Connect with us
Pubblicità

Trento

La crisi del mercatino di Natale a Trento. Una formula da rinnovare

Pubblicato

-

Per mettere in crisi il Mercatino di Natale, anatemi di Carollo a parte, sono stati sufficienti dei fine settimana all’insegna del brutto tempo ed il caso alquanto raro che nel 2019 sia saltato il ponte di Sant’Ambrogio che era quello trascorso all’insegna degli incassi maggiori.

E se le cose vanno male in piazza Fiera e Cesare Battisti che sono le piazze messe nel circuito dei mercatini, figuriamoci come se la cavano in piazza Santa Maria Maggiore, isolata, e che già l’anno scorso era in difficoltà.

L’autodifesa dei commercianti? Accompagnare l’ultimo fine settimana pre natalizio con le svendite.

Pubblicità
Pubblicità

Un’ultima spiaggia nella speranza di migliorare il bilancio.

Il trend dal 2007 in poi purtroppo non aiuta, la gente infatti  spende decisamente meno e così il sistema mercatino è andato in crisi.

Male anche il mercatino di Milano che era considerato un temibile concorrente: novità assoluta e 30 mila metri quadrati espositivi all’Ippodromo.

Pubblicità
Pubblicità

La prima considerazione è quella che ad essere in crisi sia il modello mercatino: generi voluttuari, costosi e spesso ripetitivi, quasi mai con la neve a creare la giusta atmosfera e la gente si è ormai orientata verso altre alternative per gli acquisiti dei regali di Natale.

A Trento la situazione è peggiore perché Apt e amministrazione comunale non hanno rinnovato una formula che è uguale dal 1993. 

Pur sapendo che in questa edizione non ci sarebbe stato il Ponte di Sant’Ambrogio si sarebbe dovuta pianificare un’alternativa.

Invece il nulla: si è sperato che le cose andassero bene lo stesso, tanto in caso contrario a pagare sarebbero stati solo gli espositori, a meno che di fronte alla netta flessione degli incassi Apt e amministrazione comunale non decidano di rimborsare parte di quanto speso dai commercianti per l’affitto delle casette. Magari qualcuno di spera.

Di certo il Mercatino di Natale va ripensato nella formula e nelle proposte: dopo 26 anni la gente si può anche essere stufata di vedere sempre le stesse cose.

Un’idea potrebbe essere quella di un Mercatino che diventi l’occasione per visitare il centro storico, quindi casette sparse anche all’interno di portoni e corti.

I prodotti non dovrebbero essere comuni, ma unici o forse ad essere passata di moda, è proprio l’idea stessa del Mercatino che in altre parole potrebbe aver già fatto la sua epoca?

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • I più noti giocattoli per bambini si perfezionano: Lego e Uno diventano 100% green
    In un momento in cui il mercato della plastica sta decisamente rallentando anche a causa delle recenti direttive europee, molte grandi aziende stanno cercando di diventare più eco- compatibili, riducendo o eliminando definitivamente la plastica dalle confezioni, ma anche dai giocattoli stessi.  Dopo averla utilizzato per decenni sia nei prodotti che negli imballaggi, molte aziende […]
  • Il futuro abbraccia l’ecologia e la natura: anche in Italia spopola la moda delle Tiny House
    Sono conosciute come le” Students Tiny house talk”, ovvero 10 metri quadrati di vivere ecosostenibile. Si tratta di tipiche casette svedesi completamente costruite in legno dal design moderno e pensate inizialmente per ospitare universitari. L’efficienza energetica e l’impronta ecologia sono l’aspetto fondamentale di queste abitazioni che puntano a minimizzare al massimo le emissioni di carbonio […]
  • La Nasa lo conferma: sulla Luna c’è acqua ed è accessibile
    Sulla Luna c’è acqua, un annuncio clamoroso ma vero. L’incredibile notizia arriva da due studi della Nasa pubblicati su Nature. Il primo studio coordianato dalla Nasa dimostra la scoperta rilevata dal telescopio volante Sofia della molecola dell’acqua sulla Luna. Grazie al telescopio Sofia, montato a bordo di un boeing 747 ha infatti risolto il mistero […]
  • A Trento è arrivato l’innovativo franchise di SkinMedic Beauty Clinic
    SkinMedic è un nuovo modo di concepire il mercato dell’estetica, in cui la realtà in franchising diventa un’opportunità di crescita condivisa. Da qualche mese, il noto marchio ha aperto anche una Beauty Clinic a Trento, presso il quartiere Le Albere. “Operiamo sul campo nel settore medicale-estetico da oltre 20 anni, inizialmente come produttori di attrezzatura […]
  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]

Categorie

di tendenza