Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Il presidente Fugatti in visita alla Latteria sociale di Castelfondo

Pubblicato

-

A margine alla riunione di Giunta di ieri, il presidente della Provincia Maurizio Fugatti, assieme agli assessori Giulia Zanotelli e Achille Spinelli , ha visitato la Latteria sociale di Castelfondo, uno dei caseifici della Val di Non soci del Consorzio Trentingrana.

Con loro anche il sindaco Oscar Piazzi e il presidente del caseificio Paolo Ianes.

Il presidente Fugatti ha sottolineato l’importanza dei delle produzione trentine di qualità, legate alle vocazioni dei territori, come quella dell’alpeggio.

PubblicitàPubblicità

“I caseifici come questo sono presidi importanti della qualità trentina – ha detto – . Hanno un valore economico ma anche un’importanza più generale, perché ci aiutano a preservare la nostra identità di terre di montagna: le abitudini alimentari, l’utilizzo delle risorse locali, la preservazione del paesaggio. Per questo vanno sostenuti”

Il sindaco Piazzi a sua volta ha parlato del caseificio di Castelfondo come di una realtà economico-sociale “fondamentale per il territorio, che si proietta anche nel vicino Alto Adige, con un punto vendita a Lana che serve il bacino del meranese”.

Pubblicità
Pubblicità

Qualche problema è posta invece dall’invecchiamento della struttura che ospita il caseificio, sul quale, ha aggiunto il sindaco, sarebbe utile intervenire. Presidente e assessori hanno preso atto della richiesta impegnandosi a valutare possibili soluzioni.

La Latteria sociale di Castelfondo è una società cooperativa agricola, che produce il Trentingrana, ma anche  il Nostrano di Castelfondo, il Fior d’Alpe e altri formaggi freschi. A Castelfondo si produce inoltre il formaggio “Monteson”, che prende la sua denominazione da un un antico termine noneso che indica il periodo della fienagione.

Pubblicità
Pubblicità

Durante i lunghi giorni dedicati a questo pesante lavoro i contadini di un tempo conducevano con loro, in alta montagna, mucche e capre, dal latte delle quali veniva prodotto sul posto questo caratteristico formaggio, che spesso si accompagna a  miele, marmellate o piatti compositi.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Addio a monsignor Giuseppe Zadra, 86 anni. Fu vicario generale e amministratore diocesano, i funerali a Cis

Pubblicato

-

La Chiesa di Trento piange la scomparsa a 86 anni di monsignor Giuseppe Zadra, per dodici anni vicario generale e in seguito amministratore diocesano a fine anni Novanta, tenendo di fatto le redini della Diocesi nei mesi intercorsi tra la morte dell’arcivescovo Sartori e l’arrivo di monsignor Bressan.

Un ministero segnato da tante tappe, dove la ricca esperienza pastorale fu messa da lui a frutto nei ruoli di responsabilità in Diocesi.

Nato a Cis il 29 giugno del 1933, venne ordinato a Trento il 22 marzo 1958. Fu quindi prefetto al Collegio e in Seminario, viceparroco a Trento in S. Maria (1961-1963), segretario dell’Arcivescovo (1963-1968), assistente di Azione Cattolica e insegnante di religione all’Istituto d’Arte (1968-1975), parroco e decano a Civezzano (1975-1981); parroco, decano e delegato a Pergine (1981-1995), vicario generale dal 1995 al 2007, amministratore diocesano (1998-1999), protonotario apostolico (2004), co-visitatore per la visita pastorale iniziata nel 2006. Dal 2007 canonico onorario della cattedrale e rettore della chiesa di San Francesco Saverio.

Pubblicità
Pubblicità

Ospite nelle ultime settimane alla Casa del clero, le sue già precarie condizioni di salute si sono aggravate nella giornata di martedì 21 gennaio, con il successivo ricovero al S. Chiara; in serata il decesso, poco dopo avere ricevuto l’unzione degli infermi dall’arcivescovo Lauro.

“Con lui – sottolinea monsignor Tisi – scompare un grande, seppur poco appariscente, uomo di Chiesa. Un prete esemplare per dedizione al ministero, vissuto sempre con grande disponibilità all’ascolto e umiltà. In don Giuseppe ho sempre trovato un amico e un consigliere prezioso, che ringrazio per avermi accompagnato con saggezza e affetto negli anni di vicario prima e poi di vescovo. Dio lo accolga nella sua luce”.

Pubblicità
Pubblicità

L’ultimo saluto a monsignor Giuseppe Zadra sarà dato venerdì 24 gennaio in cattedrale a Trento alle ore 11.00  e nel paese natale di Cis alle ore 15.00.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

A Romeno e Salter c’è ancora tempo per prenotare le sorti legna

Pubblicato

-

Sono stati riaperti fino al 14 febbraio prossimo i termini per la prenotazione delle sorti legna in conto anno 2020 per gli aventi diritto di Romeno. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

La nuova associazione “Giovani Soci Cassa Rurale Val di Non” si presenta

Pubblicato

-

Il gruppo di giovani soci della Cassa Rurale Val di Non che si è occupato della costituzione dell'associazione

Si presenterà alla comunità sabato sera, 25 gennaio, alle 18 la neocostituita associazione “Giovani Soci Cassa Rurale Val di Non”. I club d’Anaunia e di Tuenno-Tassullo-Nanno hanno deciso infatti di fondersi per unire le forze. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza