Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Croviana si “veste di lana” per un Natale ricoperto di calore

Pubblicato

-

Per un mese intero Croviana si veste di lana. A partire da oggi, venerdì 6 dicembre, fino al 6 gennaio 2020 il paese solandro si “coprirà” con vestiti fatti di lana.

L’urban knitting, una delle ultime frontiere della street art, è nato nelle grandi città americane. La tecnica della maglia o dell’uncinetto sono usate per “riappropriarsi” degli spazi urbani: panchine, ringhiere, pali della luce sono rivestiti da filati e resi così più belli.

Un’opera collettiva nata dallo scambio di esperienze e capacità manuali che intrecciano il filo di lana, simbolo di connessione tra le persone e la natura, vero valore di cui disponiamo.

PubblicitàPubblicità

Questa tecnica, riproposta in un piccolo e grazioso paese di montagna come Croviana, ha permesso di dare vita a un’opera collettiva creando un momento di unione a partire proprio dalla lana.

Con “Luci di Lana. Un Natale rivestito di calore”, questo il titolo dell’iniziativa natalizia, si mescolano esperienze, capacità manuali e sensibilità diverse, a partire dai 45 alberi in legno realizzati a mano dagli abitanti di Croviana a ricordo della tempesta di Vaia.

Pubblicità
Pubblicità

Per la lavorazione è stato usato il larice, pianta resistente e cara alle comunità trentine, parte del patrimonio forestale andato distrutto e che impiegherà anni a rigenerarsi.

Gli abitanti di Croviana – le esperte tessitrici del gruppo di ricamo e curiosi, abili signore e impacciati ragazzini – accompagnati dalle artiste di “Sul Filo dell’arte” (realtà nota a livello nazionale formata da un gruppo di donne appassionate di questa forma di arte di strada) si sono messi all’opera con ferri e uncinetto e hanno dato vita ad alberi di Natale decorati grazie ai ‘polka dots’, coloratissimi cerchietti di filato.

Pubblicità
Pubblicità

La tipologia di decoro si ispira all’opera dell’artista giapponese Yayoi Kusama, molto conosciuta in Occidente e tra le più vendute al mondo.  Con la sua ossessione per i pois è diventata anche un simbolo di questa “modalità nuova” di colorare e riscaldare le strade del paese.

Il progetto è partito con un laboratorio pratico e artistico che ha unito il piacere e la voglia di stare insieme, socializzare e condividere, con tutte le generazioni, l’artigianalità del lavorare coi filati e una riflessione sulla relazione uomo e ambiente.

Il percorso che fino al 6 gennaio si potrà seguire attraversando Croviana in lungo e in largo vede infatti una serie di 45 alberi decorati con 2.030 ‘polka dots’.

Il loro allestimento, per metà in legno naturale e per l’altra metà colorato, simboleggia la natura che si ribella, ma anche la sua forza rigenerativa: 2030 polka dots per gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, per la natura e noi tutti.

 Gli alberi sono stati realizzati lo scorso anno dai volontari del Comune perché rimanessero nel tempo. E così anche le decorazioni di lana potranno rimanere e diventare base per uno sviluppo futuro. L’idea è sempre rigenerare partendo dalla più grande risorse di cui disponiamo: le persone.

La natura e il territorio di Croviana sono più che uno scenario. Diventano parte di un’opera collettiva, interlocutori ed elementi strutturali di ogni creazione. Non le solite luminarie natalizie, ma fili di lana che scaldano perché raccontano una storia, e simboleggiano relazioni e scambi di saperi.

Il progetto “Luci di Lana. Un Natale rivestito di calore” vede la collaborazione dei volontari del territorio, del Comune di Croviana, dell’Apt Val di Sole e del Bim dell’Adige, ed è organizzata da Impact Hub Trentino.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

A Romeno e Salter c’è ancora tempo per prenotare le sorti legna

Pubblicato

-

Sono stati riaperti fino al 14 febbraio prossimo i termini per la prenotazione delle sorti legna in conto anno 2020 per gli aventi diritto di Romeno. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

La nuova associazione “Giovani Soci Cassa Rurale Val di Non” si presenta

Pubblicato

-

Il gruppo di giovani soci della Cassa Rurale Val di Non che si è occupato della costituzione dell'associazione

Si presenterà alla comunità sabato sera, 25 gennaio, alle 18 la neocostituita associazione “Giovani Soci Cassa Rurale Val di Non”. I club d’Anaunia e di Tuenno-Tassullo-Nanno hanno deciso infatti di fondersi per unire le forze. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Boom di presenze a Fondo per “Natale in tutti i sensi”

Pubblicato

-

Si chiude con grande soddisfazione da parte degli organizzatori la 4a edizione di “Natale in tutti i sensi”, proposta curata dall’associazione “Idee di Fondo” che nel periodo natalizio ha richiamato in cima alla Val di Non una marea di persone. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza