Connect with us
Pubblicità

Trento

Le fake news de Ildolomiti.it: Pianesi ci ricasca e s’inventa un nuovo caso di razzismo

Pubblicato

-

Luca Pianesi, direttore de Ildolomiti.it, noto giornale online vicino ai centri sociali e alla sinistra trentina ci ricasca.

Ildolomiti persevera, anche perché non nuovo a figuracce epocali, cercando casi di razzismo che non esistono.

Luca Pianesi ossessionato ormai dai casi di razzismo a tal punto da inventarli di sana pianta quando non ci sono, incappa in un nuovo clamoroso errore.

PubblicitàPubblicità

Insomma una fake news da guiness dei primati.

Lo studentino del primo banco questa volta scivola sugli insulti razzisti ricevuti dalla mamma senegalese fuori dal pronto soccorso di Sondrio dopo la morte del suo bambino.

Pubblicità
Pubblicità

Arriva infatti puntuale una smentita delle forze dell’ordine: «Nella zona del pronto soccorso dove sostava la giovane mamma nigeriana che ha perso la bambina di 5 mesi lo scorso 14 dicembrenon c’è stato nessun commento e nessun insulto razzista perché presenti erano solo lei, il marito, il personale medico, una parente e i carabinieri. Ad assicurarlo all’Adnkronos sono gli stessi militari. Nessuno ha gridato frasi razziste all’indirizzo della donna e la donna non può aver reagito a questi insulti perché non c’e’ stata interazione tra chi aspettava di essere curato e lei. Al comando per ora non è stata neanche presentata alcuna denuncia per episodi di razzismo». (qui link della smentita)

Ad aggravare ancora di più la gigantesca fake news de ilDolomiti.it c’è anche la dichiarazione del direttore del pronto soccorso che afferma «Io non ho sentito nessun urlo o insulto razzista»

Ma ora andiamo a vedere alcuni passaggi scritti da Idil Boscia, collaboratore de ilDolomiti, nel suo articolo farneticante e basato sul nulla.

«Cari signori e signore di Sondrio, mi rivolgo a voi, che non avete avuto pietà – inizia l’articolo – A voi che vi siete infastiditi di fronte alle urla di una madre per avere perso un figlio. No, di più, che la avete insultata. Forse, alla voce “dolore“, nel vostro vocabolario, si trova specificato che è un sentimento che va soffocato. O, sotto “urla“, leggiamo che è qualcosa consentito solo a certe condizioni. Che il dolore ha una provenienza geografica. Che perdere un figlio è meno lancinante se ne hai altri». 

E ancora: «Immaginando la scena che si è svolta al Pronto Soccorso della città lombarda, balzata agli onori della cronaca (dove una madre di 20 anni originaria della Nigeria ha perso la bimba di 5 mesi e si è messa ad urlare in ospedale e i presenti avrebbero detto frasi irripetibili riferite al suo straziante dolore quali”tanto non può essere così grande visto che gli africani fanno un figlio all’anno’‘. ”Perdere un figlio per loro non è la stessa cosa”. ”Urla? Sarà un rito satanico. Tribale. Che fastidio. Mettetela a tacere, quella scimmia” ndr), non possono non venirmi in mente altre situazioni di dolore. E di urla». Qui i lettori possono godersi anche il resto

Ecco, «immaginando», come cita l’autore all’inizio dell’ultima frase.

E di immaginazione ce ne voleva molta, perché inventarsi una storia così sul nulla è da visionari che provocano solo allarme sociale inventandosi casi di razzismo che non esistono.

«Grazie, cari signori e signore, per avermi ricordato, anche oggi, che siamo caduti davvero in basso» – scrive così l’autore dell’articolo verso la fine. Temiamo che a cadere in basso sia stata invece la testata con cui collabora tale Idil Boscia.

Come si ricorda il giornale diretto da Pianesi (foto) è recidivo e si è distinto più volte inventandosi casi di razzismo poi smontati. L’ultimo è stato relativo al caso Demattè accusato di non aver aiutato una donna di colore caduta in biciclette mentre procedeva in senso unico a Rovereto. Il caso di presunto razzismo venne smontato quando venne mostrata la seconda parte del video dove appariva chiaro che Demattè invece si era fermato. 

Poi le accuse contro il nostro giornale, diventato una vera ossessione per Pianesi, che si sono dimostrate false e certificate anche dall’ordine dei giornalisti

Da ricordare anche quando la testata di Pianesi aveva messo la foto di un uomo vittima di un incidente che invece era vivo  e vegeto scambiandolo per un altro oppure quando aveva diffuso la notizia secondo la quale sarebbe stato vietato l’ingresso nel centro storico ai «Gretini» durante l’ultima manifestazione. Cosa poi smentita subito attraverso una comunicato dalla Questura. 

Ci sarebbe insomma da ridere, se di mezzo non ci fosse la perdita di un figlio piccolo e la sua mamma affranta dal dolore. Ma questo a Pianesi pare non interessare molto. Meglio urlare «al razzismo, al razzismo», rende di più.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Spotify crea playlist personalizzate per i propri animali domestici: l’obiettivo è alleviare stress e ansia
    A casa durante le pulizie o sotto la doccia, in palestra mentre ci si allena e si fatica, ed in macchina alla radio con i brani preferiti: la musica sembra accompagnare e addolcire da sempre le giornate, diventando spesso colonna sonora di momenti importanti ed indimenticabili della nostra vita. In molti casi, le canzoni a […]
  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]

Categorie

di tendenza