Connect with us
Pubblicità

Trento

Pugno di ferro sulle case Itea, Fugatti tira diritto: «È necessario dare un forte segnale»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La finanziaria provinciale all’articolo 14 (quater del ddl 36 collegato alla manovra di bilancio) prevede che in caso di condanna definitiva superiore ai 5 anni venga tolta la casa Itea non solo dell’assegnatario ma all’intero nucleo familiare.

Una proposta che ha sollevato qualche perplessità fra le minorante e in qualche esponente della maggioranza.

I reati che vengono presi in esame sono quelli legati alla droga, o allo sfruttamento della prostituzione.

Pubblicità
Pubblicità

Due piaghe sociali che sono in continuo aumento in Trentino.

Il governatore Maurizio Fugatti tira diritto senza paura e la sua intenzione è di portare fino in fondo questa «riforma» che sarebbe un grosso cambiamento sociale per i residenti delle case Itea.

Mette in conto la possibilità di cambiare qualcosa ma non l’impianto generale dell’articolo 14

Pubblicità
Pubblicità

La scelta del governatore intende dare una soluzione ad un problema che purtroppo coinvolge migliaia di famiglie spesso danneggiate dai disonesti, dai furbetti di turno e dai criminali.

Fugatti precisa che «la legge vale per i casi passati in giudicato e non retroattivi e non vale nel caso del padre che commette violenza sulla moglie oppure sulle figlie. In questo infatti ad abbandonare la casa è solo il padre. Poi se ci saranno altri casi sociali particolari li valuteremo.» 

«Sullo spaccio serve un messaggio di forte condanna – aggiunge Fugatti – non possiamo infatti giustificare lo spaccio nella case Itea pagate in parte dai contribuenti trentini e purtroppo continuando così non riusciremo mai a risolvere il problema. Oggi ci vuole responsabilità all’interno di tutta la famiglia, ricordo infatti che l’assegnazione delle case Itea viene data all’intero nucleo famigliare e non al singolo cittadino». 

Fugatti su questo aspetto è stato chiaro: quando entri in un’alloggio pagato dai contribuenti devi essere responsabile ed onesto nel rispetto di tutti.

Il problema della sicurezza delle case Itea da quando il centro destra si è insediato al governo della provincia autonoma di Trento è uno dei più sentiti da parte dei cittadini. «Il martedì, quando incontro i cittadini, sono numerose le famiglie che mi chiedono di metter mano a questo problema, e le storie che raccontano sono davvero allucinanti. Bisogna avere il coraggio di mettere mano al problema per cominciare ad insegnare una forte valenza educativa.» Afferma Fugatti.

Il governatore ha anche confermato che, risorse permettendo, continuerà la valorizzazione e la ristrutturazione del patrimonio Itea.

Sulla sicurezza del capoluogo: «I comitati della sicurezza dei vari rioni soprattutto quelli della zona piazza Dante e la Portela mi dicono che qualche miglioramento c’è stato ma la situazione è da tenere sotto controllo e la battaglia sarà lungo e faticosa. Purtroppo negli ultimi anni verso questa tematica l’approccio è stato completamente sbagliato ed ora raddrizzare la situazione non sarà semplice, ma noi ci proveremo fino in fondo.» 

Un altro progetto che porterà a definizione la giunta riguarda la trasformazione di Cinformi (il Centro informativo per l’immigrazione e l’accoglienza della Provincia di Trento) in un soggetto che si faccia carico dei rapporti del singolo cittadino con la pubblica amministrazione per creare un interfaccia capace di sollevare le persone da questo problema.

Ricordiamo che con il governo di centro sinistra negli ultimi 5 anni la spesa per l’accoglienza era salita da un milione e mezzo di euro a più di 17 in pochi anni.

«Da associazione di accoglienza per i migranti sarà trasformata in sportello per i cittadini per così eliminare ancora di più la distanza fra le istituzioni e i cittadini» – conferma il governatore.

«In quest’anno di governo – conclude Fugatti – abbiamo fatto molto e abbiamo tenuto fede agli impegni presi in campagna elettorale. Mi rende orgoglioso soprattutto il fatto di aver colmato quel vuoto che negli ultimi anni era stato creato fra la politica e il cittadino. Dopo i numerosi colloqui che tengo con i cittadini in molti dicono di essere  soddisfatti anche se magari i problemi rimangono. “Almeno sono riuscito a parlare con lei o con il suo assessore” mi dicono. E questo è un passo in avanti perché noi siamo qui per rendere conto ai cittadini e non viceversa»

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento15 minuti fa

Autorità per le minoranze linguistiche a Luserna: «Le istituzioni rispondano al più presto alle istanze dei cimbri»

Italia ed estero34 minuti fa

Unione Europea spaccata sull’emergenza gas e Germania nel mirino delle critiche per i 200 mld di aiuti

Italia ed estero41 minuti fa

Nicolò Feltrin di due anni morto per un overdose da hashish

Trento1 ora fa

Protezione civile, parte del materiale donato alla Moldavia utilizzato a Leuseni

Rovereto e Vallagarina2 ore fa

Alla scoperta della Romea Strata: domenica partenza alle 7.30

Rovereto e Vallagarina2 ore fa

Ala: assegnati i premi del concorso Caprara

Rovereto e Vallagarina2 ore fa

Rovereto e Pesaro unite per la cultura sulle tracce di Riccardo Zandonai

Alto Garda e Ledro3 ore fa

Arco: «Giovani: coltiviamo il futuro?»

Tecnologia4 ore fa

Ecco i tutorial cattolici per la comunicazione digitale di chiese, parrocchie e pastorali

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Come dentro un film: i giovani di Predaia e Sfruz imparano a essere protagonisti di un cortometraggio

Valsugana e Primiero13 ore fa

Nuova scuola primaria di Vattaro, avviata la procedura da Apac per conto del Comune di Altopiano della Vigolana

Trento14 ore fa

Strage in Bondone: branco di lupi sbrana 26 pecore

Piana Rotaliana14 ore fa

Problemi tecnologici? In Piana Rotaliana arrivano gli sportelli di assistenza digitale

Bolzano14 ore fa

Grave incidente motociclistico in Val Pusteria, 64 enne in ospedale con l’elicottero

Arte e Cultura15 ore fa

Dal 29 ottobre appuntamento al Teatro “S. Marco” con la 25ª edizione di «Palcoscenico Trentino»

Trento2 settimane fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento3 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Trento4 giorni fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento3 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento1 settimana fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica1 settimana fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Io la penso così…6 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Trento2 giorni fa

Sette tornanti: giovane agganciato dall’alettone di una macchina – IL VIDEO

Le ultime dal Web1 settimana fa

«I vecchi devono stare a casa fermi, immobili, e non devono votare». è bufera su Giulia Torelli – IL VIDEO

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza