Connect with us

Italia ed estero

Gli inviti a riempire le piazze delle Sardine ​partono dalla mail ufficiale del Pd

Pubblicato

-

“Finalmente la verità che già intuivamo viene a galla completamente, nero su bianco”Roberto Calderoli smaschera le sardine rendendo una mail che certifica che il movimento fondato da Mattia Santori è “una emanazione del Partito democratico, una loro creatura, senza il loro marchio perdente”.

La scoperta viene riportata dal Giornale.it

Come si può, infatti, evincere dalla fotografia del titolo la chiamata alla manifestazione di Cremona, che si è tenuta ieri sera alle 18.30 in piazza della Pace, è arrivata dall’indirizzo mail del Pd.

Pubblicità
Pubblicità

Nei giorni scorsi Santori, insieme agli altri tre fondatori delle sardine (Andrea Garreffa, Roberto Morotti e Giulia Trappoloni), aveva scritto una lettera a Repubblica per rivendicare la “libertà di non fare un partito”.

Ancora ieri, intervistato della rivista del liceo romano Lucrezio Caroil Lucreziano, ha ribadito la propria convinzione sul fatto che “il primo passo” delle sardine “sia attivare i cittadini, riunirsi e discutere”“All’inizio – ha assicurato – ci limiteremo a fare delle domande alla politica, più avanti è possibile che riusciremo anche a fare delle proposte, ma questo dipende anche da come riusciremo a strutturarci”.

Pur ammettendo di non essere neutrale “rispetto ai convenzionali schieramenti della destra e della sinistra, ancora una volta si è tuttavia tenuto alla larga dal marchio del Partito democratico. “La maggior parte della gente che scende in piazza si riconosce in valori che sono storicamente più di sinistra che di destra – ha spiegato – inoltre negli ultimi anni le politiche e il linguaggio utilizzato dalla destra italiana, in particolare dalla Lega e da Fdi, sono totalmente in contrapposizione con il nostro messaggio”.

Al di là degli slogan che Santori va ripetendo in ogni intervista, dietro alle sardine c’è ormai la macchina da guerra del Partito democratico.

A darne prova, se ancora ce ne fosse bisogno, è stato Calderoli pubblicando la mail che invita al raduno delle sardine che si è tenuto ieri sera a Cremona.

L’indirizzo, da cui arriva, era del Partito Democratico. E dice: “Le sardine cremonesi confermano l’incontro di venerdì 20 dicembre in piazza della Pace. Sarà un incontro festoso al quale sono invitati tutti coloro che condividono il desiderio di una nuova società basata su ideali come l’antirazzismo, l’antifascismo, il rispetto di tutti e di ciascuno, l’attenzione all’ambiente, la legalità, la promozione della pace, l’accoglienza e la fratellanza”. Quindi, continua con le solite chiacchiere a cui ci stanno abituando i fondatori di questo movimento di protesta che è nato unicamente per manifestare contro Matteo Salvini.

Per Calderoli, la mail inviata dal Partito democratico svela una “banale e scontata verità”. E cioè che “le giovani e ingenue sardine altro non sono che i giovani del Pd”“Non che ci fossero dubbi a riguardo, ma almeno da adesso si gioca a carte scoperte – conclude, infine, l’esponente del Carroccio – le Sardine non sono il nuovo che avanza, sono il vecchio che conosciamo bene con le insegne del Pd che perde a ogni elezione…”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]

Categorie

di tendenza