Connect with us
Pubblicità

Trento

Cancellato il debito di 44 milioni di euro alla Cantina di LaVis. Ma che fine faranno i dipendenti?

Pubblicato

-

Non succede certo di frequente che le banche per aiutare i propri clienti, rinuncino ai propri crediti.

Anzi per quanto riguarda i normali cittadini accade esattamente il contrario: sono spesso le richieste di rientro del credito, a far fallire le aziende.

Il caso più unico che raro succede a Trento dove Unicredit, Cassa Centrale Banca, Banca Intesa, alcune Casse Rurali come quella di Trento, Montepaschi, Sparkasse e Bbc Salorno, si sono tutte trovate d’accordo a cancellare il credito complessivo di 44 milioni di euro che avevano nei confronti della Cantina di Lavis.

Pubblicità
Pubblicità

Senza questa cancellazione, mai si sarebbe potuta portare a termine la fusione con Cavit.

Primo perché la Cantina di Lavis pur vendendo, come ha fatto, tutti gioielli di famiglia non arrivava al saldo. Secondo perchè Cavit non aveva nessun interesse a saldare o accollarsi il debito.

Allora ci voleva un miracolo visto che gli istituti bancari non sono certo istituzioni di beneficenza e tanto meno soggetti dalla commozione facile di fronte alle problematiche dei client.

Pubblicità
Pubblicità

Ma alla fine la domanda viene spontanea, che interesse hanno avuto per rinunciare a 44 milioni?

Una delle risposte potrebbe essere l’aver capito che quei soldi non li avrebbero mai incassati.

Ma allora perché non fare altrettanto con tutti quei clienti in difficoltà economica?

E’ vero che con la cessione dei gioielli di famiglia (ovvero le società commerciali e industriali) per un ricavo di 22 milioni, della Cantina di Lavis era rimasto ben poco di appetibile.

A quel punto o le banche contestavano la cessione, innescando però un meccanismo di fatto incontrollabile; oppure si rivalevano sull’immobile sede della Cantina.

Ma anche ipotizzandone una trasformazione non certo scontata in area edificabile, l’ipotetico ricavato sarebbe stato di molto inferiore al necessario.

Ed allora perché le banche lo hanno fatto? A questa domanda non sarà mai data una risposta.

Operazione finanziaria a parte, sulla quale porsi delle domande è cosa più che lecita, ci sono i dipendenti: che fine faranno quelli della Cantina di Lavis dopo il trasferimento delle attività a Ravina?

Anche questa è una domanda che resta aperta.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]

Categorie

di tendenza