Connect with us
Pubblicità

Trento

Il Trentino come Bibbiano? Denunciata una grave anomalia del sistema tutelare minorile

Pubblicato

-


Oggi, 30 novembre 2019 alle ore 10.30 presso l‘Hotel Adige di Mattarello si è tenuta una conferenza stampa per segnalare l’incredibile storia di un minore gravemente compromesso dal punto di vista della salute e strappato dalle braccia dei propri genitori, che, oltre ad amare infinitamente il proprio figlio si sono impegnati nella ricerca della clinica più adeguata specializzata in patologie similari a quella del loro bambino.

A parlare di questo devastante caso tra i relatori era presente anche Gabriella Maffioletti delegata regionale di Adiantum, portavoce del Movimento Giustizia sociale e impegnata da anni nel contrasto agli allontanamenti “facili” che è stata contattata pochi giorni fa dalla famiglia a cui è stato strappato il bambino

La Maffioletti è intervenuta affermando che questo eclatante caso dimostra in maniera inconfutabile quanto in nome della tutela e della protezione minorile si operi, in insindacabile giudizio, creando veri e propri drammi sociali, ossia il dolore dello strappo dei minori dall’amore dei propri cari e la violazione dei fondamentali Diritti Umani e della Famiglia.

Pubblicità
Pubblicità

In seguito l’Avvocato Donatella Bussolati del Foro di Milano e Mediatrice Familiare ha esplorato i meandri del sistema giuridico di oggi che vede, purtroppo e troppo spesso, i minori vittime di decisioni di drammatici allontanamenti dai propri affetti e sicurezze che si rivelano poi infondati.

L’avvocato  ha poi sottolineato l’importanza di tutelare in ogni sede i diritti costituzionali, quali il diritto alla famiglia d’origine, al giusto processo, all’ascolto del minore e alla salute.

La storia purtroppo è una delle tante e coinvolge una famiglia residente in Trentino.

Tutto inizia quando uno stretto parente dei genitori richiede senza nessun valido motivo agli assistenti sociali l’allontanamento del bambino dalla casa familiare chiedendone il collocamento presso se stesso.

Da quel momento si mette in moto la mastodontica macchina burocratica e giudiziaria e viene disposta l’audizione del minore dopo 10 giorni da parte del Giudice Onorario.

A questo punto il curatore del bambino chiede provvedimento d’urgenza essendo il minore ricoverato in ospedale, per grave patologia, prossimo alle dimissioni.

Ma c’è un primo colpo di scena: il Tribunale dei Minori, proprio il giorno prima dell’ascolto dispone con urgenza la sospensione della responsabilità genitoriale con collocamento del minore presso la casa del parente denunciante in netto conflitto con il nucleo familiare genitoriale e nomina il curatore anche tutore, il quale a sua volta rimanda la visita specialistica richiesta dal papà e la mamma del bambino presso una clinica competente per la patologia di cui il minore stessi è affetto.

Il giudice competente quindi da per scontato, senza nemmeno sentire il bambino o i genitori, che il parente che ha richiesto l’allontanamento del bambino abbia fondata ragione.

Va detto che nella richiesta inviata agli assistenti sociali il parente non indica nessuna motivazione per il possibile allontanamento.

La disperazione e il senso di impotenza dei genitori è a questo punto inevitabile e totale.

I genitori depositano un reclamo per «la violazione del diritto costituzionale del minore alla famiglia».

«Ci si chiede allora quali sono i dati concreti che sottendono alle denunce di quel parente dei genitori? Lo Stato ha messo in atto tutti gli strumenti possibili per tutelare il minore all’interno del proprio nucleo familiare?»Questo è il quesito a cui i relatori hanno tentato di rispondere durante l’incontro.

La dottoressa Marica Malagutti nel suo intervento finale ha parlato dell’ascolto del minore, dell’importanza della valutazione, della capacità di discernimento quando il soggetto non ha compiuto ancora 12 anni e comunque soffre di una patologia che potrebbe condizionare le sue scelte e il suo comportamento. Insomma Bibbiano dovrebbe insegnare? E invece pare che nulla sia cambiato. 

La Malagutti ha evidenziato l’importanza del ruolo dei genitori per la crescita di un minore e soprattutto che l’allontanamento deve essere attuato solo ed esclusivamente in casi di comprovata violenza sui figli.

Ma in questo caso, come in tanti altri non c’è nulla di certo e soprattutto giuridicamente provato.

Quindi ci si chiede perché creare ed alimentare un inutile e così grave dolore nei bambini e nei loro cari?

Tutto è partito perché assistenti sociali, istituzioni e giudici hanno creduto a quel parente che ha fatto la segnalazione.

Nessuna prova rispetto al contenuto della segnalazione. Nessuno si è chiesto il perché di tale comportamento e soprattutto non è stata valutata la personalità di quel parente che ora ha in casa un minore con una patologia così grave. Un altro caso disumano che offre molti spunti su cui discutere.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]
  • Parco giochi per anziani: l’incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
    All’arrivo della terza età troppo spesso si tende ad uscire e socializzare meno, con risultati non completamente positivi sulla salute. Una delle soluzioni insieme alle tante attività può essere lo sport: una perfetta occasione di interazione e socializzazione che permette di mantenersi attivi non solo nel corpo ma anche nello spirito. Per aiutare gli anziani […]

Categorie

di tendenza