Connect with us
Pubblicità

Trento

L’assessore Zanotelli in visita ai cantieri del Servizio Bacini montani in Valsugana, Val dei Mocheni e Valli di Fiemme e Fassa

Pubblicato

-

L’assessore all’Agricoltura foreste e difesa del suolo, Giulia Zanotelli, accompagnata dal dirigente Roberto Coali e dai direttori di zona, ha visitato mercoledì alcuni cantieri del Servizio Bacini montani in Valsugana, Val dei Mocheni e nelle Valli di Fiemme e Fassa dove sono ancora in corso i lavori di ripristino dei danni provocati dalla tempesta Vaia per riportare alla piena efficienza l’ingente patrimonio sistematorio che ha in gran parte attenuato gli effetti delle piene.

Lungo il torrente Fersina il Servizio Bacini montani è intervenuto e ancora sta intervenendo, in stretto raccordo con i Comuni, nei punti più colpiti, in particolare dove erano state interessate la ciclopedonale di fondovalle e la conduttura fognaria.

Molti degli spazi riconquistati dal torrente sono stati preservati per l’espansione del corso d’acqua allargandone l’alveo. Si è intervenuti puntualmente, invece, per la tutela delle infrastrutture presenti attraverso delle scogliere, consolidate a tergo con calcestruzzo, (operazione in corso al momento della visita), e successivamente rincalzate con materiale grossolano.

Pubblicità
Pubblicità

La visita ha poi fatto tappa all’incile del fiume Brenta, allo sbocco del Lago di Caldonazzo.

Qui è in fase di conclusione un intervento (eseguito con impresa) di consolidamento della sponda sinistra del fiume, resosi necessario per poterne completare la ricalibrazione di tutto il primo tratto.

Contestualmente alla ricalibrazione, con altro precedente intervento, è stato dotato l’incile di un sistema di paratoie comandate da remoto, al fine di poter governare le portate uscenti. Il sistema è stato utilizzato anche durante l’evento di fine ottobre 2018, per ridurre il picco di piena transitato a Borgo Valsugana.

Pubblicità
Pubblicità

In Val Calamento la visita si è soffermata al Ponte del Salton, dove svolge ancora egregiamente la sua funzione un muraglione in grosso pietrame a secco che dai primi decenni del XIX secolo impedisce al torrente Maso di lambire la frana “Marolle”, posta in sinistra idrografica.

I lavori in corso, svolti in amministrazione diretta con operai del servizio e noli a caldo, consistono nello svaso e movimentazione di migliaia di metri cubi di materiale, sagomando e rinforzando nuovamente le sponde con massi, in un tratto privo di sistemazioni idrauliche trasversali. I lavori proseguiranno anche nel 2020.

Presso la mensa di Roncegno, in una delle pochissime mense del Servizio rimaste operative, l’Assessore ha incontrato il personale operaio dipendente che opera nei cantieri al quale ha portato il saluto ed il ringraziamento da parte del Presidente Fugatti e di tutta la Giunta provinciale.

“Mi preme portarvi il grazie di tutta la comunità trentina – ha sottolineato l’Assessore Zanotelli – per il prezioso e fondamentale lavoro che fate per incrementare i livelli di sicurezza del nostro territorio e per mitigare per quanto possibile il rischio residuo tipico di una provincia di montagna come la nostra”.

Nel pomeriggio, il sopralluogo ha interessato cantieri in Fiemme e Fassa attivati sempre per il ripristino dei danni causati dalla tempesta Vaia.

La prima tappa ha riguardato il Rio Cadino, uno degli affluenti dell’Avisio sul quale la tempesta Vaia ha scaricato tutta la sua potenza distruttrice.

I lavori del Servizio Bacini montani in un primo tempo sono stati funzionali agli interventi messi in campo dal Servizio Opere stradali e ferroviarie (SOSF) per il ripristino della provinciale per il passo Manghen. Più a monte, sono attivi un cantiere di manutenzione delle opere presenti il loc. Zochi e un cantiere di svaso.

Successivamente si è fatto tappa sul cantiere del Rio Valaverta, in comune di Ziano di Fiemme, dove sono in atto i lavori di svaso e consolidamento della piazza di deposito a tergo della briglia filtrante.

L’opera idraulica ha egregiamente funzionato durante l’evento Vaia, trattenendo la congerie detritica ed il materiale legnoso portato a valle dal rio. Ci si è poi trasferiti sulla sponda opposta, sempre in comune di Ziano, dove sul rio Sadole sono in atto i lavori di svaso e consolidamento mediante opere in massi per ripristinare una adeguata sezione di deflusso (l’ingente quantità di detrito aveva pressoché obliterato l’alveo del rio) e di consolidare le sponde.

Da ultimo si è fatto visita sul cantiere del Rio San Pellegrino, dove si è intervenuti in somma urgenza, per garantire la riapertura completa della strada, ma occorre ora rendere definitivo l’intervento mediante il consolidamento della sponda e dell’alveo con opere in massi, nonché la manutenzione straordinaria della briglia in prossimità del ponte a monte

Lungo il tragitto di rientro, infine, è stato visitato anche il magazzino polifunzionale a Molina di Fiemme, presso il quale sono ricoverati i mezzi e le attrezzature in uso alle squadre che operano nei comprensori di Fiemme e Fassa.

“I cambiamenti climatici in atto, ci impongono – ha concluso l’assessore Giulia Zanotelli – di mantenere alta l’attenzione sia rispetto alla pianificazione del pericolo, del rischio e dell’uso del territorio, sia rispetto agli investimenti per contenere al massimo livello possibili i rischi di natura idrogeologica che sono tipici di un territorio come il nostro. Per questo, una struttura come il Servizio Bacini montani è strategica per garantire continuità nell’azione di prevenzione e di manutenzione dell‘immenso patrimonio di opere sistematorie presenti in Trentino. In questo senso è confermato l’impegno convinto mio personale e di tutta la Giunta provinciale.”

 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pacchetti “antistress “ in hotel di lusso: giornate alla ricerca del benessere
    Alternare il lavoro con il riposo, mettendo in pausa la routine quotidiana aggiunge una diversione alla vita e permette la splendida occasione di fare esperienze insolite, conoscere luoghi, persone e sopratutto non avere un’agenda giornaliera. In una società iperattiva è quindi indispensabile la ricerca dell’equilibrio perduto anche solo attraverso esclusivi pacchetti antistress in hotel di […]
  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]

Categorie

di tendenza