Connect with us
Pubblicità

Trento

Mattarello: è morta suor Anna Donà dopo una vita dedicata alla missione della “Piccola Mamma”

Pubblicato

-

Le suore della Piccola Opera del Divino Amore annunciano con profondo dolore la morte della cara suor Anna Donà.

In questi ultimi anni una progressiva malattia invalidante l’aveva costretta in carrozzina e resa quasi cieca.

Suor Anna Donà, nata 87 anni fa a Battaglia Terme (PD), nella sua lunga vita si è dedicata con grande amore a continuare la missione della “Piccola Mamma“, al secolo Enrichetta Bianchi Carollo, fondatrice dell’Opera.

Pubblicità
Pubblicità

Lo scorso 13 novembre aveva potuto festeggiare il 33mo anniversario della morte della fondatrice.

Prima di entrare nella nuova congregazione Suor Anna era una suora salesiana che, nel suo agire rapportarsi con gli altri, aveva conservato lo stile e l’amabilità di Don Bosco.

Nei moltissimi anni trascorsi a Mattarello ha dato conforto alle famiglie e a tutte le persone che si rivolgevano a lei con consigli e preghiere.

Ha offerto le sue sofferenze incondizionatamente per la salvezza delle Anime, molto care alla Piccola Opera.

Pubblicità
Pubblicità

Questo suo esempio di vita resterà sempre un punto di riferimento per chi l’ha conosciuta.

Le suore della Piccola Opera del Divino Amore ringraziano in particolare tutte le persone che le hanno voluto bene e che da lei hanno ricevuto amore, conforto e preghiere.

Domenica, festa dell’Immacolata, alle ore 19.30, ci sarà il Santo rosario in suo suffragio nella chiesa di Mattarello, mentre il funerale sarà lunedì 9 ad ore 14.30, sempre nella chiesa parrocchiale di Mattarello.

 

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Mercoledì al Muse la Lega incontra i commercianti e i residenti delle Albere

Pubblicato

-

Dopo il partecipato incontro con la popolazione della scorsa settimana a Sardagna, i consiglieri comunali della Lega Nord incontreranno residenti, operatori commerciali e cittadini del quartiere delle Albere.

L’appuntamento è per mercoledì 29 gennaio alle 20,30 presso la sala conferenze del Muse.

La serata fa parte di un programma di incontri pubblici per conoscere le problematiche della popolazione, raccogliere consigli e indicazioni che troveranno spazio nel programma elettorale per le prossime elezioni comunali.

Pubblicità
Pubblicità

Le criticità delle Albere non sono davvero poche. La prima riguarda il futuro di un quartiere nato come modello ed oggi alle prese con una desertificazione sia commerciale che abitativa preoccupante.

Al di la delle attività del Muse, non c’è nessuna programmazione da parte dell’amministrazione comunale che aiuti ad animare il quartiere che col primo buio cessa di essere frequentato.

Dopo il ridimensionamento ci si dovrà impegnare nel suo rilancio e riqualificazione a tutti i livelli. I consiglieri comunali della Lega sono pronti ad accogliere le indicazioni dei cittadini.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

In bicicletta lungo il Pamir stasera alla fondazione Caritro in via Garibaldi

Pubblicato

-

Sarà un avventuroso viaggio in bicicletta il tema della serata organizzata dalla Sat alla sala conferenze della Fondazione Caritro in via Garibaldi 33.

Alessandro de Bertolini, Enzo Macor, Roberto della Maria e Fabrizio Sartori saranno i relatori de “La strada del Pamir, uno sterrato tra le nuvole”.

Il viaggio in bicicletta parte dal Tagikistan al Kirghizistan lungo la Pamir Highway, una delle strade più alte del mondo, fino ai 4.600 metri del Passo Akbaital: un viaggio in bicicletta al confine con la Cina e con l’Afghanistan lungo la Via della Seta e tra gli antichi popoli delle steppe alla scoperta degli ambienti naturali e dei paesaggi culturali dell’ex Repubbliche Sovietiche. Panorami suggestivi, paesaggi unici nel loro genere e figure umane di tutti i tipi sono alcuni degli spunti di una serata decisamente interessante e tutta da vedere.

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Il compositore, direttore d’orchestra e musicologo Luciano Chailly sul portale Trentinocultura

Pubblicato

-

La figura e l’opera del compositore, direttore d’orchestra e musicologo Luciano Chailly è restituita al pubblico attraverso una pubblicazione online sulle pagine del portale Trentinocultura. .

Lo comunica la Soprintendenza per i Beni culturali della Provincia autonoma di Trento, attraverso il suo Ufficio Archivio provinciale.

Le pagine sono strutturate in una biografia e in cinque sezioni tematiche, ciascuna delle quali contiene un commento all’opera, la trama e alcune immagini, nonché alcune tracce audio ascoltabili in streaming.

Pubblicità
Pubblicità

Il sito è completato da una sezione “Novità ed eventi” che riporterà di volta in volta le comunicazioni del momento.

La pubblicazione di questi contenuti è il risultato di un lungo lavoro iniziato nel 2018, quando gli eredi di Luciano Chailly depositarono l’archivio del Maestro presso l’Archivio provinciale di Trento. L’archivio è attualmente in fase di riordino e inventariazione e sarà presto consultabile.

Per valorizzare al meglio tutto il complesso archivistico-musicale di Chailly sono nate numerose collaborazioni con istituti ed enti musicali – grazie alla volontà degli eredi di celebrare il centenario della nascita (2020) e il ventennale della morte (2022) – numerose collaborazioni con istituti e enti musicali, fra i quali il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento, la Società Filarmonica di Trento, l’Associazione Internazionale Dino Buzzati di Feltre, l’Archivio Storico Ricordi, il Teatro alla Scala di Milano e molti altri. Per i prossimi due anni sono quindi previsti eventi, convegni, incontri, mostre e iniziative varie e naturalmente non mancheranno concerti e ascolti musicali.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza