Connect with us
Pubblicità

Trento

Festival della Famiglia, la generazione dei Millennials: diventano adulti e autonomi più tardi

Pubblicato

-

Quarta giornata ieri del Festival della famiglia che ha visto protagonisti alla Fondazione Demarchi nel corso della mattinata i giovani.

L’appuntamento si è aperto con la presentazione da parte della ricercatrice Cristina Pasqualini del Rapporto Giovani 2019, l’indagine sulla condizione giovanile in Italia a cura dell’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo, che fornisce una panoramica sui temi della casa, famiglia e lavoro nel contesto giovanile, con un affondo sull’autonomia abitativa.

É seguita la presentazione in anteprima della pubblicazione “Co-housing: la sperimentazione di una politica di transizione all’età adulta”, curata dalla giornalista Adele Gerardi e promossa dall’Agenzia provinciale per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili. Il volume raccoglie le storie e le esperienze di vita di dieci giovani dai 18 ai 29 anni che hanno aderito ai bandi del progetto provinciale “Co-housing – io cambio status”, un percorso verso l’indipendenza e l’ingresso nel mondo del lavoro.

Pubblicità
Pubblicità

All’avvio dei lavori gli interventi del presidente della Fondazione Demarchi Piergiorgio Reggio e del dirigente generale del Dipartimento istruzione e cultura Roberto Ceccato che ha portato i saluti dell’assessore all’istruzione e politiche giovanili Mirko Bisesti.

Il dirigente generale del Dipartimento istruzione e cultura Roberto Ceccato ha ricordando che “in questi anni il mondo scolastico ha avuto un ricambio generazionale importante. Il rapporto giovani oggi presentato offre la possibilità di aggiungere punti diversi di lettura sulla condizione giovanile, utili anche ai docenti per affrontare al meglio la sfida dell’educazione”.

Il presidente della Fondazione Demarchi Piergiorgio Reggio ha spiegato come “quella ai giovani è un’attenzione che la Fondazione ha dedicato con attività di ricerca e di intervento e che vede a livello provinciale numerosi soggetti che negli anni hanno acquisito un patrimonio di conoscenza e interventi sul campo notevoli. Lo sforzo continua. Ci risulta però difficile parlare di giovani o di condizione giovanile, perché le variabili sono talmente tante da far emergere la necessità di contestualizzare ogni volta. Quello che facciamo come Fondazione è accompagnare alcuni interventi, ne è un esempio quello del co housing, cercando di stare attenti alla dimensione micro ma allo stesso tempo tenendo presente le dinamiche generali”.

Diventare adulti tra sfide e opportunità. La fotografia del Rapporto Giovani – L’Osservatorio Giovani realizza – dal 2012, con cadenza annuale – l’indagine Rapporto Giovani, una indagine estensiva, rappresentativa della condizione giovanile in Italia. I dati a disposizione consentono di realizzare una fotografia puntuale e dettagliata dei Millennials – nati a partire dagli anni Ottanta e diventati maggiorenni nel XXI Secolo –, utile per fare chiarezza su quelle che sono effettivamente le sfide e le opportunità del diventare adulti oggi.

Pubblicità
Pubblicità

I Millennials vivono in un tempo di forti accelerazioni, contrassegnato da trasformazioni uniche, eccezionali e assolutamente innovative, rese possibili in primis dalle tecnologie della comunicazione. Trasformazioni, tuttavia, non sempre inclusive, che hanno intaccato progressivamente molti dei loro ambiti di vita e delle loro scelte: la formazione, il lavoro, l’abitare, le relazioni affettive, la generatività.

Quello che sembra emergere con una certa evidenza, è che i corsi di vita dei giovani hanno delle forme sempre più complesse e sempre meno lineari. Se questo si rilevava già alcuni decenni fa, ma solo per alcuni, oggi è particolarmente evidente per la maggior parte dei giovani.

É cambiata la società, sono cambiati gli stili di vita, i valori, i riferimenti, è sopraggiunta la crisi economica e finanziaria, ecc. Tutti questi elementi ridisegnano i corsi di vita dei giovani che arrivano ad essere adulti più avanti negli anni rispetto al passato, talvolta incontrando non poche difficoltà. Adulti e quindi autonomi più tardi.

Spesso stanchi, talvolta scoraggiati.

A tutto questo dobbiamo aggiungere che le transizioni non sono mai definitive, ma sempre più spesso si assiste a rapide, talvolta inaspettate, alterazioni degli equilibri biografici, per cui si può perdere e ritrovare, anche in poco tempo, sia l’indipendenza economica che abitativa.

Co-housing: la sperimentazione di una politica di transizione all’età adulta

L’evento è stata l’occasione per presentare la pubblicazione “Cohousing: la sperimentazione di una politica di transizione all’età adulta” curata dalla giornalista Adele Gerardi.

Da tempo il paradigma dell’avvio all’indipendenza dei giovani è cambiato in modo significativo. La transizione all’età adulta non è lineare come alcuni anni fa quando dopo la formazione si approdava a un’ occupazione e poi all’uscita dalla famiglia di origine per poi spesso passare alla costruzione di una propria famiglia.

Nasce da questo intento nel 2012 il primo bando in via sperimentale  del progetto “Co-housing. Io cambio status”, al quale hanno aderito 11 giovani. Dal 2016 al 2017 poi sono stati tre in tutto i bandi avviati dalla Provincia di Trento e fino ad oggi sono più di 50 i giovani che vi hanno aderito complessivamente.

Il progetto consiste nel dare loro l’opportunità di coabitare con altri coetanei in un alloggio pubblico per un periodo di circa due anni durante il quale seguire incontri con tutor e coach per sperimentare sé stessi e la loro potenzialità verso un percorso di crescita sociale e professionale nonché di costruzione di una propria identità.

L’esperienza di alcuni di loro (10 per l’esattezza) è stata restituita nella pubblicazione con l’obiettivo di raccontare come è cambiato il loro approccio al futuro. Insieme alle loro storie si leggono anche le osservazioni dei coach e dei tutor incaricati di seguirli nel cammino verso la definizione di sé. Nelle diverse narrazioni si vede come oltre ad evolvere nella loro crescita personale i giovani sono stati aiutati nell’orientamento allo studio e al lavoro, sperimentando allo stesso tempo un’esperienza di vita in comune e di volontariato nella rispettiva realtà di comunità, senza più dover dipendere completamente dalle famiglie d’origine.

Le storie dei giovani protagonisti ci parlano anche e soprattutto del loro entusiasmo e ci comunicano il loro rinnovato ottimismo e una ritrovata fiducia sulla possibilità di vincere sulle paure o scoraggiamenti riguardo al loro futuro.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Il compositore, direttore d’orchestra e musicologo Luciano Chailly sul portale Trentinocultura

Pubblicato

-

La figura e l’opera del compositore, direttore d’orchestra e musicologo Luciano Chailly è restituita al pubblico attraverso una pubblicazione online sulle pagine del portale Trentinocultura. .

Lo comunica la Soprintendenza per i Beni culturali della Provincia autonoma di Trento, attraverso il suo Ufficio Archivio provinciale.

Le pagine sono strutturate in una biografia e in cinque sezioni tematiche, ciascuna delle quali contiene un commento all’opera, la trama e alcune immagini, nonché alcune tracce audio ascoltabili in streaming.

PubblicitàPubblicità

Il sito è completato da una sezione “Novità ed eventi” che riporterà di volta in volta le comunicazioni del momento.

La pubblicazione di questi contenuti è il risultato di un lungo lavoro iniziato nel 2018, quando gli eredi di Luciano Chailly depositarono l’archivio del Maestro presso l’Archivio provinciale di Trento. L’archivio è attualmente in fase di riordino e inventariazione e sarà presto consultabile.

