Connect with us
Pubblicità

Trento

L’associazione «Artici – Le ali della coccinella» vuole continuare a volare

Pubblicato

-

Quando una coccinella si prepara a spiccare il volo, l’effetto è spesso a sorpresa: l’insetto dalla forma apparentemente compatta si trasforma rapidamente in un oggetto volante dalle grandi ali dispiegate.

La frase rappresenta più che mai la storia dell’associazione «Artici – Le ali della Coccinella» di Mattarello nata 10 anni fa per volere di Annalisa Ravagni che ricopre tutt’ora la carica di presidente ed è l’anima della ventina di volontari che alacremente lavorano tutti i giorni a sostegno degli anziani soli e malati di tutto il Trentino.

«Fin da piccola sentivo dentro questa missione – ricorda Annalisa – e quando vedevo qualche anziano malato e malfermo volevo aiutarlo a sta bene»

Pubblicità
Pubblicità

Presente dal 2010, l’associazione risponde alle sempre più evidenti necessità di aiuto a favore di anziani e invalidi che magari con problematiche di solitudine e impossibilità economica chiedono il trasporto a centri ospedalieri o ambulatori per visite, terapie, esami e quant’altro.

L’associazione non ha scopo di lucro e persegue finalità di solidarietà sociale accollandosi gratuitamente il trasporto di cittadini bisognosi d’aiuto.

«La Ali della coccinella» nasce quindi per dare un notevole supporto alle famiglie.

Pubblicità
Pubblicità

Sono quasi 500 ogni anno i trasporti autofinanziati in sostegno agli anziani di tutto il Trentino.

Da sottolineare che l’associazione non riceve un euro ne dalla provincia, ne dal comune e ne tanto meno dalle comunità di valle che ne richiedono spesso l’intervento.

4 autovetture a disposizione, e via sulle strade con qualsiasi tempo per correre incontro alle sempre maggiori esigenze degli anziani malati o delle famiglie in difficoltà in cambio solo di un sorriso e una stretta di mano.

«Ci sosteniamo da soli trovando circa 50 mila euro ogni anno per poter far fronte almeno alle spese, anche se a volte non ce la facciamo. Riceviamo donazioni da privati e da imprenditori sensibili al problema e organizziamo eventi per raccogliere dei fondi, ma diventa sempre più difficile auto finanziarci. Abbiamo fatto richiesta di un aiuto in termine di convenzioni in passato alla politica, ma i vari Bordon, Luca Zeni e il dirigente Fedrigotti ci hanno solo preso in giro con false promesse. Sono state una vera delusione. Ora speriamo in questa nuova giunta che pare maggiormente sensibile a queste tematiche» – Afferma ancora Annalisa Ravagni che ricorda come l’unico politico ad aver aiutato in concreto l’associazione sia stato Filippo Degasperi che attraverso la sua annuale Restitution Day ogni anno versa 1.000 euro nella casse dell’associazione.

Annalisa Ravagni ha dovuto combattere anni per avere solo una stanza come luogo di ritrovo con i volontari che serviva come sede, mentre altri occupano interi palazzi gratis grazie a politici compiacenti e nonostante questo recano solo danni alla comunità.

Incongruenza? Contraddizione? Chiamatela come volete, anche se forse sarebbe il caso di chiamarla «profonda ingiustizia» che danneggia le persone che aiutano gli altri gratis e avvantaggia parassiti il cui fine è solo quello di distruggere il bene comune e privato.

Alla fine per il gentile interessamento dell’assessora Franzoia la sede è stata trovata a Povo.

Il servizio dell’associazione è come detto completamente gratuito per invalidi e anziani in tutto il Trentino, comprese le Valli: «Per qualsiasi motivo sanitario, noi li portiamo da casa verso gli ospedali e centri ambulatoriali a costo zero per aiutarli negli spostamenti, a volte gli stessi figli devono lavorare e quindi siamo di supporto. Avendo fatto questa esperienza vicino a mio marito, malato terminale di cancro,  riesco a capire la vera necessità che sussiste nella nostra comunità di questo servizio socio assistenziale».

Ora però c’è la necessità che qualcuno riconosca tale servizio economicamente e aiuti «Le Ali della coccinella» a continuare a volare.

«La realtà è dura e il bisogno che sussiste è sempre più forte – spiega la presidente –  le persone bisognose di cure per malattie croniche sono sempre di più, e gli appuntamenti che fissa il cup sono sempre più decentrati. E’ un grosso problema che richiede un occhio di riguardo perché siamo persone e a volte una terapia richiede anche una certa assistenza».

Secondo Annalisa il problema di spostamento sul territorio esiste da tempo e non si sta considerando abbastanza.

Poi arriva anche un piccolo sfogo: «Siamo strutturati come una odv organizzazione di volontariato iscritti al Centro Servizi Volontariato, ma lavoriamo come fossimo un servizio convenzionato con Asl, tutti i reparti e centri danno il nostro numero come servizio e non mi pare giusto farlo passare come un loro servizio integrato ma a spese nostre. Concludendo chiediamo un confronto con un tavolo di lavoro per strutturare meglio il servizio e anche trovare la giusta collocazione del nostro servizio».

I momenti difficili ci sono stati, e Annalisa lo ammette, specialmente all’inizio, ma sono stati superati grazie al mio grande senso di appartenenza alla comunità trentina, all’aiuto dei genitori che sono parte attiva nell’associazione e alla grande applicazione e partecipazione dei volontari, «sono persone speciali a cui va un grande ringraziamento che dopo la morte  prematura morte di Michele, mio marito, mi hanno aiutato molto»

Negli ultimi 10 anni le problematiche degli anziani si sono moltiplicate e l’associazione non è più in grado di assorbire tutte le richieste, «Con la morte del cuore spesso dobbiamo dire di no, e questo mi dispiace» 

L’associazione «Le Ali della Coccinella» è una delle eccellenze del Trentino ed è una delle rarissime realtà che riescono a sopravvivere senza ricorrere alla sussidiarietà e assistenzialismo degli enti provinciali e comunali. Una realtà che quindi va tutelata e aiutata per farla continuare a volare.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro
    Da qualche anno il mondo del lavoro è stato travolto dalla Gig Economy dividendo l’opinione pubblica e l’economia. Cos’è la Gig Economy Nonostante l’arrivo della Gig Economy sia un fenomeno relativamente recente, negli ultimi 10... The post Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona
    Dal Governo nasce il programma GOL, Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori che punta a rilanciare l’occupazione in Italia, con un investimento di 4.9 miliardi di euro da investire tra il 2021 e il 2025. I... The post Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona appeared first on […]
  • Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online
    Da qualche settimana, è stata introdotta la possibilità di delegare una persona di fiducia all’esercizio dei servizi online pubblici. Identità digitale o SPID a cosa serve Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ovvero Spid permettere... The post Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza