico Purin di Borgo Valsugana e Giorgia Pedrotti di Savignano. Per gli altri premi i nomi dei vincitori sono disponibili sul sito di Latte Trento

 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]

Categorie

di tendenza