Connect with us
Pubblicità

Trento

Cartiere Fedrigoni: ieri vertici fra sindaci e sindacati

Pubblicato

-

Ieri mattina, presso la sede della Comunità Alto Garda e Ledro, il Presidente Mauro Malfer e la Conferenza dei sindaci hanno incontrato le rappresentanze sindacali (Cgil, Cisl, Uil e Rsu) dei lavoratori dello stabilimento della cartiera del Gruppo Fedrigoni di Varone per il quale è previsto lo Stop alla produzione a ciclo continuo (tutto l’anno 24 ore al giorno) con conseguenti esuberi e taglio dei salari.

La Conferenza dei sindaci ha voluto esprimere alle rappresentanze sindacali, nell’incontro avvenuto ieri, la totale vicinanza delle istituzioni ai lavoratori e alle lavoratrici dello stabilimento di Varone. «Abbiamo ribadito la necessità di capire quali sono le intenzioni dell’azienda» ha sottolineato il Presidente della Comunità Alto Garda e Ledro Mauro Malfer. «La nostra proposta, condivisa dai sindaci, è quella di istituire un tavolo di confronto con le istituzioni sempre aperto in maniera tale da affrontare e anticipare quelle che sono le criticità. Dobbiamo anticipare gli eventi e cercare di governarli»

Da parte nostra, ha ribadito Malfer, «c’è la volontà di garantire il massimo sostegno e supporto ai lavoratori e alle loro famiglie».

Pubblicità
Pubblicità

«Il denominatore comune – ha sottolineato il Presidente della Conferenza dei Sindaci Tarcisio Michelotti, Sindaco del Comune di Drena – è quello di dimostrare la nostra solidarietà e vicinanza ai lavoratori e alle lavoratrici in questo momento difficile. Su questo tema vogliamo tenere l’asticella alta, tenendo sempre aperto un tavolo di confronto. Per noi è una Spada di Damocle, ci sono di mezzo persone, le loro famiglie e questo tema come istituzioni ci riguarda da vicino. Faremo il possibile affinché la decisione dell’azienda venga ritrattata».

Da parte dell’azienda, ha sottolineato Michelotti, «vogliamo avere una prospettiva chiara e capire quali sono le reali intenzioni».

Durante l’incontro di ieri è stato comunque confermato che per ora non ci saranno esuberi e che le 23 persone eccedenti saranno tutte ricollocate negli stabilimenti limitrofi di Arco e di Arconvert dove si realizzano prodotti autoadesivi, divisione che registra performance molto positive (dove, nelle etichette per i vini, Fedrigoni è il secondo player al mondo).

L’azienda nel 2020 prevede di investire oltre 10 milioni di euro  in nuove strutture e macchinari per migliorare i processi ed espandere la logistica.

Pubblicità
Pubblicità

Il tema comunque è all’ordine del giorno della prossima conferenza dei sindaci, in programma lunedì 16 dicembre.

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Trento

«Programmazione e gestione delle uscite; strumenti e comportamenti»: stasera se ne parla alla SAT di via Manci

Pubblicato

-

“Programmazione e gestione delle uscite; strumenti e comportamenti” è il tema della serata proposta dalla Sat a partire dalle 20,30 di domani sera presso la sede di via Manci.

Relatori saranno Claudio Covelli e Armando Tomasi. Nel corso della serata si parlerà di come organizzare e gestire un’escursione, con particolare attenzione per gli ambienti a rischio come potrebbero essere le aree innevate o ghiacciate, per muoversi nell’ambito della sicurezza assoluta.

Non saranno tralasciate alcune indicazioni per la corretta lettura dei bollettino meteorologici e del “ Metodo Munter” ( metodo di valutazione del rischio valanghe), per l’utilizzo del telefono satellitare e saranno presentati alcuni siti internet e app utili per l’escursionista.

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Nell’anno del Topo il 25 gennaio a Trento si festeggia il Capodanno Cinese

Pubblicato

-

Il Capodanno Cinese è l’evento più importante nella tradizione della Grande Cina e viene festeggiato in tutto il mondo in date diverse ogni anno.

Per la seconda volta si festeggia anche a Trento. 

Il 2020 è l’anno del Topo che è il primo segno dello zodiaco cinese ed inaugura il ciclo di 12 anni, ciascuno dedicato ad un animale diverso nell’ordine in cui, secondo la tradizione, i 12 animali si sono presentati davanti al Buddha: il topo, il bue, la tigre, il coniglio, il drago, il serpente, il cavallo, la capra, la scimmia, il gallo, il cane e il maiale.

Pubblicità
Pubblicità

Tornando indietro di 12 anni si può risalire al 2008, l’ultimo anno del topo, come lo erano stati nel XX° secolo il 1996, 1984, 1972, 1960, 1948, 1936, 1924, 1912.

Per capire a quale segno zodiacale cinese corrisponde il proprio anno di nascita, basta far riferimento proprio a questi anni che sono l’inizio di ogni ciclo di 12 anni. Per cui al topo seguiranno gli altri 11 animali che sono stati ricordati. Ognuno può cosi capire a quale animale nel calendario cinese, corrisponde il proprio anno di nascita.

I dodici animali fanno parte della tradizione cinese e hanno un riferimento domestico, per bue, cavallo, capra, gallo maiale e cane; mentre il topo, la tigre, il coniglio, il drago e la scimmia sono animali simbolici della ricca mitologia cinese.

Il topo rappresenta la saggezza, ed esprime una personalità versatile, intelligente, curiosa e piena di voglia di fare. In base all’anno di nascita, la tradizione cinese, prevede un oroscopo che riguarda quel tipo di personalità legata all’animale di riferimento.

Pubblicità
Pubblicità

A Trento  il Capodanno è organizzato nell’ambito del progetto Orizzonti d’Oriente dal Centro Studi Martino Martini, con un bando Reti culturali della Fondazione Caritro, sotto il patrocinio del Comune di Trento e della Provincia Autonoma.

L’evento in città si terrà il 25 gennaio 2020 in piazza Dante a partire dalle ore 15. Si terranno le danze del Drago e del Leone. La tradizione di queste danze ha oltre 5000 anni ed è ben radicata nelle comunità cinesi di tutto il mondo.

La leggenda identifica il Leone come animale salvatore di villaggi infestati da fortuna e prosperità, mentre il Drago, l’animale più sacro, emblema stesso dell’Imperatore, e come tale emanazione divina e simbolo di forza e benevolenza

Il coloratissimo corpo del Drago è paragonato all’onda del mare, fedele e naturale rappresentazione di un Drago celeste. La coreografia del Drago e del Leone eseguita al ritmo del tamburo si arricchisce di elementi pirotecnici e fumi colorati. Il Leone e il Drago, sono ancora oggi animali-simbolo della Cina.

Questo tipo di espressione artistica e tradizionale cinese, hanno un notevole impatto visivo e affascinano gli spettatori che vengono coinvolti dai movimenti e dai colori. Al termine i bambini che assistono vengono coinvolti a vedere le figure create dagli artisti dell’evento.

Le coreografie sono molto colorate ed animate, e vi confluiscono tutte le arti cinesi, come le arti marziali, il tai chi, i movimenti acrobatici, il dramma, con il sottofondo della musica cinese con going e tipiche melodie cinesi.

Il Concerto di Capodanno anticipa i festeggiamenti con un programma che unisce il meglio della cultura musicale  cinese ed europea con artisti di eccezione del conservatorio di Wuhan che aprono il programma con la 2020 Chinese story  per proseguire con Chopin e Mahler.

ll sabato la performance musicale di due cantanti  lirici cinesi Rui Ma e  Zhou Yue  apre il Capodanno con due canzoni tradizionali e la cerimonia che anima i due leoni introdurrà le spettacolari acrobazie del Drago e dei leoni con gli atleti dell’Italy Lion and Dragon dance.

Il team che si è esibito a Trento nel 2019, tra i pochi che si esibiscono sui pali, lo scorso anno ha conseguito numerosi successi ai campionati internazionali di Macao ed Hong Kong dove gli atleti sono stati invitati a partecipare ai prossimi campionati mondiali.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Tamponamento a Vigolo Baselga, coinvolte 3 autovetture

Pubblicato

-

L’incidente ha coinvolto 3 autovetture ed è successo al bivio per entrare nel paese di Vigolo Baselga sulla strada Statale 45.

Una Panda ha rallentato per prendere lo svincolo che porta in paese ed è stata tamponata dal mezzo che la seguiva.

Dopo alcuni secondi un’altra autovettura è arrivata ad alta velocità centrando la seconda autovettura. 

Pubblicità
Pubblicità

Sul posto sono arrivati gli agenti della polizia municipale di Trento che stanno smaltendo le code che si sono formate e i vigili del fuoco di Vigolo Baselga che stanno mettendo in sicurezza la carreggiata. 

L’ambulanza di Trentino emergenza ha ricoverato una persona con ferite lievi e medicato sul posto altre due persone.

 

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza