Connect with us
Pubblicità

Trento

L’associazione «Artici – Le ali della coccinella» vuole continuare a volare

Pubblicato

-

Quando una coccinella si prepara a spiccare il volo, l’effetto è spesso a sorpresa: l’insetto dalla forma apparentemente compatta si trasforma rapidamente in un oggetto volante dalle grandi ali dispiegate.

La frase rappresenta più che mai la storia dell’associazione «Artici – Le ali della Coccinella» di Mattarello nata 10 anni fa per volere di Annalisa Ravagni che ricopre tutt’ora la carica di presidente ed è l’anima della ventina di volontari che alacremente lavorano tutti i giorni a sostegno degli anziani soli e malati di tutto il Trentino.

«Fin da piccola sentivo dentro questa missione – ricorda Annalisa – e quando vedevo qualche anziano malato e malfermo volevo aiutarlo a sta bene»

Pubblicità
Pubblicità

Presente dal 2010, l’associazione risponde alle sempre più evidenti necessità di aiuto a favore di anziani e invalidi che magari con problematiche di solitudine e impossibilità economica chiedono il trasporto a centri ospedalieri o ambulatori per visite, terapie, esami e quant’altro.

L’associazione non ha scopo di lucro e persegue finalità di solidarietà sociale accollandosi gratuitamente il trasporto di cittadini bisognosi d’aiuto.

«La Ali della coccinella» nasce quindi per dare un notevole supporto alle famiglie.

Pubblicità
Pubblicità

Sono quasi 500 ogni anno i trasporti autofinanziati in sostegno agli anziani di tutto il Trentino.

Da sottolineare che l’associazione non riceve un euro ne dalla provincia, ne dal comune e ne tanto meno dalle comunità di valle che ne richiedono spesso l’intervento.

4 autovetture a disposizione, e via sulle strade con qualsiasi tempo per correre incontro alle sempre maggiori esigenze degli anziani malati o delle famiglie in difficoltà in cambio solo di un sorriso e una stretta di mano.

«Ci sosteniamo da soli trovando circa 50 mila euro ogni anno per poter far fronte almeno alle spese, anche se a volte non ce la facciamo. Riceviamo donazioni da privati e da imprenditori sensibili al problema e organizziamo eventi per raccogliere dei fondi, ma diventa sempre più difficile auto finanziarci. Abbiamo fatto richiesta di un aiuto in termine di convenzioni in passato alla politica, ma i vari Bordon, Luca Zeni e il dirigente Fedrigotti ci hanno solo preso in giro con false promesse. Sono state una vera delusione. Ora speriamo in questa nuova giunta che pare maggiormente sensibile a queste tematiche» – Afferma ancora Annalisa Ravagni che ricorda come l’unico politico ad aver aiutato in concreto l’associazione sia stato Filippo Degasperi che attraverso la sua annuale Restitution Day ogni anno versa 1.000 euro nella casse dell’associazione.

Annalisa Ravagni ha dovuto combattere anni per avere solo una stanza come luogo di ritrovo con i volontari che serviva come sede, mentre altri occupano interi palazzi gratis grazie a politici compiacenti e nonostante questo recano solo danni alla comunità.

Incongruenza? Contraddizione? Chiamatela come volete, anche se forse sarebbe il caso di chiamarla «profonda ingiustizia» che danneggia le persone che aiutano gli altri gratis e avvantaggia parassiti il cui fine è solo quello di distruggere il bene comune e privato.

Alla fine per il gentile interessamento dell’assessora Franzoia la sede è stata trovata a Povo.

Il servizio dell’associazione è come detto completamente gratuito per invalidi e anziani in tutto il Trentino, comprese le Valli: «Per qualsiasi motivo sanitario, noi li portiamo da casa verso gli ospedali e centri ambulatoriali a costo zero per aiutarli negli spostamenti, a volte gli stessi figli devono lavorare e quindi siamo di supporto. Avendo fatto questa esperienza vicino a mio marito, malato terminale di cancro,  riesco a capire la vera necessità che sussiste nella nostra comunità di questo servizio socio assistenziale».

Ora però c’è la necessità che qualcuno riconosca tale servizio economicamente e aiuti «Le Ali della coccinella» a continuare a volare.

«La realtà è dura e il bisogno che sussiste è sempre più forte – spiega la presidente –  le persone bisognose di cure per malattie croniche sono sempre di più, e gli appuntamenti che fissa il cup sono sempre più decentrati. E’ un grosso problema che richiede un occhio di riguardo perché siamo persone e a volte una terapia richiede anche una certa assistenza».

Secondo Annalisa il problema di spostamento sul territorio esiste da tempo e non si sta considerando abbastanza.

Poi arriva anche un piccolo sfogo: «Siamo strutturati come una odv organizzazione di volontariato iscritti al Centro Servizi Volontariato, ma lavoriamo come fossimo un servizio convenzionato con Asl, tutti i reparti e centri danno il nostro numero come servizio e non mi pare giusto farlo passare come un loro servizio integrato ma a spese nostre. Concludendo chiediamo un confronto con un tavolo di lavoro per strutturare meglio il servizio e anche trovare la giusta collocazione del nostro servizio».

I momenti difficili ci sono stati, e Annalisa lo ammette, specialmente all’inizio, ma sono stati superati grazie al mio grande senso di appartenenza alla comunità trentina, all’aiuto dei genitori che sono parte attiva nell’associazione e alla grande applicazione e partecipazione dei volontari, «sono persone speciali a cui va un grande ringraziamento che dopo la morte  prematura morte di Michele, mio marito, mi hanno aiutato molto»

Negli ultimi 10 anni le problematiche degli anziani si sono moltiplicate e l’associazione non è più in grado di assorbire tutte le richieste, «Con la morte del cuore spesso dobbiamo dire di no, e questo mi dispiace» 

L’associazione «Le Ali della Coccinella» è una delle eccellenze del Trentino ed è una delle rarissime realtà che riescono a sopravvivere senza ricorrere alla sussidiarietà e assistenzialismo degli enti provinciali e comunali. Una realtà che quindi va tutelata e aiutata per farla continuare a volare.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • La Nasa lo conferma: sulla Luna c’è acqua ed è accessibile
    Sulla Luna c’è acqua, un annuncio clamoroso ma vero. L’incredibile notizia arriva da due studi della Nasa pubblicati su Nature. Il primo studio coordianato dalla Nasa dimostra la scoperta rilevata dal telescopio volante Sofia della molecola dell’acqua sulla Luna. Grazie al telescopio Sofia, montato a bordo di un boeing 747 ha infatti risolto il mistero […]
  • A Trento è arrivato l’innovativo franchise di SkinMedic Beauty Clinic
    SkinMedic è un nuovo modo di concepire il mercato dell’estetica, in cui la realtà in franchising diventa un’opportunità di crescita condivisa. Da qualche mese, il noto marchio ha aperto anche una Beauty Clinic a Trento, presso il quartiere Le Albere. “Operiamo sul campo nel settore medicale-estetico da oltre 20 anni, inizialmente come produttori di attrezzatura […]
  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]

Categorie

di tendenza