Connect with us
Pubblicità

Trento

Mazzata sull’ex Giunta Rossi, la Corte Conti chiede un danno erariale di 10 milioni di euro

Pubblicato

-

Un danno erariale da oltre 10 milioni di euro contestato dalla Corte dei conti di Trento, per mano del procuratore regionale Marcovalerio Pozzato(foto): questo il risultato di una recente indagine condotta sulla permuta di due immobili avvenuta cinque anni fa tra la Provincia e i padri Pavoniani.

Uno spreco di risorse pubbliche che non è sfuggito alla magistratura contabile del capoluogo e che ora rischia di costare caro all’ex presidente della Provincia Ugo Rossi e agli ex assessori della sua giunta Alessandro Olivi, Carlo Daldoss, Michele Dallapiccola, Renata Borgonovo Re, Mauro Gilmozzi e Tiziano Mellarini e Sara Ferrari.

Gli immobili, del valore di 4,2 e 5,7 milioni di euro, sono ubicati rispettivamente in piazza Fiera a Trento e a Susà di Pergine (ex complesso Artigianelli).

PubblicitàPubblicità

La permuta venne approvata nella seduta del 22 dicembre 2014 con la delibera 2360.

Secondo l’accusa, l’acquisizione del complesso di Susà da parte della Provincia si può configurare come un enorme spreco di risorse pubbliche dal momento che esso risulta oggi in stato di abbandono e potrebbe addirittura essere destinato alla demolizione.

Non si conoscono nemmeno, finora, le reali ragioni di interesse per una tale acquisizione da parte dell’ente pubblico, che ha comportato la cessione contestuale dell’immobile di piazza Fiera.

Pubblicità
Pubblicità

Questo, sempre secondo l’accusa, violerebbe «i più elementari principi di legittimità e trasparenza degli atti amministrativi» con una «improvvida e negligente gestione del patrimonio pubblico».

Tardivo e ormai inutile, per il procuratore, il protocollo di intesa firmato nel 2017 con il Comune di Pergine atto a valorizzare gli immobili abbandonati.

Se le accuse venissero confermate, ad ogni membro dell’ex giunta verrebbe richiesta una somma di 1.258.000 euro.

Il primo danno contestato è quello dell’intero valore dell’immobile permutato originariamente di proprietà pubblica, più le spese per l’esposizione dell’altro immobile «ad un cospicuo e ricorrente esborso di denaro per reperire spazi sostitutivi a quelli ceduti all’Istituto Pavoniano Artigianelli».

Senza contare che la cessione degli spazi di piazza Fiera ha comportato allora il trasferimento in affitto degli uffici di tutto il Servizio personale della Provincia: si tratta di 1.161.000 euro all’anno, cifra che moltiplicata per il totale degli anni di affitto pagato dal 2015 è pari a 5.808.000 euro.

Sulla permuta ad avere molti dubbi era stato il consigliere Claudio Cia che nel mese di ottobre 2015 dopo aver visitato il complesso ex Artigianelli, con una formale interrogazione evidenziava come questo colosso in stato di abbandono e degrado totale fosse stato acquisito dalla Provincia solo l’anno precedente, nel 2014, in permuta con edifici di pregio in Piazza Fiera a Trento

Sulla carta, un affare per la Provincia, infatti il valore del compendio era stato determinato in 5,7 milioni di Euro, ma l’operazione di permuta è stata autorizzata “alla pari” per un valore di 4,3 milioni di Euro senza conguaglio, a favore dell’Istituto Pavoniano Artigianelli, quindi addirittura con un ipotetico incremento del patrimonio provinciale pari a 1,4 milioni.

L’intervento di Claudio Cia aveva incuriosito anche la nota trasmissione “Striscia la Notizia” che aveva portato la vicenda a livello nazionale (qui il video di Vittorio Brumotti con la sua bicicletta).

«In seguito alla mia ispezione sul posto chiedevo espressamente alla Giunta provinciale se la valutazione del compendio immobiliare svolta nel novembre 2014 dal Servizio Gestioni Patrimoniali e Logistica della Provincia, avesse tenuto conto della situazione di totale abbandono e di grave degrado dell’immobile. Chiedevo inoltre se non si ritenesse necessario acquisire una valutazione aggiornata dell’edificio, nonché con quale investimento, con quale destinazione e quali costi connessi la Provincia intendesse realizzare la riqualificazione dello stesso. Da allora, con numerosi interventi politici ho chiesto conto della “discutibile” permuta dell’ex Artigianelli e dello stato dei numerosi immobili pubblici inutilizzati di proprietà della Provincia, lasciati in stato di desolante degrado e abbandono: un tema non pervenuto nella politica dell’allora Giunta di centrosinistra, e di cui AGIRE per il Trentino si è fatto portavoce»Spiega Cia

La conclusione delle indagini della Procura contabile ha portato alla quantificazione di un danno erariale che supera i 10 milioni di euro, rilevando l’assoluta mancanza di motivazione nella delibera del 22 dicembre 2014 che ha portato alla permuta. Ciò che viene contestato sono le ragioni che hanno portato allo scambio, «con tutta evidenza illogiche e irrazionali» e senza «i più elementari principi di legittimità e trasparenza degli atti amministrativi». Negli inviti a dedurre la procura regionale parla di «improvvida e negligente gestione del patrimonio pubblico» avendo la Giunta peggiorato la composizione del patrimonio immobiliare dell’ente, esponendo lo stesso «ad un cospicuo e ricorrente esborso di denaro per reperire spazi sostitutivi a quelli ceduti all’Istituto Pavoniano Artigianelli».

«Più che stupore per l’esito delle indagini,  – conclude il consigliere provinciale – c’è una presa d’atto della conferma delle tesi che avevo portato avanti con i miei interventi in Consiglio provinciale, e pur non dubitando della buona fede dei singoli componenti dell’ex Giunta Rossi che evidentemente hanno agito sulla base di stime tecnicamente corrette, si attende con fiducia l’evoluzione delle indagini, ringraziando la Procura contabile per il lavoro svolto in favore della trasparenza, nell’interesse dei cittadini trentini».

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]
  • Uno sguardo a Kazan, un microcosmo di stili e culture che vivono in armonia
    A circa 820 kilometri da Mosca, dove i fiumi Volga e Kazanka si uniscono, si erge da oltre 1000 anni la splendida capitale della repubblica del Tatarstan: Kazan. Il suo splendore e le sue innumerevoli caratteristiche l’hanno portata ad essere nominata, nel 2005, la Terza Capitale della Russia (appellativo a cui può essere ufficialmente associata […]
  • Riscoprire il turismo lento in Italia, con le mini crociere fluviali
    Una parte della penisola Italiana è composta da un piccolo mosaico di isole e canali che insieme rappresentano la perfetta geometria di un mondo pieno di fascino. Riscoprire una dimensione lenta del turismo, attraverso gli imperdibili itinerari fluviali italiani è uno dei modi migliori per visitare questo mondo. Le crociere fluviali in houseboat sono in […]

Categorie

di tendenza