Per valorizzare al meglio tutto il complesso archivistico-musicale di Chailly sono nate numerose collaborazioni con istituti ed enti musicali – grazie alla volontà degli eredi di celebrare il centenario della nascita (2020) e il ventennale della morte (2022) – numerose collaborazioni con istituti e enti musicali, fra i quali il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento, la Società Filarmonica di Trento, l’Associazione Internazionale Dino Buzzati di Feltre, l’Archivio Storico Ricordi, il Teatro alla Scala di Milano e molti altri. Per i prossimi due anni sono quindi previsti eventi, convegni, incontri, mostre e iniziative varie e naturalmente non mancheranno concerti e ascolti musicali.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Nuovo percorso delle corriere a Borghetto

Pubblicato

-

Il nuovo anno ha portato una buona notizia per i residenti della frazione di Borghetto.

A partire da mercoledì 29 gennaio 2020, infatti, le corriere di linea di Trentino Trasporti per il trasporto extraurbano non transiteranno più nel centro abitato di Borghetto ma passeranno lungo la cintura esterna.

Una notizia che arriva dopo che la questione era stata più volte sollevata dalla comunità locale. Infatti, gli autobus di linea si trovavano a passare nelle vie del centro abitato particolarmente strette e non adatte a sopportare un traffico di questo tipo.

Pubblicità
Pubblicità

Una problematica che si era acuita nel corso degli ultimi anni a causa dell’aumento in larghezza degli autobus di 5 cm. Una leggera differenza ma che nelle piccole e strette vie fa la differenza.

La situazione, infatti, presentava una duplice pericolosità: da una parte, per gli autisti, costretti a procedere col rischio di urtare le case o le imposte sulle pareti, e dall’altra – ancora più pericolosa – per i residenti, e in particolare per i più piccoli, che uscendo dalle loro abitazioni si trovavano di fronte questi veicoli così grandi e vicini alle porte delle case.

Di qui, era partito il lungo iter procedurale che ha visto l’amministrazione comunale attivarsi con la società di trasporto pubblico della Provincia autonoma di Trento per ricercare una soluzione che, in qualche modo, soddisfacesse tutti.

E la soluzione è stata trovata in un percorso alternativo esterno con una fermata provvisoria – in attesa di renderla definitiva con la costruzione di un apposito marciapiede – all’inizio di via XXVII maggio, sulla strada provinciale, prima del ponte sul Fiume Adige.

Pubblicità
Pubblicità

Ed una, nei prossimi mesi, verrà realizzata in via alla Cà, valutata e considerata la grande espansione volumetrica e residenziale di questa parte importante del paese. Soddisfatto il Sindaco Federico Secchi: “È una notizia importante e particolarmente attesa dalla Comunità di Borghetto.

L’avevamo promesso ed ora l’abbiamo fatto. Adesso l’abitato è più sicuro e quindi pure più vivibile. Un risultato raggiunto anche grazie al consigliere Moreno Salvetti che si è fatto carico fin da subito di questa questione.”.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Rubano profumi, Swarovski e alcolici all’Aeroporto di Catania: denunciati 4 giovani trentini

Pubblicato

-

Alle forze dell’ordine è bastato visionare i filmati forniti dalla negoziante e quelli estrapolati dal sistema di videosorveglianza dell’aeroporto Fontanarossa di Catania per riuscire a identificare i 4 trentini, due uomini e due donne tra i 20 e i 23 anni, che ultimato il furto si imbarcavano su un volo diretto a Venezia.

Nella giornata di ieri, la titolare di un negozio all’interno del Duty Free aeroportuale ha denunciato al personale della Polizia di Frontiera Aerea in servizio presso l’aeroporto di Catania, il furto di parecchie confezioni di profumi e Swarovski.

Le due coppie di giovani trentini credevano di averla fatta franca. Ma invece a Venezia appena atterrati hanno trovato gli agenti della Polizia ad attenderli.

PubblicitàPubblicità

Immediatamente infatti dall’aeroporto di Catania era stata allertata la Polizia di Frontiera di Venezia.

Una volta atterrato atterrato l’aereo infatti, gli operatori di Polizia sono riusciti ad individuare e controllare le quattro persone che hanno consegnato 16 confezioni di profumo, due paia di orecchini e due bottiglie di superalcolici per un valore di oltre 1.500 euro.

I 4 sono stati denunciati per furto aggravato in concorso.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza