Connect with us
Pubblicità

Trento

Le scuole medie Pedrolli di Gardolo incontrano i migranti. Ma non tutti i genitori sono d’accordo

Pubblicato

-

Di certo la scuola non dovrebbe veicolare posizioni politiche o ideologiche, specialmente alle elementari ed alle medie, frequentate dai ragazzi più piccoli che dovrebbero crescere senza influenze esterne.

Succede invece che in una scuola trentina, nello specifico una terza classe delle scuole medie Pedrolli, il consiglio di classe nell’ambito dei progetti didattici per la geografia, intenda promuovere tre incontri con alcuni migranti che illustreranno il loro stato di provenienza.

Ora avendo verbalizzato “stato” minuscolo l’intenzione sarà forse quella di parlare della loro condizione sociale? Non lo crediamo.

Pubblicità
Pubblicità

Come non crediamo nemmeno che protagonisti di quegli incontri saranno cittadini romeni, polacchi o albanesi e probabilmente la giusta interpretazione è quella di un genitore che allarmato, ha reso pubblico quanto deciso dal Consiglio di Classe:Volevo segnalare che tra i progetti del verbale del consiglio di classe di una terza delle medie Pedrolli di Gardolo, c’è un incontro con alcuni migranti, che racconteranno le loro storie… Non mi sembra corretto organizzare lezioni con chiaro messaggio politico usando la scuola pubblica”.

Una denuncia in tal senso, e più esplicita, arriva anche da un altro genitore: «Mio figlio frequenta la terza alle Pedrolli, e guarda caso, – spiega il genitore –  l’insegnante di Geografia e’ stata da me segnalata al Dirigente e alla provincia per palesi opinioni politiche e la scorsa settimana, ha invitato I ragazzini di terza ad unirsi al movimento delle Sardine. Io ho già affrontato questo personaggio, ancora una parola di carattere politico e mi rivolgerò alle autorità competenti, questo e’ ciò che ho trasmesso a chi di dovere».

Già, proprio così dovrebbe essere ed invece in uno Stato (con la S maiuscola) nel quale a volte il corpo insegnanti è su posizioni di sinistra anche estrema, può succedere proprio così.

Pubblicità
Pubblicità

Nonostante non ci siano ormai più dubbi sul business dell’immigrazione e sul fatto che solo il 10% abbiano ricevuto lo status di profugo,  ecco che c’è ancora chi intende propinare storie lacrimevoli, ma anche avventurose ai dei ragazzini che ne potranno restare influenzati.

Un’unica possibilità. Nel verbale non si indica la nazionalità dei migranti ed allora il genitore si potrebbe anche allarmare per nulla.

Chissà magari alle Pedrolli potrebbe essere invitato un giovane ricercatore universitario russo che racconterà ai ragazzini la vita dei loro coetanei russi.

Oppure un polacco che illustrerà le tradizioni cattoliche del suo popolo. O ancora un rumeno che potrà raccontare la conquista della democrazia dopo la caduta del dittatore Ceaușescu.

Il timore è che invece arrivi un profugo (finto) che fugge dalla guerra (che non c’è). Vedremo.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza